venerdì 5 maggio 2017

Trump vince, Camera vota

fine Obamacare.

Ora provvedimento va in Senato,

passaggio più difficile.





Redazione ANSA  NEW YORK
News


"L'Obamacare e' stata una catastrofe, ora e' morta": esulta Donald Trump. "E' un grande piano e sono fiducioso che passerà anche al Senato", afferma il presidente americano che ha riunito nel Rose Garden della Casa Bianca tutti i deputati repubblicani, congratulandosi in particolare con lo speaker Paul Ryan.
Il testo approda ora in Senato dove la strada si presenta in salita, con alcuni repubblicani che si sono già detti contrari. In Senato i repubblicani hanno una maggioranza ancora più esigua che alla Camera e serve un compromesso per il passaggio di qualsiasi misura. Alcuni senatori repubblicani criticando il testo approvato hanno già dichiarato che scriveranno un loro provvedimento. Nonostante questo, l'ok della Camera rappresenta un importante passaggio simbolico in grado di mostrare come l'agenda Trump possa andare avanti e non è, come si temeva, bloccata nonostante i repubblicani controllino il Congresso e la Casa Bianca.
Il voto rischia di aver pesanti conseguenze per milioni di pazienti, per l'agenda di Donald Trump e per lo speaker della Camera, Paul Ryan, che ha gia' fallito due occasioni di portare il progetto al voto. Il provvedimento ha gia' sollevato le critiche dei democratici e delle associazioni di medici. ''Si rischiano gravi danni per i pazienti, milioni di americani perderanno l'assicurazione sanitaria come diretto risultato del progetto'' afferma l'American Medical Association. Critici anche molti senatori repubblicani, che intendono rivedere la misura quando e se arrivera' in Senato. Ma il passaggio alla Camera ha un valore simbolico importante perche' consente ai repubblicani di mantenere quella promessa che portano avanti da sette anni di smantellare l'Obamacare. -

Nessun commento:

Posta un commento