mercoledì 12 luglio 2017

VALENTINA ZAFARANA –

A proposito dell’incendio

di Messina: “Il governo

Crocetta è il governo

dell’improvvisazione”.



            



La nota dell’esponete dei “CinqueStelle” mentre la situazione legata all’emergenza incendi sta migliorando a Messina, dove si stimano danni per centinaia di migliaia di euro. Nel pomeriggio riprenderanno le lezioni e l’attività didattica nelle facoltà che ieri erano state evacuate nel rione Annunziata. Intanto i vigili del fuoco sollecitano un rafforzamento dell’organico ritenuto insufficiente a fronteggiare l’emergenza. Ieri su Twitter anche Fiorello ha lanciato un appello chiedendo un aiuto mentre oggi il presidente della Regione Rosario Crocetta è stato a Messina per esprimere la sua solidarietà alla città. Gli esperti annunciano anche un probabile rischio di dissesto idrogeologico nei mesi invernali visto che sono andati distrutti numerosi ettari di bosco.


Il commento della deputata regionale
cinquestelle Valentina Zafarana.

Soltanto sabato scorso mi ero recata a Patti per vedere con i miei occhi la devastazione lasciata dalle fiamme su quelle montagne.
Ieri e oggi (il commento è di ieri sera ndr)  il colpo vergognoso e criminale inferto alla mia città.
#Messina.



Chiederò lo stato di calamità e che il consiglio dei ministri ci riconosca l’emergenza e a livello regionale voglio vedere cosa risponderanno, dato che il piano antincendio per quest’anno non è stato ancora rinnovato!
Il mio pensiero e ringraziamento va ai soccorritori che si trovano a dover andare a spegnere i roghi con mezzi obsoleti e talvolta inadeguati.
E la prevenzione?
Il governo Crocetta è il governo dell’improvvisazione.
Non sa cosa sia la programmazione, non ha mai pensato a una pianificazione per la prevenzione degli incendi.



Lo abbiamo visto in questi cinque anni.
Ma i nostri alberi, il nostro verde, le nostre dolci colline, chi ce le darà indietro?
La ricchezza e la bellezza di quei promontori quando li potremo rivedere?
Oggi il mio cuore piange. -

Nessun commento:

Posta un commento