giovedì 15 giugno 2017

Londra,

incendio alla Grenfell Tower.

'Difficile ci siano superstiti'.

Bilancio si aggrava, 17 morti.

Le fiamme hanno attaccato tutti i 24 piani dell'edificio.




Redazione ANSA
News
E' salito a 17 il numero delle vittime dell'incendio alla Grenfell Tower, il grattacielo residenziale di 24 piani a North Kensington, a Londra. Si teme una strage. Le autorità, infatti, non si aspettano di trovare altre persone vive all'interno della torre. 'Ci vorranno settimane per controllare tutto l'edificio', afferma il capo dei vigili del fuoco, aggiungendo che ancora non si sa il numero delle vittime. La stampa inglese denuncia: 'La tragedia era evitabile'. La regina esprime il suo cordoglio con un messaggio diffuso da Buckingham Palace: 'Prego per le famiglie delle vittime'. La premier britannica Theresa May e il leader laburista Jeremy Corbyn visiteranno la zona colpita.

Chi sono i due italiani dispersi a Londra IL VIDEO

Tra i molti dispersi ci sono due giovani fidanzati italiani. Gloria Trevisan e Marco Gottardi, entrambi veneti: 27 e 28 anni, architetti, nella capitale britannica dal marzo scorso, residenti in un appartamento al 23esimo e penultimo piano del grattacielo.
Testimoni raccontano di scene come l'11 settembre: 'La gente si lanciava dalle finestre' (I RACCONTI DEI TESTIMONI). Polemiche sulla sicurezza.

Ed è salvo un bimbo lanciato nel vuoto dalla mamma e preso al volo da un uomo (IL VIDEO).

LA CRONACA DEL CORRISPONDENTE DELL'ANSA



Theresa May ha compiuto una breve visita nella zona della Grenfell Tower. La premier britannica, vestita di nero, ha incontrato i pompieri e gli agenti di polizia impegnati nei soccorsi e si è fatta aggiornare sulla situazione parlando con la comandante della London Fire Brigade, Dany Cotton. Più tardi è attesa anche la visita del leader laburista Jeremy Corbyn.

Stampa Gb denuncia, tragedia evitabile
 - Sulla stampa britannica campeggia l'immagine della Grenfell Tower di Londra in fiamme come un atto d'accusa. Ad accompagnarla titoli che denunciano il catastrofico e micidiale incendio di ieri nel grattacielo popolare di North Kensington, a Londra, come una tragedia di fatto annunciata e molto probabilmente evitabile. Il Times titola "Il disastro in 15 minuti", indicando il tempo approssimativo che il fuoco ha impiegato a propagarsi nella struttura, per poi rievocare alcuni dei particolari più spaventosi della vicenda e sottolineare come gli abitanti avessero denunciato per tempo il rischio che quel palazzo potesse rivelarsi "una trappola". Mentre il Guardian punta direttamente sulle denunce inascoltate accusando: "Gli avvertimenti erano stati ignorati". Stessa lunghezza d'onda sul conservatore Daily Telegraph, che parla di una strage che "aspettava di accadere": covata dalla noncuranza di chi avrebbe dovuto raccogliere gli allarmi. Anche i tabloid sono critici, col Daily Mail che si chiede: "Come diavolo è potuto accadere?", e il Sun, "Gli avevano detto che era sicuro".



Monta la polemica sulla sicurezza. Si parla sempre più infatti di una tragedia annunciata dal comitato di inquilini, il Grenfell Action Group, che aveva lanciato negli anni numerosi allarmi, rivolgendosi in primo luogo alla ditta proprietaria dell'immobile, la Kensington and Chelsea Tenant Management Organisation (KCTMO), che li aveva rassicurati affermando che era tutto in regola. La torre era stata sottoposta di recente a un lavoro di ristrutturazione da 8,6 milioni di sterline, fra cui un nuovo rivestimento con materiale isolante, che si era concluso nel maggio 2016. Ma i residenti avevano avanzato forti dubbi sui lavori, sull'utilizzo massiccio di pannelli in plastica, quindi infiammabili, e sul fatto che i rischi di un incendio del palazzo rimanevano molto alti. Come se non bastasse le misure antincendio spiegate in appositi cartelli invitavano i residenti a chiudersi in casa e aspettare i pompieri. Non solo, non ha funzionato il sistema antincendio e nemmeno gli spruzzatori che possono contenere la diffusione delle fiamme. Un fatto simile era accaduto nel 2009 nel sud di Londra, quando era divampato un incendio in un condominio, la Lakanal House, e in quel caso erano morte sei persone. (ANSA)

Nessun commento:

Posta un commento