lunedì 3 luglio 2017

FORMAZIONE

GIORNALISMO 1 –

“Una Giovane Milazzo”



            


Una classe, quella della 3^B del Linguistico di Milazzo, in redazione…in forza di un progetto formativo. Ne esce un pezzo che pubblichiamo (in ritardo per una bizza del nostro server). Il progetto nasce dalla collaborazione  della nostra testata con l’Associazione Students Lab Italia per interagire con il progetto Students Lab. Due classi, tanti studenti per raccontare la case history del giornale. degli incontri “informali” che sono serviti anche a rispondere alle domande degli studenti parlando anche di comunicazione, di come si costruisce un giornale, dei nuovi linguaggi del web e dei social.




Il primo articolo che nasce da quest’esperienza.



Milazzo, una città dalle mille sfaccettature, alcune ancora da scoprire…
Nonostante alcuni aspetti ancora da curare, Milazzo ha moltissimi punti di forza, soprattutto dal punto di vista naturale e turistico.
Tuttavia, manca ancora qualcosa che la renda migliore, in particolare per i giovani – turisti e cittadini – che desiderano da molto tempo vivere in una città a loro misura, più moderna e accogliente.
Questa “modernità” potrebbe realizzarsi, per esempio, attraverso lo sviluppo di mezzi di comunicazione più avanzati, poiché la città non è provvista di luoghi dove si può gratuitamente accedere a Internet. Per esempio, potremmo istituire i cosiddetti “Cafè”, locali forniti di computer, Wi-Fi gratuito e dove poter gustare una buona tazza di caffè o thè e rilassarsi.



Si potrebbe anche realizzare un ampio luogo di ritrovo per i giovani, munito di un chiosco dove poter mangiare un panino e sorseggiare una birra.
Una buona idea sarebbe quella di aggiungere anche un parcheggio per biciclette e motorini.
Per facilitare il pendolarismo, soprattutto per i turisti (ma anche per i cittadini), nella desolata stazione Milazzese si potrebbe installare un noleggio di biciclette e mettere a disposizione una serie di navette che trasportino i turisti al centro della città.
E, inoltre, organizzare delle passeggiate alternative per favorire un maggior afflusso turistico nei punti più rinomati di Milazzo: per esempio, per imprimere un ricordo speciale nei loro cuori, far visitare loro le famose “Piscine di Venere”, il faro, il Promontorio – soprattutto al tramonto – o semplicemente la meravigliosa spiaggia di Ponente, che affascina col suo mare cristallino.
Come disse il saggista Joseph Campbell, «dobbiamo essere pronti a liberarci della vita che abbiamo programmato per poter avere la vita che ci aspetta». -

MYRUM,
3^B Linguistico.

Nessun commento:

Posta un commento