Lo hanno arrestato mentre tenta di abusare della figlioletta dei datori di lavoro. Ieri sera  i carabinieri della Tenenza di Mascalucia hanno colto in flagranza un collaboratore domestico cingalese di 33 anni, ritenuto responsabile di  violenza sessuale nei confronti di una minore.
E’ stata la bambina qualche giorno fa a confidare alla madre come il collaboratore domestico, al servizio della famiglia da una decina di anni, negli ultimi tempi, la invitava spesso a “giocare” nello scantinato. La madre, accompagnata dal marito,  si è rivolta immediatamente ai carabinieri raccontando e denunciando tutto ciò che aveva appreso dalla figlia: una serie di particolari scabrosi, compreso il luogo dove l’uomo avrebbe approfittato della bambina.
I militari hanno immediatamente informato l’Autorità giudiziaria che ha fornito le direttive sulle modalità di intervento. Dopo alcune ore di appostamento, hanno verificato la piena fondatezza del racconto, operando in flagranza.  A fermare l’uomo sono stati i carabinieri che, intervenuti immediatamente,  lo hanno  ammanettato ed associato al carcere catanese di piazza Lanza.-
Angelo Conti