giovedì 8 giugno 2017

Bufera in Aula, voto segreto

diventa palese sul tabellone.


"Un disguido", un "problema tecnico". Così la presidente, Laura Boldrini, spiega subito quanto è successo sul tabellone elettronico dell'Assemblea di Montecitorio.


È bagarre in Aula alla Camera sulla legge elettorale quando il tabellone elettronico situato in alto nell'emiciclo mostra per errore l'andamento della votazione a scrutinio segreto sull'emendamento Biancofiore che poi ha mandato momentaneamente in pezzi l'alleanza elettorale tra Fi-Md-M5S-Lega.





Il "problema tecnico" dura pochi secondi ma quei pochi istanti (grazie alle lucine rosse del voto contrario, alle verdi di quello favorevole e bianche per l'astensione) bastano a far vedere come hanno votato i vari deputati. Pochi istanti per svelare voti favorevoli nei banchi del Pd e di Forza Italia.
Il giallo del tabellone manda in tilt l'Assemblea di Montecitorio e scatena un polverone di polemiche. Nel mirino anche la presidente della Camera, Laura Boldrini, accusata da alcuni parlamentari di non aver avvisato per tempo che stava per scattare una votazione segreta. Boldrini chiede di correre ai ripari e le lucine diventano tutte azzurre e sottolinea: "C'è stato un problema tecnico, avevo già detto che era un voto segreto, colleghi c'è stato un disguido". Ma il clima ormai si è fatto incandescente. Massimo Corsaro non ci sta: "Il responsabile di ciò deve essere allontanato". -

Nessun commento:

Posta un commento