venerdì 21 aprile 2017

Gentiloni da Trudeau,

insieme su migranti

e libero scambio.  

Intervista del premier al Washington Post.

Poi l'incontro con il collega canadesen Trudeau.




Redazione ANSA
News


"Noi a favore del libero scambio"  - "Noi siamo a favore del libero scambio. Non siamo particolarmente preoccupati al momento riguardo alle decisioni in discussione negli Usa. Ma vedremo". ha anche detto Gentiloni al Washington Post circa le possibili preoccupazioni sull'aspetto protezionistico dell'amministrazione Trump e l'eventualita' di una 'border tax' sulle importazioni di cui si parla negli Usa.
"Italia resta in Ue, ma cose devono cambiare" - "Noi rimaniamo nella Ue, ma molte cose devono cambiare" ha sottolineato il premier italiano nell'intervista.
Sui migranti è necessaria una strategia alternativa - "Abbiamo bisogno di una strategia alternativa" ha risposto Gentiloni ad una domanda sul flusso di migranti in arrivo in Italia posta dal Washington Post. "Stiamo lavorando su politiche per il rientro di rifugiati".
Gentiloni a Trudeau, condividiamo visione su diversi temi  - "Italia e Canada condividono la stessa linea su diversi temi e può essere utile anche perché quest'anno noi presediamo il G7 e il Canada lo farà il prossimo anno. Viviamo tempi interessanti e la nostra comune visione ci aiuterà". Lo dice il premier Paolo Gentiloni nel corso dell'incontro a Ottawa con il primo ministro del Canada Justin Trudeau.
Trudeau a Gentiloni, grazie per sostegno accordo Ue-Canada - "Ci siamo intrattenuti sull'importanza di avere scambi commerciali aperti. E vorrei ringraziare Gentiloni per il costante sostegno offerto all'accordo commerciale con l'Ue". Lo afferma il primo ministro del Canada Justin Trudeau in conferenza stampa a Ottawa con il premier Paolo Gentiloni. (ANSA)

Nessun commento:

Posta un commento