venerdì 19 maggio 2017

Corruzione a Trapani:

3 in manette, indagati

sottosegretaria Vicari

e Crocetta.

Arrestati l'armatore trapanese Morace e il candidato sindaco Fazio. Sotto inchiesta anche il sottosegretario Vicari.

Un noto armatore, Ettore Morace, e il deputato regionale siciliano Girolamo Fazio, candidato sindaco di Trapani alle prossime elezioni amministrative, oltre a un funzionario regionale, Giuseppe Montalto, sono stati arrestati dai carabinieri con l'accusa di corruzione.


Il Presidente della Regione Sicilia Rosario Crocetta

L’inchiesta piomba nel pieno del clima elettorale a Trapani alla vigilia delle consultazioni per il rinnovo dei vertici municipali. Perché oltre all’arresto di Fazio, ieri il senatore di Forza Italia, e candidato sindaco, Antonino D’Alì ha deciso di abbandonare la campagna elettorale dopo la richiesta dell’Antimafia di Palermo di obbligo di soggiorno in quanto ritenuto dai pm "socialmente pericoloso".

Ma l'indagine si rivela anche un'altra tegola per il governo: per corruzione è indagata anche Simona Vicari, sottosegretaria al Ministero per lo Sviluppo economico e senatrice di Alternativa popolare e il cui fratello è anche dipendente della Liberty Lines di Morace.

Secondo l'accusan la Vicari avrebbe infatti ricevuto come regalo di Natale un Rolex da parte Morace in cambio di un emendamento che riduceva l'Iva dal 10 al 4% sul trasporto marittimo. In questo modo, secondo i pm, Morace avrebbe ottenuto un risparmio di "almeno sette milioni di euro". Infine nell'inchiesta sarebbe coinvolto anche il presidente della Regione Sicilia, Rosario Crocetta, indagato per concorso in corruzione. Ma il governatore per il momento ha fatto sapere di "non sapere nulla". -


Nessun commento:

Posta un commento