mercoledì 28 giugno 2017

Nascite, per la Boldrini i papà

"non sono parte in causa".

In Aula il presidente della Camera, Laura Boldrini, fa gli auguri alla deputata Celeste Costantino ma si scorda di farli al papà. "Non è parte in causa", si giustifica.

Per Laura Boldrini i papà non esistono. Durante la seduta di ieri il presidente della Camera ha inviato "un saluto molto sentito a Celeste Costantino, la nostra collega che ha fatto una bambina che si chiama Bianca e che sta bene: un saluto a mamma e bimba".


Dall'Aula sono subito giunti applausi scroscianti per la deputata di Sel che è diventata madre, ma Antonio Palmieri di Forza Italia ha voluto subito fare una puntualizzazione alla Boldrini. "E il papà, no?", intendendo che anche il padre della piccola bianca si meritasse gli auguri.
Il presidente della Camera ha dato una risposta che ha spiazzato tutti i colleghi deputati.

"Come dice? Il papà e non è parte in causa in questo caso. Scusate, la bambina è stata fatta da Celeste Costantino, è nostra collega e noi ci rivolgiamo a lei, essenzialmente a lei", ha affermato la Boldrini.

Il fittiano Daniele Capezzone, come ha raccontato sul suo profilo Facebook, ha quindi chiesto la parola
"per fare gli auguri anche al marito o al compagno della nostra parlamentare, visto che crediamo, dopo ampia riflessione, che anche il papà abbia avuto un qualche ruolo nella nascita della bimba".

Una Boldrini visibilmente imbarazzata, a quel punto, si è dovuta arrendere e ha concluso:

"Sarà un piacere fare gli auguri anche al papà". -

Nessun commento:

Posta un commento