mercoledì 26 luglio 2017

OLIVERI: IL DOTT. FRANCESCO IARRERA RISPONDE AL DOTT. SERGIO LEMBO.


Quanto dovuto a Lembo



Voglio subito scusarmi con i lettori che, loro malgrado, sono trascinati in questa polemica sterile. Mi impegno a non proseguire ulteriormente questo confronto. Non dedicherò altro del mio tempo alla faccenda, poiché ne ho poco e preferisco dedicarlo a cose più costruttive. Mi scuso pubblicamente con il mio gruppo che avrei dovuto risparmiare da questioni simili.
Fornisci una spiegazione divagante e per larghi tratti patetica. I cittadini ti hanno chiesto di fare il consigliere. Di rappresentarli in consiglio. Gli “accordi politici” intercorsi fra te e il sindaco non sono di alcun interesse per i cittadini, i quali non si aspettavano null’altro che essere rappresentati da te. In alcun modo e per nessuna ragione avresti dovuto rinnegare il mandato di chi ti ha dato fiducia. Assessore e consigliere svolgono ruoli diversi e conciliabili, visto che la legge di questo Stato lo consente. La realtà è una: sprezzante del mandato popolare, hai deciso di fare altro. Tutti sbagliamo, gli uomini si assumono le proprie responsabilità. In questo caso sarebbe stato sufficiente dire “chiedo scusa, ho sbagliato”. Non è nel tuo stile.
La tecnica cui ricorri nella seconda parte del tuo scritto si chiama “spostamento del focus”, anche nota come pratica della ritirata strategica. Si tratta di una vecchia tecnica di comunicazione, abusata fra i politici, specie quelli della prima repubblica. Oggi, i più evoluti, forniti di onestà intellettuale, non la usano più.
Nondimeno, lusingato dal tuo interesse, voglio soddisfare il tuo ardente desiderio di conoscere il mio pensiero.
1. A chi attribuisci le responsabilità della perdita del finanziamento della scuola media? 
Ovviamente la responsabilità della revoca del finanziamento è da imputare a chi detiene la responsabilità amministrativa. Sindaco, giunta e quel consiglio che hai impunemente abbandonato.
2. Cosa ne pensi delle ultime vicende che hanno visto protagonista l’Assessore all’Urbanistica?
L’assessore all’urbanistica, o meglio il titolare dell’edificio cui immagino ti riferisca, si assumerà le proprie responsabilità, dinanzi a un giudice. Su certi argomenti non servono pareri politici, ma rispetto della legge e delle persone: sforzati di comprenderlo.
3. Ti proponi in politica come alternativa a Michele Pino , Ciminata, Iarrera Franca (quindi non condivideresti mai un prog. politico con i componenti di quella compagine) o in continuità?
Questa domanda andrebbe rigettata al mittente con sdegno. La tua insinuazione è priva di credibilità: devo ricordarti che nella tua lunga carriera politica sei stato con tutti e contro di tutti. Ti sobbarchi il vessillo più conveniente, monti la vela più comoda, di volta in volta, cambiando vela e vessillo con estrema disinvoltura. Il tuo è stato ed è un vagabondaggio politico il cui unico radicamento è quello narcisistico del proprio io. Dunque, dal tuo punto di vista, qualunque decisione intrapresa da altri gruppi politici non dovrebbe stupirti.
Tuttavia, ti faccio notare la mia appartenenza ad un gruppo che, democraticamente, decide la linea da seguire, su ogni tema. Siamo liberi di poter decidere ognuno secondo la propria coscienza, senza dover aspettare scelte calate dall’alto.
4. Condividi la mia destituzione da Assessore da parte del Sindaco?
L’assessore ha un ruolo fiduciario. Cessata la fiducia deve cessare il rapporto, necessariamente. Magari, quando saranno passati i quindici giorni del mondo fatato di Memole in cui vivi, quelli che avevi proclamato necessari a raccogliere carte e documenti illo tempore per offrire il tuo punto di vista sulla questione, spiegherai quali siano stati gli eventi che hanno condotto alla tua destituzione. Sarebbe stato rispettoso della cittadinanza.
5. Condividi il taglio degli alberi di via F.S. D’Alcontres e della loro sostituzione?
Sul taglio degli alberi più volte siamo intervenuti, in maniera costruttiva, come nello stile del movimento che rappresento, proponendo il parere, gratuito, di un tecnico e l’istituzione di una commissione. Ma sei distratto e concentrato a fare politica, non a proporre soluzioni costruttive o a sostenere quelle avanzate da altri.
6. Cosa ne pensi sulla vicenda barche?
È stato presentato un esposto, come nel diritto-dovere del sindaco. La polemica da te alimentata è stucchevole e strumentale. Da politico, insomma. Se i vettori sono in possesso dei requisiti necessari il problema non si pone. Piuttosto, avreste dovuto risparmiare ad Oliveri una cattiva pubblicità, evitando di coinvolgere i media locali. Ma questo concetto a voi gringo della tastiera e di fb sfugge. Vi interessa giocare a cowboy e indiani.
7. Cosa ne pensi in materia di uso civico?
Sugli usi civici, come tutti, siamo in attesa che chi di competenza chiarisca quanto necessario.
Il concetto di fare politica lo trovo molto ampio e non esclusivamente di ambito amministrativo. Ad esempio, le mie iniziative ludiche, sociali, culturali e civiche (non capisco perché ti sia soffermato solo a quelle ludiche) hanno prodotto molto più di quanto tu sia riuscito a fare in molti anni di politica a 360°. Ti immagino munito di un timer che rende il tuo impegno per Oliveri temporizzato: sei mesi prima delle elezioni inizia. Finisce poco dopo. Evito di farti domande perché non ho alcun interesse a proseguire questa diatriba. Magari a tempo debito ti saranno poste.
In conclusione, sono stupefatto dal vigore con cui contrasti l’attuale amministrazione. Eppure, mi sarei aspettato, per quell’onestà politica cui fai accenno nel tuo incipit, che plurime delibere di giunta avessero riportato il tuo no, alla voce “Sergio lembo è favorevole o sfavorevole alle decisioni di questa amministrazione?”. Hai avuto modi e tempi per contrastare seriamente l’attuale sindaco. Invece niente, allineato e coperto, sempre a favore di quella giunta che ora rifuggi. Immagino si sia trattato della sindrome di S.Paolo, notoriamente fulminato sulla via di Damasco e non di opportunismo “politico”, o quello che tu intendi con questo termine.
Semplicemente, non sei credibile. -
Francesco Iarrera

