venerdì 23 giugno 2017

Terrorismo, Tusk:

"Accordo tra i Paesi della Ue

sulla lotta ai foreign fighter".

Il presidente del Consiglio europeo: "Eʼ un passo storico la decisione di istituire le cooperazioni per la difesa. Tutti gli Stati membri sono invitati a partecipare".

          
Terrorismo, Tusk: "Accordo tra i Paesi della Ue sulla lotta ai foreign fighter"
I leader degli Stati membri dell'Ue hanno raggiunto a Bruxelles un accordo antiterrorismo per potenziare gli sforzi contro i "foreign fighter". Lo ha detto il presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, che ha definito "un passo storico" la decisione di "istituire le cooperazioni per la difesa". "Tutti gli Stati membri sono invitati a partecipare ed entro tre mesi dovranno presentare le liste degli impegni per i progetti militari", ha aggiunto.
Al termine della prima sessione di lavoro del Consiglio europeo dei capi di Stato e di governo apertosi oggi a Bruxelles, Donald Tusk, in una conferenza congiunta con il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker, rivela: "I leader hanno discusso di terrorismo, che è ancora una minaccia importante, e si sono accordati per mettere in piedi una cooperazione europea permanente nel settore della difesa".

Maggiore controllo online - Tusk ha spiegato inoltre che è stato raggiunto un accordo per una maggiore cooperazione contro la diffusione di materiale radicale online e che i leader Ue "chiedono alle società responsabili dei social media di fare tutto il possibile per evitare la diffusione di materiale terroristico su internet. Questo significa sviluppare nuovi strumenti per rilevare e rimuovere questo tipo di materiali automaticamente".

Tusk: "Determinati a proteggere i nostri cittadini" - "Vogliamo concludere quest'anno i lavori sul nuovo sistema di condivisione delle informazioni alle frontiere - ha aggiunto Tusk - Di fronte alla minaccia del terrorismo siamo determinati a proteggere i nostri cittadini". -

Nessun commento:

Posta un commento