venerdì 2 giugno 2017

CAMBIAMENTI CLIMATICI: 5 GRANDI PERICOLI E 5 GRANDI SUCCESSI SOTTO I NOSTRI OCCHI.


L'Accordo di Parigi passo storico. Al Gore, nonostante Trump, americani non tornano indietro.                                                              

                                                              

  • Blue Marm, la terra vista dallo spazio. fonte Al Gore site web












(di Alessandra Magliaro) -

L'Accordo di Parigi sul clima, elaborato nel 2015, è uno dei grandi successi internazionali del nostro tempo. In questo accordo storico – dal quale la presidenza americana di Donald Trump ora esce - 195 paesi in tutto il mondo, praticamente ogni nazione sulla terra, hanno decretato che le nazioni intraprenderanno rapide riduzioni delle emissioni di gas a effetto serra. L'obiettivo è quello di mantenere le temperature globali non più di oltre 2 gradi sopra rispetto ai livelli preindustriali, pur mantenendo un aumento di 1,5 gradi, conservando ecosistemi naturali come foreste e terreni che possono diventare gas a effetto serra. Inoltre è previsto il sostegno finanziario ai programmi di mitigazione e adattamento delle energie rinnovabili. L’Accordo inoltre incoraggia le nazioni sviluppate per aiutare i paesi vulnerabili a superare le perdite e i danni dei cambiamenti climatici.
Nel documentario Un Inconvenient Sequel: Truth to Power presentato al festival di Cannes dallo stesso ex vice presidente degli Stati Uniti Al Gore, uno degli artefici dell’accordo di Parigi e fortemente critico con la nuova amministrazione Trump in tema di clima, vengono messi in luce i pericoli in corso e insieme i grandi passi avanti fatti per contrastare i cambiamenti climatici.

"La rimozione degli Stati Uniti dall'accordo di Parigi è un'azione sconsiderata e indefinibile. E minaccia di danneggiare la possibilità di risolvere in tempo la crisi del clima. Ma - ha detto Al Gore a commento della notizia di Trump - non commettiamo errori: il popolo americano non arretrerà. I leader civici, i sindaci, i governatori, gli amministratori delegati, gli investitori e la maggioranza della comunità imprenditoriale affronteranno questa sfida del cambiamento climatico. Siamo nel mezzo di una rivoluzione di energia pulita che nessuna persona o gruppo può fermarsi. La decisione del Presidente Trump è profondamente in conflitto con ciò che la maggioranza degli americani vuole dal nostro presidente; Ma non importa ciò che fa, faremo in modo che la nostra inevitabile transizione verso un'economia energetica pulita continuerà".


Ecco i pericoli che minacciano il sistema ecologico del pianeta e il benessere dell'umanità:

• Le temperature continuano a salire -2016 è stato il più caldo anno - e il terzo anno consecutivo che ha ottenuto quella distinzione. E gli eventi climatici estremi sono diventati la regola piuttosto che l'eccezione. Le giornata con caldo record arrivano regolarmente, la loro frequenza è aumentata del 150% negli ultimi 30 anni. Con questo aumento è aumentata la siccità e gli incendi nelle regioni ‘vulnerabili’. Anche le temperature dell'oceano sono in aumento - dal momento che il 93% del caldo in eccesso nell'atmosfera terrestre viene intrappolato negli oceani - e mentre più acqua evapora dagli oceani nel cielo, viene portata riportata a terra dal fiume atmosferico. Il risultato sono piogge più intense e distruttive - e le inondazioni record. Le tempeste tropicali e gli uragani hanno suscitato disastri di massa, con devastanti perdite di vita e perdite economiche, in tutto il mondo e negli Stati Uniti.

• Quasi tutti i ghiacciai più importanti del mondo continuano a sciogliersi e il ghiaccio marittimo artico sta diminuendo più velocemente. - il novembre 2016 ha registrato record a ribasso della misura del livello di ghiaccio marino sia dall'Artico che dall'Antartico, mentre la Groenlandia sta perdendo una media di oltre 250 miliardi di tonnellate di ghiaccio ogni anno. Il ritmo del cambiamento ha stordito anche coloro che studiano il complesso gioco tra ghiacciai, oceani e atmosfera. Le estati artiche potrebbero presto essere prive di ghiaccio, secondo il National Snow and Ice Data Center. Mentre il ghiacciaio drammaticamente si fonde negli oceani, i livelli del mare crescono in tutto il mondo, mettendo milioni di persone che vivono in zone basse, a rischio di inondazioni irreparabili. Pur prevedendo la velocità di tale aumento non precisamente, i ricercatori dicono che le tendenze attuali suggeriscono un possibile aumento di sette metri di mare in questo secolo in alcune parti del mondo, che riformerebbe la mappa in modi quasi incomprensibili, causando centinaia di milioni di rifugiati climatici.

• I livelli di anidride carbonica hanno superato il benchmark cruciale di 400 ppm nel marzo del 2015 - l'ultima volta i livelli raggiunsero questa altezza, gli esseri umani non esistevano. I ricercatori hanno suggerito che i livelli di CO2 dovrebbero essere ridotti sotto i 350 ppm per evitare gli effetti più disastrosi dell'estrema crisi del clima. Tuttavia, a partire dal 2016, l'81% di tutta l'energia prodotta nel mondo rimane basata su combustibili di carbonio.