10 commenti:

  1. Caro Frillo Cirano:
    1. La responsabilità è di Sindaco e Giunta . E basta. Al massimo di tutti i componenti della maggioranza.
    2.avrai una tua idea su casa abusiva di tua cugina. Se è come è abusiva e non Sana bile va demolita. O forse sono scemi tutti quelli che rispettiamo la legge. Pronunciati almeno una volta. È giusto costruire abusivamente?
    3.come il peggior politico della prima repubblica ti lasci tutte le porte aperte. Politichese quasi alfaniano come Sergio.
    4.qui hai detto che sei d'accordo. Però dimettersi da consigliere è previsto dalla legge e poi era un assessore designato. Deduco che nella tua lista i designati assessori non saranno candidati a consiglieri.
    5.bene qui risposta giusta ma non troppo. Bastava un semplice "non sono d'accordo"
    6.diritto dovere di fare denuncia? Spari cazzate. Non ti pronunci. Ignavo.
    7.bastava dire che non sai di cosa si parla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Analisi precisa puntuale corretta

      Elimina
    2. Analisi precisa puntuale corretta

      Elimina
  2. Pasqualina Iarrera apprezza il commento di disprezzo verso il cugino Sergio Lembo!!!!!
    Ma secondo voi riesce a capire quello che è scritto o no?

    RispondiElimina
  3. MA IL FRILLO NON HA RISPOSTO A NULLA....SOLO DISPREZZO VERSO LEMBO (SOLO PERCHE' RIVALE CANDIDATO?)
    APPREZZA I COMPONENTI DELLA COMPAGINE PINO, SI O NO?
    TUA CUGINA PER CERVELLO E' PIU' DOTATA DI TE

    RispondiElimina
  4. Povero Frillo.......capisco che òa chiacchiera può confondere testa i ferru!!!!! ma tutti gli altri come fanno a stargli dietro!!!!! tipo triolo e marina........come ha difeso il marito di pasqualina iarrera?

    RispondiElimina
  5. IARRERA PESCE LESSU SENZA SANGU

    RispondiElimina
  6. In questa diatriba c'è il lato positivo che stiamo conoscendo la nullità del Frillo . Il suo essere Ignavo. Il suo essere non affidabile. Improponibile. Non sa di cosa parla

    RispondiElimina
  7. Si possono sapere i nomi di questi Ciraniani. Se qualcuno li sa per favore può fare un'elenco grazie.

    RispondiElimina
  8. Chi si somiglia... si piglia ! Per soddisfare la tua curiosità, puoi consultare l'elenco pubblicato nel sito ufficiale del movimento.

    RispondiElimina