Per ben 46 magistrati era colpevole dopo tre gradi di giudizio, cinque sentenze e 10 anni di calvario giudiziario ma ieri la Corte di Appello di Catanzaro, ha assolto Antonino Romano, imprenditore messinese accusato di essere stato complice nell’esecuzione materiale dell’omicidio di Antonino Stracuzzi, un commerciante ucciso a colpi di pistola il 14 ottobre del 1992 a Messina. Le accuse non hanno resistito al vaglio dei giudici, dopo la richiesta di revisione del processo presentata dall’avvocato Giovambattista Freni, legale di Romano.
La Corte di appello ha annullato le cinque sentenze assolvendo Romano che altrimenti avrebbe dovuto scontare 20 anni di reclusione pur essendo innocente. -
Ansa