venerdì 7 luglio 2017

Migranti, Renzi: "Serve

numero chiuso, non

possiamo accogliere tutti".


Il segretario del Pd, Matteo Renzi: "Non ci dobbiamo sentire in colpa se non possiamo accogliere tutti. Dobbiamo salvare tutti, non dobbiamo accogliere tutti".



All'indomani della direzione del Pd il segretario Matteo Renzi torna a parlare dello ius soli.



"Chi dice che rovina l’Italia non si rende conto che non è così. Lo Ius soli sono norme di civiltà attese da decenni, che non hanno nulla a che vedere con i temi della sicurezza. Ma ci deve essere un numero chiuso negli arrivi. Non ci dobbiamo sentire in colpa se non possiamo accogliere tutti. Dobbiamo salvare tutti, non dobbiamo accogliere tutti".

Renzi spiega ancora l’idea lanciata ieri sul bilancio Ue: "Gli europei hanno preso un impegno con noi, non lo fanno? Non c’è problema, siccome nel 2018 si discute il bilancio dei prossimi anni se chi si è impegnato ad accogliere i migranti non lo fa l’Italia non si impegna a pagare loro i soldi che dà: loro bloccano i porti e noi blocchiamo i fondi. Ogni anno diamo 20 miliardi e ne riabbiamo indietro 12".
"La cosa cruciale - osserva Renzi il giorno dopo la direzione del partito - è che il Pd si prenda con un po' più di leggerezza e che si tutti insieme possiamo parlare degli argomenti veri. Non ne possiamo più di parlare solo di cose che affascinano gli addetti ai lavori. Entriamo nel merito: parliamo di futuro, di giovani, di mamme, di Europa e spieghiamo che fare politica è meraviglioso non perchè si mette un tassellino alla propria carriera personale ma per cercare di risolvere i problemi delle persone".-

1 commento:

  1. Per i migranti serve "il numero chiuso". Per salvarci, serve chiudere Renzi e chi lo segue, nel più efficiente Manicomio esistente in Italia.

    RispondiElimina