giovedì 1 giugno 2017

Clima:

"Trump ritira gli Stati Uniti

dall'accordo di Parigi".

Indiscrezioni del sito Axios che cita due fonti. ma ancora non c'è la conferma ufficiale.




Redazione ANSA
News


"Sto sentendo molte persone su entrambe le parti". Cosi' il presidente degli Stati Uniti Donald Trump risponde a giornalisti che chiedono informazioni sulla sua decisione circa l'accordo sul Clima. Una risposta breve, a margine dell'incontro nello Studio Ovale con il primo ministro del Vietnam, Nguyen Xuan Phuc, ribadendo che annuncerà la sua decisione "molto presto".
Donald Trump avrebbe deciso di sfilare gli Stati Uniti dall'accordo di Parigi sul clima. Lo riferisce il sito web Usa Axios citando "due fonti vicine all'amministrazione". Non si ha ancora la conferma ufficiale della decisione.
Un piccolo team di esperti, tra i quali il capo dell'agenzia per la difesa dell'ambiente (Epa) Scott Pruitt, è al lavoro per definire i dettagli su come il ritiro dall'accordo verrà eseguito, scrive ancora Axios, secondo il quale in particolare si deve stabilire se avviare un completo ritiro formale - che potrebbe richiedere fino a tre anni - o una uscita dal trattato delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, che potrebbe essere una soluzione più veloce ma anche più estrema. Molto media americani stanno rilanciando la notizia, in particolare Abc e Cbs, che confermano le indiscrezioni con proprie fonti alla Casa Bianca.
Per contrasto, nel vertice di venerdì Ue e Cina annunceranno che continueranno a rispettare l'accordo di Parigi sul clima e nelle conclusioni, già "stabilizzate" sul tema, e saranno annunciati "dettagli sulle misure concrete di attuazione" dell'accordo. Lo indicano fonti europee a due giorni dal vertice che formalmente comincerà domani sera con la cena del premier Li Keqiang con i presidenti Donald Tusk e Jean-Claude Juncker all'Europa Building di Bruxelles. L'eventuale ritiro degli Usa "non è la fine del mondo", aggiungono le fonti.
A questo proposito il portavoce del governo tedesco ha commentato che Berlino "si riconosce in modo inequivocabile nell'accordo di Parigi: speriamo che gli Usa si sentano ancora vincolati a questo".
E da parte sua lo stesso Trump in un tweet fa sapere che "annuncerò la mia decisione sull'accordo di Parigi nei prossimi giorni. Facciamo di nuovo grande l'America".
Ratificato da un presidente, Barack Obama, l'accordo Cop 21 di Parigi sul clima può essere denunciato allo stesso modo dall'attuale inquilino della Casa Bianca, Donald Trump, senza passare per il Congresso. Gli Usa avevano annunciato la ratifica dell'accordo sulla riduzione delle emissioni di gas responsabili dell'effetto serra il 3 settembre 2016, insieme alla Cina, alla vigilia del G20 ad Hangzhou. La ratifica Usa porta la firma di Obama, uno dei principali artefici dell'intesa, senza l'approvazione del Senato (richiesta in genere per i Trattati) perché la sua amministrazione lo ha ritenuto un "accordo esecutivo" per il quale basta l'autorità del presidente. Che ora, sfruttando un meccanismo analogo, può anche decidere di ritirare gli Usa dall'accordo.

Casa Bianca gira domande su Russiagate a legale Trump - La Casa Bianca indirizzerà tutte le domande sul Russiagate all'avvocato privato di Donald Trump: lo ha detto il portavoce della Casa Bianca Sean Spicer.

Juncker, Trump non comprende accordo Parigi su clima - Il presidente Donald Trump non "comprende" bene i termini dell'accordo sul clima di Parigi. Lo ha detto il presidente della Commissione Ue, Jean-Claude Juncker, in un incontro a Berlino sottolineando che i leader europei hanno cercato di spiegargli il processo, nel corso del G7 a Taormina, con "frasi semplici". Il presidente americano pensa di poter ritirarsi "immediatamente" dall'accordo ma ci vorranno "tre o quattro anni anni per uscirne", ha aggiunto. (ANSA)

Nessun commento:

Posta un commento