giovedì 6 luglio 2017

Migranti,

schiaffo dell'Europa:

"Sbarchino soltanto in Italia"

Nonostante i proclami di Minniti, l'Ue ci lascia soli. Dalla Germania al Belgio, fronte unito contro il piano del Viminale.


Dov'è finita la "piena intesa" raggiunta a Parigi sul piano di Minniti e la proposta di far sbarcare i migranti anche in altri porti oltre a quelli italiani? Domenica sera al vertice col ministro italiano hanno partecipato quello francese, quello tedesco e il commissario Ue per l'immigrazione Dimitris Avramopoulos.


A loro Marco Minniti aveva spiegato per filo e per segno le proposte che avrebbe portato oggi sul tavolo del consiglio informale dei ministri degli Interni dell'Ue a Tallin, in Estonia.

E sembrava certo che l'Europa avesse capito l'importanza di non lasciare l'Italia da sola ad affrontare l'emergenza migranti. Eppure, uno a uno i Paesi che avevano partecipato al vertice di Parigi si sono sfilati, innescando un fronte comune contro la proposta italiana.

Dopo la Francia - che aveva scoperto le carte già all'indomani dell'incontro - ora a guidare il "no" è la Germania. "No alla regionalizzazione delle operazioni di salvataggio", ha detto oggi il ministro tedesco Thomas de Maiziere. Così come lo stesso Avramopoulos, secondo cui la missione Frontex "Triton" non si può cambiare: "Ha già un mandato ben definito", ha detto, "Si tratta di migliorare l'attuazione di quanto già deciso. Fa già un lavoro molto buono". -


Nessun commento:

Posta un commento