sabato 20 maggio 2017

TEMPLI E DIMORE FILOSOFALI

Rappresentazioni archetipiche nell'Orto Botanico di Palermo .


L’Orto Botanico di Palermo forse è stato realizzato non solo per custodire piante, utilizzate in passato dai medici nella cura delle malattie, ma anche come luogo di riflessione per riscoprire l’Anima.

Infatti, osservando gli edifici storici, Tepidarium e Calidarium, rispettivamente a destra e a sinistra del Gymnasium, realizzati tra il 1789 ed il 1797, si notano dei rilievi, simili alle metope degli antichi templi greci, che rappresentano delle figure mitologiche, aventi un preciso significato.
Ogni figura mitologica era contraddistinta da un simbolo astrologico, attualmente visibile solo su alcune.

Il Tepidarium è caratterizzato dalla rappresentazione degli archetipi planetari, con particolare riguardo all’archetipo solare. Precisamente figurano sette divinità (Saturno, Giove, Marte, Apollo/Sole, Venere, Mercurio, Luna) associate ai sette pianeti (“erranti”) della tradizione tolemaica.
Il Calidarium completa il quadro simbolico ed astrologico con le figure dei segni zodiacali.  
 
  
Saturno, tiene nella mano destra la falce del tempo.
 
 
 
Giove è affiancato dall’aquila, animale a lui sacro, e tiene
nella mano sinistra lo scettro del potere.
 
 
 
Marte, dio della guerra, si contraddistingue per l’elmo, la spada, lo scudo e la lancia.
 
 
 
In questo caso, l’artista ha voluto evidenziare l’aspetto apollineo del Sole. Infatti, Apollo è il giovane dio arciere, che lancia i suoi dardi luminosi, inoltre è dio della musica e patrono della medicina.
 
 
 
Venere con suo figlio Cupido.
 
 
 
Mercurio nella mano destra tiene il caduceo ermetico,
sua insegna.


 
La Luna tiene nella mano destra una torcia rivolta verso il basso, simbolo della notte.

Infine sono presenti altre quattro figure, rappresentazioni del Sole, in vari aspetti: la prima simbolizza il tempo scandito dal Sole che  attraversa la fascia dello Zodiaco, con in evidenza il segno zodiacale del Leone; mentre le altre tre figure, indicano il Mattino, il Giorno e la Sera.

 
Helios/Sole che scandisce il tempo attraversando i dodici
segni zodiacali. E’ evidenziata la costellazione del Leone.
 
 
 
L’Aurora tiene nella mano sinistra una freccia, sulla quale
figura una stella a cinque punte, simbolo di Venere mattutina, Fosforo/Lucifero, il pianeta che “porta luce”. Di fronte, un gallo, simbolo del Mattino.
 
 
 
Rappresentazione del Sole al suo culmine. Giovane con il disco solare nella mano destra ed una fiaccola rivolta verso l’alto nella mano sinistra, quest’ultima simbolo del Giorno.


 
Artemide, divinità associata alla luce lunare, è munita di
arco e frecce. Accanto un cane, animale a lei sacro.
Artemide nell’antichità presentava tre aspetti: celeste
(la Luna), terrestre (dea della caccia) e infernale
(la dea Ecate).  


GASPARE LICANDRO

Nessun commento:

Posta un commento