Cortometraggi, documentari, libri, masterclass. Tutto questo è il “Regalbuto Cinema Film Festival”, rassegna riservata ai giovani artisti cinematografici che si svolgerà al Cine Teatro Urania dal 27 al 30 aprile. La kermesse, organizzata dal Comune e dalla Pro Loco di Regalbuto, con la direzione artistica di Beppe Manno (giuria composta da Fabio Leone – presidente – , Antonella Barbera, Davide Vigore e Vito Cardaci), è ricca di “opere prime” che per tre giorni saranno proiettate all’interno di questa sala cinematografica che fino a pochi anni fa versava in condizioni precarie e che da poco tempo – grazie ad un prezioso lavoro di restauro – è stata restituita ai cittadini della cittadina ennese
Sarà il libro di Luciano Mirone “Il set delle meraviglie” (L’informazione) ad aprire (giovedì alle 18) il programma della manifestazione. Un volume dedicato ai film più belli girati in Sicilia (quattordici in tutto: dal Gattopardo al Padrino, da Nuovo cinema paradiso al Postino, fino a I cento passi) che hanno fatto sognare il mondo.


Beppe Manno, direttore artistico del “Regalbuto Festival . Sopra: il logo col programma della manifestazione
La seconda giornata si apre alle 10 con il masterclass dal titolo: “Il valore del cinema indipendente e la sua distribuzione”: relatori Sino Caracappa, vice presidente Fice (Federazione italiana cinema d’essai) e  Giovanni Virgilio, regista e  delegato per la Sicilia dell’Associazione giovani produttori cinematografici indipendenti. A seguire il film “La bugia bianca” di Giovanni Virgilio. Quindi alle 12 la proiezione del secondo blocco di otto cortometraggi. Nel pomeriggio (ore 16) un’altra “chicca” del Festival: il documentario “L’albero di giuda” del regista di Regalbuto, Vito Cardaci, vincitore del Bit&Fest di Bari 2015. Alle 18 replica dei cortometraggi in concorso. Alle 20 il film  “La bugia bianca” di Giovanni Virgilio, per non dimenticare le vittime invisibili della guerra”, mentre alle 21,30 il concerto “Il tempo e la voce” del duo  Giuseppe Di Bella e Enrico Coppola chiuderà la seconda giornata.
Terza giornata (30 aprile) ricca di eventi d’autore.  Si comincia alle 10 con il terzo masterclass sul tema: “Il cinema del reale”, incontro con la regista Paola Salerno e proiezione del documentario  “Il matrimonio” , presentato al Bellaria Film Festival 2016. Alle 12 proiezione del terzo blocco di 8 cortometraggi, alle 16 proiezione del corto “La viaggiatrice” di Davide Vigore, presentato alla 73^ Mostra del Cinema di Venezia. Alle 17 proiezione del cortometraggio “D’amurusu paisi” di Antonella Barbera e Fabio Leone. Alle 18 replica dei cortometraggi in concorso, alle 20 proiezione del film “I siciliani” di Francesco Lama, presentato al Taormina Film Fest 2016 e al Bafta di Londra.
A fine serata premiazione della giuria tecnica al miglior cortometraggio “Premio della critica” e la premiazione giuria del pubblico, giuria degli studenti  ai migliori cortometraggi. Quindi la  proiezione del corto vincitore del concorso.-

Barbara Contrafatto