venerdì 9 giugno 2017

OLIVERI: DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO AD ACTA (IN SOSTITUZIONE DEGLI ORGANI COMUNALI) N° 3 DEL 25 MAGGIO 2017


Con sentenza del TAR di Catania n. 495/2017 il Comune di Oliveri, resistente, veniva condannato al rimborso delle spese del giudizio di ottemperanza, liquidate in €  700,00, oltre accessori di legge, nonché al pagamento delle spese dei compensi e delle spese eventualmente necessarie per l'intervento del Commissario ad acta.

Poiché il Comune di Oliveri non ha provveduto, nel termine assegnato di 60 giorni, a dare esecuzione alla sentenza, stante l'inerzia, veniva richiesto l'insediamento del Commissario che ha dovuto ritenere intervenire, in sostituzione, e procedere alla determinazione delle somme dovute al ricorrente.

Dalla elencazione analitica risulta che il  DEBITO  INIZIALE di €  1.600,00  VIENE  DETERMINATO  in € 3.665,59 oltre il compenso dovuto al Commissario ad acta che sarà liquidato dal Giudice.

MI  AUGURO  CHE  L'AMMINISTRAZIONE  COMUNALE  SENTA  IL  DOVERE  DI  COMUNICARE  AI  CITTADINI  QUALE  GIUSTIFICATO  MOTIVO  HA  IMPEDITO  DI  PROVVEDERE  AL  PAGAMENTO  DELLA  SOMMA  LIQUIDATA  DAL  TAR. -

Antonio Amodeo
____________________________________

SEGUE  FOTOCOPIA DELIBERAZIONE





5 commenti:

  1. I prepotenti e gli incivili sono due categorie di persone inaffidabili che non usano ammettere i propri errori. Anzi, sono felici e contenti quando commettono soprusi perché la loro educazione concepisce che il potere non è un servizio ma è un mezzo di illecito arricchimento.

    RispondiElimina
  2. L'amministrazione comunale di Oliveri, senza apparente motivo, ha disatteso l'esecuzione di una sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale, sezione di Catania. Tale comportamento denota scarso senso di responsabilità e rispetto nei confronti della Magistratura amministrativa e nei confronti degli elettori che hanno avuto fiducia nelle capacità degli eletti. Sia la maggioranza che la minoranza consiliare hanno manifestato incauto disinteresse per le asfittiche condizioni finanziarie del Comune.
    Trovo assurdo credere che l'Amministrazione comunale voglia chiarire ai Cittadini i motivi della inottemperanza al pagamento del debito iniziale.

    RispondiElimina
  3. Il movimento Cirano di Oliveri non commenta questo fatto molto grave: è semplicemente vergognoso. Non si capisce il motivo di tanto silenzio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se il Presidente vuole, sfruttando le sue amicizie politiche e non, può intervenire presso la Corte dei Conti per sollecitare l'addebito delle maggiori spese all'Amministrazione comunale responsabile del danno. MA IL PRESIDENTE NON VUOLE. FA TEATRO!

      Elimina
  4. Un popolo di rincoglioniti ha preferito essere governato da una ciurma di scasati che hanno bloccato per sempre il progresso del paese.

    RispondiElimina