giovedì 18 maggio 2017

Il comitato per la salute prova a mettere insieme

le proposte di Milazzo e Barcellona.

Autore: redazione.
Pubblicato il 17 maggio 2017 da www.24live.it



Il comitato per tutela del diritto alla salute di Barcellona e Milazzo, in un ritrovato clima di viva cordialità e rispetto dei reciproci ruoli, si è organizzato un incontro presso il Palazzo Comunale di Milazzo con i Sindaci di Milazzo e Barcellona Pozzo di Gotto per raggiungere l’univocità d’intenti sulla questione aperta in merito agli Ospedali del comprensorio tirrenico, considerato che la recente rimodulazione del Piano regionale della rete ospedaliera ha penalizzato i due nosocomi in termini di specializzazioni e posti letto a totale vantaggio della sanità messinese.
“Dopo un proficuo confronto – si legge in una nota del comitato – il dott. Roberto Materia, Sindaco di Barcellona Pozzo di Gotto  e l’avv. Giovanni Formica, sindaco di Milazzo, hanno convenuto sulla necessità di fare fronte comune per il riconoscimento e attuazione concreta di un Ospedale di 1° livello che venga dotato di tutti i servizi e reparti previsti dalla normativa vigente (legge Balduzzi). Si trovata l’intesa per proporre in tempi stretti un tavolo tecnico presso l’assessorato regionale alla salute, nel quale le Comunità di Milazzo, Barcellona e Comuni dei distretti sanitari 27 e 28 produrranno un documento congiunto che rappresenti la proposta sintetica della domanda di Salute nascente dal territorio che dovrà trovare risposta  all’interno dei due nosocomi che con non può prescindere dall’emergenza urgenza con tutto ciò che esso comporta e dai criteri di sicurezza, efficienza e efficacia a garanzia dell’incolumità e del bisogno di cura dell’utenza, in relazione ad una offerta sanitaria di 1° livello. I due sindaci faranno appello a tutte le forze politiche presenti all’ARS affinchè le risorse spettanti in materia di Salute pubblica ritornino a disposizione delle Comunità di Milazzo e Barcellona Pozzo di Gotto, consentendo la materiale attuazione di un Ospedale di 1° livello”. -

Nessun commento:

Posta un commento