giovedì 27 luglio 2017

VERSO LE REGIONALI.


Cantiere Popolare: Rilanciamo il centro.

Tra i messinesi c'è Roberto Corona.



Il movimento di Saverio Romano si struttura a livello regionale. Tra i presenti con la delegazione di Messina ci sono Roberto Corona, Pinuccio Puglisi e Tanino Caliò.


Giovedì, 27. Luglio 2017 - 6:47
Scritto da: Rosaria Brancato
Pubblicato da www.tempostretto.it
L’obiettivo dichiarato è rilanciare il centro, quanto alla coalizione il Cantiere Popolare guarda a destra ed a quel fronte che sta cercando di ricompattarsi per non ripetere gli errori del 2012.
Assemblea a Cefalù per il movimento che fa capo al parlamentare ed ex ministro Saverio Romano, nel corso della quale sono stati eletti gli organismi direttivi ed anche i rappresentanti del partito a Messina.
Se a livello nazionale Romano guarda alla costruzione di un Partito sul modello del Partito Popolare Europeo, per quanto riguarda le prossime Regionali del 5 novembre Cantiere Popolare sta tessendo le alleanze con Forza Italia e con quanti, come gli autonomisti e gli Udc di Cesa, vogliono spostare verso il centro la coalizione di centro-destra.
“In una congiuntura politico-economica contraddistinta da populismi e improvvisazione – ha dichiarato Romano- e da una scarsa partecipazione dei cittadini oltre che da una sfiducia crescente nella capacità della politica di fornire risposte efficaci e credibili, chiamiamo a raccolta la comunità che si riconosce nei valori del popolarismo e che vuole rilanciare il Centro".
Tra i temi che saranno inseriti nel programma la lotta alla povertà ed all’esclusione sociale, le battaglie per le tariffe aeree esose per i siciliani, per l’ emergenza rifiuti, la tutela del territorio e dell’ambiente.
“Registriamo un grande entusiasmo – ha commentato l’ex ministro a conclusione dell’Assemblea- al nostro progetto politico di Centro per un vero riscatto della Sicilia dopo il disastroso governo Crocetta. Dal territorio raccogliamo contributi tematici e adesioni a Cantiere popolare ed è un percorso che stiamo attuando in tutte le province”.
 Cantiere Popolare, che vede tra le file degli aderenti ex cuffariani (lo stesso Romano è molto vicino all’ex governatore), guarda all’area ex dc e moderata che non si ritrova nelle posizioni attuali dei centristi che sostengono Renzi a Roma e Crocetta in Sicilia (sebbene Romano lo scorso anno, durante il governo Renzi abbia fatto un passaggio in Ala, la corrente creata da Verdini nei mesi che lo hanno visto vicino al governo nazionale). Finora non hanno visto di buon occhio, in linea con la posizione di Totò Cuffaro, l’ipotesi di Musumeci come candidato del centro-destra, optando per una soluzione che veda in campo un centrista.
Questi i componenti della delegazione di Messina al coordinamento regionale: Amedeo Arcodia, Nino Barbera, Pino Barbera, Tommaso Barone, Mario Briguglio, Tanino Calio', Santino Catalano, Nino Ceraolo, Carmelo Conti, Roberto Corona, Nello Cristaudo, Luca Frontino, Pier Paolo La Spina, Gaetano Laviano, Nino Lo Iacono, Piero Panarello, Pinuccio Puglisi, Francesco Repici, Nino Restuccia, Giuseppe Sciarrone, Giovanni Villari, Nicola Volpe'.
Tra i nomi spicca quello dell’ex deputato regionale Roberto Corona, che è stato tra i fondatori di Forza Italia a Messina. Ex Dc, Corona, che punta ad un ritorno all’Ars, lo scorso anno sembrava essere in procinto di un passaggio con tutta la corrente nell’Udc post divorzio da D’Alia (quella di Cesa), ipotesi tramontata dal momento che il gruppo Naro ha preso le redini del partito (attualmente coordinato da un ex Pd, Giovanni Frazzica). Tra i componenti della delegazione ci sono anche l’ex assessore comunale Pinuccio Puglisi (ex Udc, gruppo Naro) e l’ex consigliere comunale Tanino Caliò. Entrambi non hanno condiviso negli anni scorsi lo spostamento a sinistra dell’Udc a trazione D’Alia e, nel caso di Caliò, degli attuali Sicilia Futura. Ironia della sorte Puglisi si ritroverà in coalizione i suoi ex compagni di partito, la nuova “Udc” di Cesa che dopo il divorzio ha virato a destra. Per la verità non è neanche detto che nei prossimi mesi anche i Centristi di D’Alia insieme agli alfaniani non facciano la stessa scelta…..
Rosaria Brancato 

Nessun commento:

Posta un commento