venerdì 21 aprile 2017

OLIVERI: DOPO OLTRE UN VENTENNIO DAL PRIMO FINANZIAMENTO E D UN QUINQUENNIO DALL'ULTIMAZIONE DEI LAVORI, IL LOCALE CENTRO DIURNO PER ANZIANI RESTA INUTILIZZATO SENZA APPARENTE GIUSTIFICATO MOTIVO.


_______________


Domenica inaugurazione

Centro Diurno Integrato

della Fondazione

Mancuso Onlus.


San’Agata Militello – La Fondazione Avv. Salvatore Mancuso Onlus domenica 23 Aprile, alle ore 17.30, inaugurerà il Centro Diurno Integrato, presso i locali di Via Cosenz n. 42.

Il Centro è realizzato con il contributo economico di Enel Cuore Onlus e il sostegno di Bioera, accoglie, durante la giornata, persone con disabilità fisica o intellettiva, mirando, allo stesso tempo, alla loro crescita evolutiva nella prospettiva di una progressiva e costante socializzazione, con l’obiettivo di sviluppare le capacità residue e di operare per il mantenimento dei livelli acquisiti.
Il CDI offre ai propri utenti una struttura fatta di spazi educativi e ricreativi diversificati e consta interventi socio-educativi mirati e personalizzati. Tale struttura ha lo scopo di svolgere una funzione socio-assistenziale e socio-educativa sul singolo individuo per il recupero delle capacità fisiche ed intellettuali residue al fine di migliorarne le capacità relazionali e d’inserimento sociale.
L’obiettivo primario che il centro si prefigge di raggiungere è il miglioramento della qualità della vita della persona con disabilità attraverso la realizzazione di percorsi educativo-riabilitativi individualizzati.

I numerosi servizi prevedono: un piano di intervento, individuale, educativo-riabilitativo che tenga conto delle diverse abilità possedute, la realizzazione di laboratori che consentano alle persone con disabilità di potenziare le proprie abilità e trovare un momento di socializzazione e di inclusione sociale, lo sviluppo di attività socio-educative finalizzate a favorire e accrescere l’autonomia, la mobilità, la comunicazione, l’educazione affettiva, quali elementi che supportano l’integrazione sociale, il miglioramento dei processi di inclusione sociale sul territorio (partecipazione ad organizzazione di gite, attività sportive, manifestazioni culturali e ricreative, attività balneari estive), il sostegno ed il coinvolgimento delle famiglie di persone con disabilità, una rete formata da risorse territoriali in modo da poter orientare e promuovere le occasioni di inclusione sociale, il miglioramento dell’informazione, anche con mezzi informatici, sulle problematiche della disabilità e sulle risorse territoriali presenti. -

Nessun commento:

Posta un commento