giovedì 13 luglio 2017

OLIVERI: L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE NON PULISCE I TORRENTI E NON RIVEDICA IL RIPRISTINO DEL TORRENTE "SAN LEO" SOPPRESSO DAL CONDOMINIO "ATENA".

_________________


CAPO D’ORLANDO –

Da domani al via

la pulizia dei torrenti.



            


Lunedì al lavoro anche due operai Esa.

Inizia domani, giovedì 13 luglio, la pulizia dei torrenti che ricadono sul territorio comunale di Capo d’Orlando.
Sarà la ditta Pintagro Galarizzo Salvatore di Capo d’Orlando ad occuparsi dei lavori di decespugliamento degli argini, pulitura ed eventuale livellamento degli alvei, dei canali e degli altri spazi di compentenza comunale.
Il fondamentale intervento di manutenzione, che inizierà dal Torrente Piscittina, servirà sia nell’ottica della prevenzione degli incendi, sia per garantire il normale deflusso delle acque.
Intanto, da lunedì prossimo, 17 luglio, due operatori dell’Ente di Sviluppo Agricolo suppporteranno gli operai comunali negli interventi di pulitura del verde pubblico lungo le strade periferiferiche.
“Una collaborazione importante, concretizzata grazie all’interlocuzione costante avuta dal Presidente del Consiglio Carmelo Galipò con il Capo Centro dell’ESA Nicola Lo Duca – afferma il Sindaco Franco Ingrillì – e che in prospettiva ci consentirà di ampliare la sinergia per la pulizia di strade, ville e giardini a vantaggio del decoro pubblico e delle casse comunali, visto che pagheremo solo il carburante per gli attrezzi utilizzati”. -

3 commenti:

  1. I prossimi "governatori" traggano spunto da questa notizia per intavolare uno dei primi impegni del loro mandato.

    RispondiElimina
  2. Quelli pensano alla fiera . i futuri governanti pure.

    RispondiElimina
  3. Il Sindaco/Geometra/Rat/Rup, tutti gli impiegati comunali, tutti i consiglieri comunali e tutti i condomini dell'Atena conoscono il pericolo incombente perché un congiunto del responsabile dichiarò pubblicamente a una tv privata che era in possesso di documenti che dimostravano l'esistenza di un torrente demaniale. Ma nessuno vuole trovare il possibile rimedio a tanta VERGOGNA.

    RispondiElimina