venerdì 30 giugno 2017

L'"accogliente" Macron

all'Italia: "Aiuti solo per

richiedenti asilo".


L'idolo della sinistra pro-immigrazione si sfila dall'Europa che promette aiuti all'Italia per far fronte all'emergenza.



L'Italia è in piena emergenza sbarchi. Di fatto sulle nostre coste gli sbarchi non si fermano più.



L'Europa fino a ieri è rimasta a guardare, mentre Italia e Grecia affogano sotto il peso della crisi migratoria. Ma adesso da Bruxelles, almeno a parole sono arrivate delle risposte. L'Italia sta mettendo in atto "sforzi eroici" nel gestire i flussi migratori sempre più pressanti. L'Italia, così come la Grecia, "sono Paesi che non vanno lasciati soli". Lo ha detto il presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, durante l'incontro dei leader europei a Berlino in vista del G20 della prossima settimana ad Amburgo. Sulla stessa linea anche il Commissario degli affari Interni, Avrampoulos: "Sono in contatto permanente con il governo italiano, oggi e domani ci sentiremo ancora. La cosa più importante è che l'Unione europea non lasci l'Italia da sola, siamo al fianco dell'Italia, capiamo perfettamente la situazione sul terreno e sono sicuro che la risolveremo". E anche altri leader europei hanno mostrato vicinanza al governo italiano: "Aiuteremo l’Italia anche da parte tedesca. Ci sta particolarmente a cuore questa situazione. Non possiamo accettare che in Libia regni l’illegalità e che essa diventi situazione permanente. Spero che a Tallin si riesca a trovare una soluzione concordata", ha affermato Angela Merkel. Dello stesso parere il premier spagnolo Mariano Rajoy: "Dobbiamo fare leva sui Paesi di origine dei flussi migratori. Siamo solidali con il governo e con il popolo italiani e assicuriamo qualunque aiuto all’Italia perchè la situazione non diventi insostenibile". Fuori dal coro invece la posizione della Francia. L'inquilino dell'Eliseo, Emmanuel Macron ha affermato: "La Francia deve fare la sua parte sull'asilo. Poi c'è il problema di rifugiati economici, e questo non è un tema nuovo: l'80% dei migranti che arrivano in Italia sono migranti economici. Non dobbiamo confondere". Insomma la Francia si tira indietro dal gruppo di Paesi europei che hanno promesso un aiuto sostanziale all'Italia. Solo qualche giorno fa a Ventimiglia era riesplosa la tensione tra Italia e Francia per i respingimenti di alcuni migranti con 400 persone rispedite in Italia. Adesso il presidente francese ha rincarato la dose...


Nessun commento:

Posta un commento