Prove tecniche di sinistra in vista delle regionali di novembre in Sicilia. I comitati siciliani di “Possibile”, insieme a Rifondazione comunista e Azione Civile dicono no alle politiche del Pd e a Rosario Crocetta e lanciano una lista che unisca il mondo civico e quello politico di sinistra per costruire un progetto credibile e alternativo con la candidatura di Ottavio Navarra alla carica di governatore della Sicilia. E’ quanto emerso nel corso della convention che si è svolta oggi a Palermo. La sinistra guarda e punta a una coalizione, con un proprio candidato presidente, che annoveri al proprio interno anche Sinistra Italiana e Mdp-Art 1. Non a caso proprio Navarra, che l’assise ha designato candidato in pectore alla Presidenza, è pronto a fare un passo indietro in caso di un ok degli “alleati” alla costruzione di un progetto comune che metta al centro dell’agenda politica i diritti: dall’ambiente, al lavoro, alla salute fino a quelli civili (Ansa).
Intanto il candidato alla Presidenza Ottavio Navarra, dopo la convention di Palermo, ha fatto, attraverso facebook, questa dichiarazione: “L’affollata assemblea di questa mattina – scrive Navarra – per un progetto civico e di sinistra in Sicilia, mi ha affidato il mandato di guidare questa coalizione di forze come candidato alla presidenza della regione. Sarà mio compito – prosegue – nei prossimi giorni avviare una campagna di ascolto dei territori e di tutte le forze politiche e dei movimenti interessati a costruire un progetto per la Sicilia e i siciliani. Ho ribadito inoltre che il mio nome è in campo nella misura in cui risultasse unificante, qualora dovessero emergere soluzioni in grado di risultare maggiormente unificanti sarò lieto di prenderne atto. La politica è un servizio che non ha bisogno di protagonismi e narcisismi inutili. Questa calda mattinata di luglio abbiamo dimostrato che c’è un’altra Sicilia possibile. Grazie a tutti. #accendiamolasperanza “.-

Redazione