martedì 2 maggio 2017

Palermo –

Il no dell’avvocatura al

disegno di legge del

ministro della Giustizia.


da www.canalesicilia.it  

Carmelo Occhiuto - Palermo

I rappresentanti delle Camere penali di tutta la Sicilia, compresa quella di Patti, nella foto il presidente Avv. Carmelo Occhiuto,  si sono dati appuntamento al palazzo di giustizia di Palermo per ribadire il no dell’avvocatura al disegno di legge del ministro della Giustizia che dovrebbe riformare presto il codice penale e quello di procedura penale.
“Il progetto incide sui diritti inalienabili dell’imputato”, dice l’avvocato Vincenzo Zummo, presidente della Camera penale di Palermo.
“In particolare, è prevista la partecipazione a distanza del detenuto, senza una concreta interlocuzione con il suo difensore. Inoltre – accusano i legali – vengono allungati a dismisura i termini di prescrizione”. Gli avvocati accusano il governo di “voler imbavagliare la discussione in Parlamento su temi così delicati attraverso un voto di fiducia”. Le toghe saranno nuovamente in astensione dal 2 al 5 maggio. -

(di Salvo Palazzolo. Foto Igor Petyx – Repubblica Palermo)

Nessun commento:

Posta un commento