domenica 21 maggio 2017

Trump a Riad atteso discorso

sull'Islam. Ombre Russiagate

Il presidente del partito democratico: 'Se ne deve andare'. Il cofondatore di twitter: 'Scusate per l'aiuto che gli abbiamo dato'.




Redazione ANSA NEW YORK
News


E arriva il duro attacco contro Trump del presidente del partito democratico Usa Tom Perez: "E' il presidente più pericoloso della storia americana. Se ne deve andare". Da settimane molti democratici auspicano l'impeachment del presidente per le vicende del Russiagate. Un obiettivo non facile da raggiungere considerando che al Congresso i repubblicani sono in maggioranza sia alla Camera che al Senato. Almeno fino al 2018 quando ci saranno le elezioni di metà mandato che rinnoveranno gran parte del Congresso.
A prendere le distane dal presidente Usa è anche il cofondatore di Twitter Evan Williams che ha chiesto pubblicamente scusa in un'intervista al New York Times per il contributo che il social media potrebbe aver dato alla vittoria elettorale di Donald Trump. "E' stata un brutta cosa, perchè senza Twitter molto probabilmente non sarebbe diventato presidente", ha detto Williams: "Mi dispiace".
Intanto oggi è la giornata dell'atteso discorso che il presidente americano si appresta a pronunciare domani davanti a 50 leader musulmani. A dominare dovrebbe essere l'appello all'unità nella lotta al terrorismo, e l'invito ai Paesi musulmani a combatterlo con determinazione al loro interno, dando la caccia ai militanti jihadisti e contribuendo a fermare il flusso di ritorno dei foreign fighter in America e in Europa. (ANSA)

Nessun commento:

Posta un commento