domenica 30 luglio 2017

Soltanto gli anti casta

sono peggio della casta.


D'accordo, il mondo esisteva - con tutte le sue storture - anche prima dei grillini e, ovviamente, continuerà ad esistere dopo.



Ma adesso abbiamo una certezza in più che riguarda il «durante». E cioè che sotto il regno grillino - vedi il caso Roma - il mondo va peggio, checché ne dica la martellante campagna di propaganda Cinquestelle il cui ritornello è: «Abbiamo trovato un disastro, dateci tempo». Cominciamo a dire che c'è disastro e disastro. Disastro, a mio avviso, è quello che trovarono De Gasperi e compagnia alla fine della guerra. Le buche e l'immondizia per le strade, la calura estiva che provoca siccità e i trasporti pubblici non sono «disastri» ma problemi. Per risolvere i quali servono esperienza e capacità di amministrare, doti sconosciute a persone come la Raggi, Di Maio e il giovane Casaleggio, bambinone viziato che vanta come unico titolo l'essere erede di un padre sognatore che si è arricchito vendendo agli italiani un mondo che, per fortuna, non c'è e mai ci sarà.
Se uno vuole farsi un'idea del «mondo» di Casaleggio deve fare un salto a Roma, dove in mani grilline sta per fallire anche l'azienda dei trasporti pubblici che, pur malconcia, era riuscita a sopravvivere financo alla sindacatura di Marino, cioè a una delle bibliche dieci piaghe. Di questo palese fallimento stanno prendendo coscienza gli stessi grillini, i cui vertici sono sull'orlo di una crisi di nervi.
Di Maio mi ha portato davanti al tribunale dell'Ordine dei giornalisti (che stranamente mi ha assolto) perché abbiamo scritto articoli sulla Raggi indagata per le nomine e sui super stipendi ai suoi amici. Rischio il bis: Di Maio è un arrogante pallone gonfiato. Se fosse quello che dice di essere, che denunci la Raggi, non me. Scavi nel passato fiscale del suo padrone Grillo prima di urlare «onestà, onestà», rinunci o devolva in beneficenza i tredicimila euro netti che riceve anche da me ogni santo mese prima di pronunciare il nome «casta».
Come peggio della mafia c'è solo l'antimafia permanente, così peggio della casta c'è solo l'anticasta militante, ipocrita, furbetta e, per di più, incapace. Forza Raggi, forza Di Maio: ancora un piccolo sforzo e ce la farete ad affossare del tutto il vostro movimento. -

Nessun commento:

Posta un commento