lunedì 22 maggio 2017

Lo Voi, imitatori Falcone

fanno ridere.

"Non si cercano prove dopo aver arrestato

qualcuno, ma prima".




Redazione ANSA PALERMONews


(ANSA) - PALERMO, 21 MAG - "Imitatori di Falcone e Borsellino ce n'erano, e soprattutto ce ne saranno successivamente a loro; ma come spesso succede con gli imitatori, a volte qualcuno di questi ha suscitato un po' di ilarità e l'imitazione non è mai riuscita. Pur conoscendo centinaia di colleghi bravissimi, da magistrato devo purtroppo riconoscere che non ce ne sono stati altri magistrati come loro". L'ha detto il procuratore capo di Palermo, Francesco Lo Voi, intervenendo alla presentazione, con Maria Falcone, di due libri dedicati a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino nella chiesa di San Domenico a Palermo, dove sono state traslate le spoglie del giudice ucciso a Capaci nel 1992.
    "Falcone aveva ottimi rapporti con i giornalisti, però notizie non ne uscivano", ha aggiunto. E sul metodo Falcone: "Non andare a caccia di prove dopo aver arrestato qualcuno, ma avere le prove prima per evitare di far inutilmente male a un innocente e far perdere tempo al sistema". (ANSA)

Nessun commento:

Posta un commento