martedì 16 maggio 2017

Berlusconi: "Per essere uniti

bisogna sapersi comportare"


Il Cav a Salvini: "L'unità è fondamentale, ma bisogna essere corretti". Poi la battuta su Macron: "Ha una bella mamma..."

"L'unità del centrodestra è fondamentale. Se siamo uniti si vince, però per essere uniti bisogna anche sapersi comportare l'un l'altro in una maniera corretta ed educata".



Così Silvio Berlusconi, a margine di una iniziativa elettorale a Monza, replica alle parole del leader della Lega Matteo Salvini che oggi lo ha accusato di tenere il "piede in due scarpe". "Io voglio vincere e quindi per vincere è importante che tutto il centrodestra corra insieme", sottolinea il leader di Forza Italia. E quanto ai rapporti con la Lega aggiunge: "Quando ci sono idee diverse, si supera. E si discute magari prima. Finora con la Lega non ho mai trovato eccessive difficoltà per arrivare a un accordo sul programma".
"Non sono mai venuti ad Arcore con il cappello in mano. Comunque quando sono venuti, si sono trovati molto bene, perché la cucina è eccezionale, l'accoglienza cordialissima e le idee sono il meglio che si possa trovare in circolazione", aggiunge il leader di Forza Italia rispondendo a Salvini che ha affermato che è finita l'epoca in cui la Lega andava ad Arcore con il "cappello in mano" a elemosinare alleanze.
Sulla legge elettorale non cambia idea e ribadisce la sua posizione a favore del proporzionale. E sulle prossime elezioni spiega: "Penso che la scelta più giusta e logica sia alla scadenza naturale della legislatura, cioè a febbraio dell'anno prossimo, e mi sembra un discorso da politicante quello di dire 'andiamo al voto a ottobre per non dover fare la legge Finanziaria. Se si fanno discorsi diversi è perché si pensa solo ai propri interessi di partito e non a quello del paese. Se c'è da fare una legge dura, se è necessaria, la si deve fare".
Poi il passaggio sulla legittima difesa ("Nelle strade italiane si compie un reato di strada al minuto, ogni 2 minuti avviene un furto in appartamento. È insensata la legge votata dal parlamento che legittima la difesa solo di notte") e sul candidato sindaco a Monza Dario Allevi ("Conosco la sua storia e conosco il suo amore per Monza. Bene che intorno a Dario si sia realizzata l'unità del centro-destra. Si vince solo se il centro-destra è unito. Le estreme non vincono mai, lo abbiamo visto nei giorni scorsi: il voto a Macron è stato un voto contro la Le Pen).
Infine una battuta proprio su Macron: "È un bel ragazzo che ha una bella mamma. Macron è un ragazzo brillante, certo ha avuto la fortuna di avere una mamma bella che lo porta sotto braccio". -

Nessun commento:

Posta un commento