A Milo dal 31 luglio al 2 agosto si svolgerà una grande festa della musica italiana d’autore pensata e organizzata da Franco Battiato, che nel paese dell’Etna è nato, e giunta alla sua seconda edizione. Alle tre serate di “Luce del Sud” – questo il titolo scelto dal compositore e collegato al recente live in piazza Plebiscito a Napoli – Battiato ha invitato grandi della musica italiana d’autore che spesso hanno intrecciato la loro carriera con quella del cantautore di Riposto, ora collaboratori, ora amici, ora colleghi.

La piazza di Milo (Ct). Sopra: Franco Battiato

Carmen Consoli, Roberto Cacciapaglia, Francesco Gabbani, Miele e Gabriella Grasso, Emma e Luca Madonia, Arisa, Etta Scollo, Juri Camisasca e Vasco Brondi sono tutti interpreti rispettosi o compositori con un particolare gusto per i testi.
Gusto che dividono con il “padrone di casa” che in alcuni momenti – per la gioia del pubblico – duetterà con i suoi colleghi-ospiti creando passaggi assolutamente inediti. Tre serate per undici artisti: “Luce del Sud” si apre il 31 luglio con la “cantantessa” per eccellenza, la catanese Carmen Consoli e i suoi “echi di sirene”, seguiranno il pianista e compositore Roberto Cacciapaglia, il trionfatore di Sanremo Francesco Gabbani e due signore della musica italiana come la nissena Miele e la catanese Gabriella Grasso, voce importante della world music. Il 1 agosto Luca Madonia con la sua band aprirà la serata per poi lasciare il palco a Emma e Franco Battiato, ciascuno con il proprio set. La rassegna chiude il 2 agosto: Arisa, Etta Scollo, Juri Camisasca, da sempre vicino a Franco Battiato, e infine Vasco Brondi. L’ultima sera avrà inoltre un ospite a sorpresa che solo pochi giorni prima dell’inizio del festival verrà rivelato al pubblico. (Ansa)