Ventitré persone sono state arrestate dalla Guardia di finanza a conclusione di un’indagine sull’Istituto superiore di studi musicali ‘Vincenzo Bellini’ di Catania che ha portato alla scoperta di un ‘buco’ di 14 milioni.
Il Gip ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per sei degli indagati e 17 arresti domiciliari, e anche disposto il sequestro preventivo equivalente di beni per 14 milioni di euro. I reati contestati, a vario titolo, sono peculato continuato, ricettazione, riciclaggio e associazione a delinquere finalizzata al riciclaggio connessi alla illecita distrazione e depauperamento di risorse finanziarie dell’Istituto pubblico catanese. (ANSA)