giovedì 6 luglio 2017

Marcello Dell'Utri: "Sono

un prigioniero politico".

Dell'Utri: "Io voglio essere trattato da persona normale, non da politico. Sono certamente un prigioniero politico".


"Io voglio essere trattato da persona normale, non da politico. Sono certamente un prigioniero politico".



Sono queste le parole di Marcello Dell' Utri intervistato nel carcere di Rebibbia da David Parenzo per la trasmissione In Onda su La7. L'ex senatore, condannato a sette anni per concorso esterno in associazione mafiosa, di Berlusconi dice: "E' un fenomeno, ha sette spiriti come i gatti, non lo batte nessuno.Un'intesa tra Berlusconi e Renzi sarebbe auspicabile ma Paese non la capirebbe". Poi Dell'Utri è tornato a parlare della sua situazione in carcere: "Per le patologie cardiovascolari che ho c'è una palese incompatibilità. Io voglio essere trattato da persona normale, non da politico. C'e' un pregiudizio, sono un detenuto che viene dalla politica. Sono certamente un prigioniero politico". Infine su quanto detto da Dell'Utri dal carcere è intervenuto il ministro della Giustizia, Andrea Orlando: "I prigionieri politici in uno stato di diritto non esistono. Il senatore Dell’ Utri è stato processato con tutte le garanzie previste dalla Costituzione. Non c’è stata nessuna rappresaglia di carattere politico".-

Nessun commento:

Posta un commento