martedì 2 maggio 2017

"L'Europa a rischio attentati"

Ora gli Usa lanciano l'allerta

Il dipartimento di Stato Usa mette l'Europa nella lista dei Paesi a rischio. I nostri servizi non sono in grado di prevenire gli attacchi islamisti.

Gli Stati Uniti hanno lanciato un'allerta sui viaggi in Europa per il rischio di attentati terroristici.



"Mentre i governi locali continuano le operazioni antiterrorismo - si legge nell'alert - il dipartimento resta preoccupato per la possibilità di attacchi terroristici. I cittadini americani dovrebbero stare sempre in allerta sulla possibilità che simpatizzanti dei terroristi o estremisti radicalizzati possono condurre attacchi". Un allarme, quello lanciato dal dipartimento di Stato americano, che svela l'impotenza dei servizi segreti europei a sventare gli attacchi jihadisti.
Nel mettere in guardia i cittadini americani, il dipartimento di Stato statunitense cita i recenti attacchi in Francia, Russia, Svezia e Regno Unito. Attentati sanguinari condotti da lupi solitari che dimostrano come lo Stato islamico e al Qaeda "abbiano la possibilità di pianificare ed eseguire attentanti terroristici in Europa". Nel travel alert viene, poi, osservato come gli attentatori abbiano preso di mira soprattutto i siti turistici. Le intelligence dei diversi Paesi sono continuamente in contatto e condividono informazioni su possibili jihadisti presenti sul proprio territorio, ma puntualmente non sono in grado di fermarli. Tanto che negli ultimi tre anni si sono susseguiti, con cadenza regolare, attacchi al cuore dell'Europa.
Prima delle scorse vacanze natalizie Washington aveva già lanciato un'allerta sui viaggi nel Vecchio Continente. "I cittadini degli Stati Uniti devono prestare attenzione in occasione degli eventi festivi e dei mercati all'aperto", aveva scritto a novembre il dipartimento di Stato americano specificando che esistevano informazioni credibili sul fatto che lo Stato islamico, al Qaeda e i loro affiliati abbiano in programma attacchi in Europa. E così è stato. Il più eclatante è stato l'attentato al mercatino di Natale a Berlino. In quell'occasione l'amministrazione Obama aveva chiesto attenzione a coloro che avrebbero preso parte a "grandi eventi, visitano siti turistici, utilizzano mezzi pubblici e frequentano luoghi di culto, ristoranti, hotel". Il travel alert dello scorso novembre era rientrato lo scorso febbraio. Questa nuova allerta diramata dall'amministrazione Trump resterà in vigore fino al primo settembre, ovvero fino alla fine del periodo delle vacanze estive. -

Nessun commento:

Posta un commento