venerdì 19 maggio 2017

Milano, immigrato

accoltella militare e

poliziotto in Centrale.

L'uomo, un marocchino, si è ribellato ai controlli e ha reagito. Il militare e l'agente ricoverati in ospedale.


Due militare e un poliziotto sono stati feriti con un coltello da un immigrato marocchino in stazione centrale a Milano questa sera.


I due militari e l'agente si sono avvicinati per un controllo all'uomo. In pochi attimi il marocchino si è ribellato ai controlli e ha attaccato il poliziotto e i militari con un coltello. Il poliziotto, dopo l'intervento dei soccorritori è stato trasferito in ospedale in codice verde. Ben più serie le condizioni invece di un militare che è stato portato in ospedale in codice giallo. L'altro ha riportato ferite lievi. Sul posto sono arrivate quattro ambulanze e la polizia scientifica. Adesso gli inquirenti dovranno accertare l'esatta dinamica di quanto accaduto. Solo qualche giorno fa in stazione centrale era stata avviata una vasta operazione di polizia per l'emergenza migranti. Infatti, soprattutto la sera, la stazione è diventato un luogo abbastanza pericoloso. E in questo caso a farne le spese sono stati un poliziotto e un militare.

L’aggressore, un marocchino di 21 anni nato a Milano ma da genitori stranieri, era già stato arrestato a dicembre per droga dalla polizia. All’atto del controllo da parte del militare e dell’agente il giovane ha tirato fuori due coltelli da cucina che aveva addosso e li ha feriti. È stato però subito immobilizzato, quindi arrestato e portato in questura. -

Nessun commento:

Posta un commento