venerdì 7 luglio 2017

Forza Italia e Lega

inchiodano il governo.


Brunetta infuriato: «Ha mentito agli italiani». La Lega: «Tutto per soldi».


Pubblicato da www.ilgiornale.it

Roma L'ex ministro degli Esteri Emma Bonino ha ribadito anche ieri quanto affermato nel corso di un'intervista a Radio Radicale.



È stata l'Italia a chiedere un ruolo di coordinamento e di accogliere (praticamente in esclusiva) i migranti raccolti nelle acque del Mediterraneo. «Tanto è vero - aveva sottolineato nell'intervista - che il ministro Minniti, a Tallinn, chiederà di rivedere i piani operativi, in particolare quello che stabilisce che il coordinamento di tutti gli sbarchi venga fatto dal centro di Roma e che gli sbarchi debbano avvenire in Italia». Il rimedio, sempre per la Bonino, è quello di ripristinare i «permessi umanitari temporanei» con valenza in tutta Europa. «Le parole della Bonino smascherano la pochezza e l'approssimazione del governo Renzi - tuona Renato Brunetta -. Hanno svenduto (per quale motivo?) il nostro Paese all'Europa, hanno mentito agli italiani, hanno preso in giro il Parlamento. E la scorsa settimana il segretario dem ha avuto pure il coraggio di tirare in ballo il governo Berlusconi e l'accordo di Dublino del 2003. Spudorato!».

A questo punto, spiega il capogruppo di Forza Italia alla Camera, non resta che chiedere con un'interrogazione parlamentare al ministro dell'Interno, Marco Minniti, di chiarire ed esprimere la posizione del governo in merito alle rivelazioni della Bonino. «Se il governo Renzi ha tradito il Paese - aggiunge -, l'opinione pubblica deve conoscere i dettagli di questo oscuro e inqualificabile tradimento». Da parte del governo, però, ancora bocche cucite. Nessuno parla e questo silenzio è sospetto. Almeno per i Cinque Stelle. «Il motivo di questa follia - si legge in un post pubblicato ieri sul sito di Grillo - firmata a insaputa degli italiani e con un Paese in ginocchio per la crisi, lo sanno solo Renzi, Alfano e i loro accoliti. Se ne devono assumere la responsabilità. Siamo lo zimbello di un'Europa che ci ha chiuso le porte in faccia, e per giunta in violazione degli accordi di Dublino grazie ai masochistici accordi firmati da governi Pd che pensano ai loro interessi e non a quelli dei cittadini». «Altro che accoglienza! - interviene anche Gian Marco Centinaio della Lega - La sinistra prima tradisce lo spirito del trattato di Dublino chiedendo all'Europa che gli sbarchi avvengano in Italia e poi ora, con lo ius soli, vuole pure regalare loro la cittadinanza. Nessuna filantropia, ma solo l'interesse ad assicurarsi l'arrivo di migranti e il business dell'accoglienza per le cooperative amiche».-


Nessun commento:

Posta un commento