• Miriadi di crisi internazionali sono ora scientificamente legate al cambiamento climatico, incluse le perdite globali della biodiversità - con il 25% circa di tutte le specie di terreni in pericolo di estinzione entro il 2050 a causa dell'habitat riducente. La diversità genetica sta diminuendo tra le specie che non possono adattarsi abbastanza velocemente alle variabili temperature. Il distacco della natura porta una sconvolgente perdita non solo di meraviglia ma di equilibri naturali. La rapida diffusione delle malattie pandemiche, dalla febbre dengue a Zika, è stata rintracciata a microrganismi infettivi - le zanzare e altri "vettori" che li portano - ora in fiamme in latitudini più elevate. Altri effetti crescenti sulla salute umana includono la malnutrizione da colture fallite e l'aumento della malattia polmonare causata da inquinamento dell'aria pesante.


• I costi economici del cambiamento climatico continuano ad aumentare - quest'anno, il Forum economico mondiale di Davos ha definito la crisi del clima la più grande minaccia per l'economia mondiale. Nel 2015, l'ONU ha stimato che i danni causati dal clima provocano 15 milioni di persone provenienti dalle loro case, peggiorando notevolmente la crisi dei rifugiati nel mondo, che a sua volta è un enorme problema economico e politico, anche destabilizzando l'equilibrio politico ed economico in Europa. Il conflitto siriano in corso, che ha sfollato milioni, costa miliardi e ha aperto le porte dell'inferno, è stato immediatamente preceduto dalla peggiore siccità regionale in 900 anni, che ha distrutto il 60% delle aziende siriane e ha ucciso l'80% del bestiame siriano. Durante questo periodo, 1,5 milioni di rifugiati climatici migrarono nei centri urbani, continuando a sondare le fiamme del conflitto civile.


Ecco i risultati positivi sotto i nostri occhi di quello che è stato fatto per arginare il problema del drammatico cambiamento climatico. Risultati che riguardano le politiche dei governi e i nostri singoli stili di vita:


• Per la prima volta le città in tutto il mondo stanno raggiungendo l'obiettivo di utilizzare l'elettricità rinnovabile al 100%, tra cui Rockport, Missouri, Greensburg, Kansas, Burlington, Vermont, Aspen, Colorado, Columbia, Maryland e Kodiak Island, Alaska negli Stati Uniti. Stanno rapidamente avvicinando tale obiettivo. Molti paesi europei hanno raggiunto giorni in cui il 100% delle loro necessità elettriche sono state soddisfatte da fonti rinnovabili, soprattutto a vento e solare. Più di un terzo dell'elettricità tedesca è ora distribuito regolarmente con le energie rinnovabili. In molte parti del mondo, ora è più conveniente ottenere elettricità via il vento e il sole che dai combustibili fossili.


• Gli investimenti globali nella produzione di energia elettrica rinnovabile superano ora i combustibili fossili. Gli investimenti che aumentano rapidamente in energia solare ed eolica, tecnologia delle batterie e veicoli elettrici stanno rapidamente diminuendo la dipendenza dai combustibili fossili e offrono straordinarie promesse per ulteriori scoperti. I mercati sono sempre più allontanati dai combustibili fossili e le utilities elettriche stanno pianificando un futuro a basso tenore di carbonio economicamente conveniente. Mentre l'economia da sola non risolve rapidamente la crisi climatica, le tendenze economiche hanno messo la scrittura a mano sul muro: il futuro appartiene alle energie rinnovabili.

• L’energia solare ed eolica ha superato tutte le aspettative, crescendo in modo esponenziale. Nel 2000, le proiezioni sono state che entro il 2010 il mondo potrebbe installare 30 gigawatt di capacità di energia eolica. Nel 2015, la realtà è stata di 14 volte quella. Il solare è andato ulteriormente oltre le proiezioni. Le aspettative erano che un gigawatt all'anno di energia solare potrebbe essere installato entro il 2010. La previsione per il 2016 è stata di 70 volte quella. E il costo delle celle solari è sceso dell'85% negli ultimi 10 anni. In un numero crescente di regioni, il potere solare ha raggiunto la parità di griglia - il punto in cui il costo diventa uguale o minore dell'elettricità dei combustibili fossili convenzionali. Il Cile è passato da 11 megawatt di energia solare nel 2013 a 400 megawatt di energia solare nel 2014 a un enorme 850 megawatt nel 2015 ed è ora in procinto di aggiungere 13,3 gigawatt di capacità di energia solare. Nel frattempo, negli Stati Uniti, i segni sono forti che il desiderio e la domanda del sole e del vento del pubblico sono in aumento; È una mancanza di accesso che ha limitato una maggiore crescita.

• Le più grandi espansioni nei combustibili rinnovabili stanno arrivando nei paesi in via di sviluppo. Paesi che oggi non dispongono di grandi reti elettriche e di infrastrutture a base di combustibili fossili hanno sfruttato l'opportunità di passare direttamente alle tecnologie sostenibili, tra cui il solare e il vento. - proprio come molti di questi stessi paesi hanno adottato rapidamente i telefoni cellulari senza costruire una griglia telefonica a terra. Anche se ci sarà bisogno di cooperazione globale per farlo funzionare, esiste una grande opportunità per i paesi di forgiare nuovi modelli di business che escludono le metodologie obsolete e drasticamente riducono le emissioni anche quando lo sviluppo va avanti.

• L'Osservatorio di Clima Deep Space (DSCOVR), lanciato nel 2015, fornirà dati climatici senza precedenti. Questo lancio è stato un sogno per Gore, che nel 1998 ha proposto per la prima volta un satellite unico che avrebbe seguito i cambiamenti della terra. Fornirà vedute della terra nello spazio, avvertirà delle tempeste solari e porterà i dati che renderanno modelli di cambiamento climatici molto più accurati e migliorerà la nostra comprensione dell'equilibrio energetico della terra. (ANSA)


Nessun commento:

Posta un commento