lunedì 22 maggio 2017

Legge elettorale:

Alfano: "Riteniamo

di avere mani libere".

Leader Ap: "Pd sembra stia facendo

alleanze fuori da maggioranza".




"Il Pd sembra che stia facendo alleanze fuori dalla maggioranza, quindi riteniamo di avere le mani libere sulla legge elettorale" ha detto il leader di Ap Angelino Alfano. "Aspettiamo che gli atti arrivino in Parlamento prima di giudicare; abbiamo una proposta, presenteremo emendamenti. La scorsa settimana è cominciata con ipotesi di accordo Pd-Verdini-Salvini,proseguita con un'intesa Renzi-Berlusconi. Oggi capogruppo PD alla Camera si dice pronto a votare subito.Siamo estranei a questo dibattito".
Salvini,  patto Berlusconi-Renzi? No a minestroni  - "Secondo lei? Se Berlusconi e Renzi propongono una legge proporzionale come in Germania, dove per altro i principali partiti di centro-destra e centro-sinistra governano insieme, dove vogliono arrivare?". Matteo Salvini risponde così a Rtl 102.5, alla domanda se il dialogo sulla legge elettorale tra i due leader possa essere l'anticamera a un nuovo patto del Nazareno.
"A me - sottolinea - non piacciono i minestroni, perché i minestroni alla Monti hanno partorito la legge Fornero, un aumento di debito pubblico, un aumento di pressione fiscale: in Italia chi produce paga il 64% di tasse, fino al 27 agosto si lavora per lo Stato, siamo al terzo mondo. Detto questo, per scongiurare questa ipotesi di minestrone, noi siamo d'accordo, gli italiani votino entro settembre, e poi avremo una proposta seria, coerente, realizzabile, è da due anni che proponiamo, numeri alla mano, la tassa unica al 15% per tutti gli italiani. Da due anni ci dicono che non si può e adesso la applicheranno Trump negli Stati Uniti e la May a Londra, se lo fanno a Londra e New York perché non possiamo farla a Milano e Roma? Quindi dico: andiamo avanti con la legge elettorale che vogliono Renzi e Berlusconi, votiamo a settembre, poi saranno gli italiani a scegliere". (ANSA)

Nessun commento:

Posta un commento