mercoledì 7 giugno 2017

Iran, sparatoria e ostaggi in

Parlamento. Colpi d'arma da

fuoco anche al monumento

Khomeini.


Tre persone hanno fatto irruzione nella sede del Parlamento a Teheran e hanno fatto fuoco, feriti una guardia e due civili.





Redazione ANSA
News

Quattro uomini hanno aperto il fuoco questa mattina nel palazzo del Parlamento iraniano a Teheran ferendo almeno otto persone tra cui due civili e uccidendo una guardia. I tre uomini armati che hanno fatto irruzione questa mattina nel palazzo del Parlamento di Teheran hanno preso degli ostaggi. Gli uomini imbracciavano Kalashnikov e armi Colt. Lo ha riferito all'agenzia di stampa Irna un parlamentare, Qolam-Ali Jafarzadeh Imenabadi, aggiungendo che, oltre alla guardia uccisa, altre due sono rimaste ferite. 
Colpi di arma da fuco sono stati uditi presso il monumento dedicato all'Ayatollah Khomeini a Teheran dove sarebbero entrati in azione quattro terroristi, incluso un attentatore suicida. Una persona è rimasta uccisa nell'esplosione innescata da un attentatore suicida nel mausoleo dell'imam Khomeini, a Teheran. Lo riferisce l'agenzia iraniana Fars, secondo la quale altre due persone sono rimaste ferite. Altre fonti parlano di una decina di feriti. La Fars aggiunge inoltre che oltre all'attentatore suicida, un altro assalitore è rimasto ucciso in uno scontro a fuoco, un secondo si sarebbe suicidato ingerendo una capsula di cianuro, e un terzo, una donna, sarebbe stata catturata.
Un'esplosione e' stata udita alla metropolitana del Mausoleo di Khomeini a Teheran: lo scrive l'agenzia di stampa iraniana Fars. La metropolitana si trova a due passi dal Mausoleo ed alcuni media ipotizzano si tratti di un terzo attacco.
Secondo l'agenzia di stampa iraniana Tasnim, uno degli assalitori del Parlamento iraniano, il Majlis, è riuscito a lasciare l'edificio e sta sparando in strada. Secondo il giornale online Shargh, un altro si sarebbe barricato in una stanza del complesso molto ampio del Parlamento e avrebbe detto di avere una cintura esplosiva.  (ANSA)

Nessun commento:

Posta un commento