sabato 1 luglio 2017

In fase di conclusione lo

spegnimento degli incendi

a Patti, comincia la conta

dei danni.


Sembra si avvii alla conclusione l’emergenza incendi divampati ieri sulle colline tra Patti e Sant’Agata di Militello, nel Messinese, sul versante nord della Sicilia. I vigili del fuoco, che hanno lavorato tutta la notte, sono impegnati a spegnere gli ultimi focolai e a mettere in sicurezza la zona, in particolare un’area per la raccolta di rifiuti vicino Patti. L’azienda Pieco ha subito grossi danni agli impianti e alle attrezzature. Ingenti i danni ambientali e all’economia del Messinese.
Ieri, in piena emergenza, era stata fatta sgomberare, tra l’altro una residenza per anziani di contrada Case Nuove Russo lambita dal rogo. Alimentato dal forte vento di scirocco, il fuoco si è facilmente sviluppato per la presenza di sterpaglie e piante secche alte. Molte le persone che si sono recate al pronto soccorso per intossicazione da fumo. Avvolto dalle fiamme l’agriturismo Porticella, dove sono morti diversi bovini intrappolati dal fuoco e dove è andato distrutto il locale macelleria. Vicino a un resort, le fiamme hanno fatto esplodere un ‘bombolone’ del gas. Danni anche a un’azienda che si occupa di produzione e vendita di piastrelle e sanitari. Decine le abitazioni che sono state evacuate dalle forze dell’ordine.
Scene di autentico panico con le persone che, in alcuni casi, sono scappate gridando in preda al panico. Una colonna di fumo altissima, visibile anche da Barcellona e Milazzo, ha avvolto l’intera città di Patti e i paesi del comprensorio. Sempre nelle fasi dell’emergenza, diverse le strade interdette al transito. Paura anche per un distributore di metano, seriamente minacciato dal rogo che avanzava minaccioso. Adesso inizierà la conta dei danni e si presume che sia davvero consistente.
Ieri sera, una struttura ricettiva di Mongiove ha messo a disposizione le sue stanze a beneficio di quei cittadini costretti a lasciare le proprie abitazioni a causa del fuoco impietoso.
Una giornata infernale che difficilmente sarà dimenticata. Per fortuna, nessun ferito serio e nessun morto. Ma questi danni sono evidentemente sulla coscienza di quei criminali che, senza porsi troppi problemi, hanno appiccato il fuoco. -

Nessun commento:

Posta un commento