martedì 31 maggio 2011

AMMINISTRATIVE SICILIA : 11 COMUNI AL BALLOTTAGGIO

regione.sicilia Autonomie Locali.

PALERMO, 31 mag 2011 (SICILIAE) - Sono 11 i comuni siciliani, tra i 27 c. Nel messinese, a Capo d'Orlando si sfideranno l'uscente Enzo Sindoni, appoggiato da 5 liste (Citta' futura, Movimento per Capo d'Orlando, Lista orlandina, Sicilia vera e Capo d'Orlando venti venti), che ottenuto 4.521 voti pari al 47,87% e Salvatore Librizzi (Democratici per Capo d'Orlando e Librizzi sindaco) con 2.318 voti pari al 24,55%.
A Patti, sempre in provincia di Messina, si confronteranno Luigi Gullo, sostenuto da 8 liste (Sicilia vera, Idea donna, Udc, Il centro per Patti, Patti democratica-Pd, Patti futura, Luigi Gullo sindaco x Patti e Costruire insieme), che ha ottenuto 3.363 voti pari al 35,97% e Giuseppe Mauro Aquino, appoggiato da 5 liste (Noi per Patti, Pdl, Patti nel cuore, Per Patti Aquino sindaco-Noi Sud-Liberta' autonomia, e 365 giorni di lavoro per Patti), con 2.971 voti, pari al 31,77%.(Segue). fdp 312031 Mag 11 NNNN
(31 Mag 2011)

Allegati

FORMAZIONE : BERNAVA (CISL), FUORI DAL SISTEMA IN SICILIA

Procedura di liquidazione per lo Ial, 840 dipendenti e 39 sedi31 maggio, 16:37

(ANSA) - PALERMO, 31 MAG - La Cisl siciliana esce dal sistema della formazione professionale e lo fa avviando la procedura di liquidazione volontaria per lo Ial Cisl. Lo ha reso noto il segretario regionale Maurizio Bernava nel corso di una conferenza stampa che si e' svolta nella sede regionale del sindacato a Palermo. Sono 840 i dipendenti dell' ente, fondato nel 1963, con 39 sedi in tutta l'isola. (ANSA).

AGRICOLTURA : PROROGA BANDO MISURA 126 PER AIUTI IN AGRICOLTURA

PALERMO, 31 mag 2011 (SICILIAE) - Il dipartimento degli Interventi strutturali dell'assessorato regionale delle risorse agricole e alimentari ha emanato il Bando pubblico della misura 126 compresa nel Psr, il Programma di sviluppo rurale, 2007 - 2013. La misura 126 sostiene il recupero del potenziale di produzione agricola danneggiata da disastri naturali, e l'introduzione di adeguati strumenti di prevenzione, ed introduce un regime di sostegno per le imprese agricole che intendono ripristinare il patrimonio rurale danneggiato da calamita' naturali (riconosciute tali con delibere di giunta regionale) come frane, inondazioni, terremoti e valanghe che si sono abbattute sull'intero territorio siciliano dal 1 gennaio 2007 e fino alla data di pubblicazione del bando. Con questo strumento si offre agli imprenditori singoli o associati l'opportunita' di ottenere la concessione di un aiuto finalizzato ad ammortizzare i costi da sostenere per il ripristino delle strutture aziendali ed interaziendali danneggiate. Solo per il territorio della provincia di Messina, il Bando e' limitato all'evento calamitoso "piogge alluvionali del 1 ottobre 2009". La dotazione finanziaria ammonta a 10milioni di euro. Per l'adesione dovranno essere presentate apposite istanze on-line, attraverso il portale SIAN che sara' disponibile a questo scopo fra le ore 12 del decimo giorno successivo alla pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale della Regione Siciliana e non oltre il trentesimo giorno. La domanda di aiuto in forma cartacea dovra' essere presentata, entro 10 giorni dal rilascio informatico, presso gli Ispettorati provinciali dell'Agricoltura (IPA), competenti per territorio. Procedure, disposizioni e altre informazioni sono consultabili anche sui siti istituzionali: www.psrsicilia.it oppure http://www.regione.sicilia.it/Agricolturaeforeste/Assessorato. lm/mav 311307 Mag 11 NNNN
(31 Mag 2011)

CHIESTO RISARCIMENTO A MAESTRA PER "SOFFERENZE PSICHICHE"

ANSA.it > Regioni > Sicilia.
30 maggio, 17:36

(ANSA) - PALERMO, 30 MAG - Ha rimproverato un alunno che aveva falsificato la firma dei genitori sotto una nota presa a scuola e si e' ritrovata una denuncia per abuso dei mezzi di correzione, reato per cui ora e' indagata, e una richiesta di risarcimento del danno di 34mila euro per le presunte ''sofferenze psichiche' riportate dal bambino a causa del rimbrotto. E' accaduto a una maestra elementare di Palermo colpevole di avere fatto notare al ragazzino che falsificare una firma e' sbagliato e che gli adulti che fanno cose simili commettono un reato.(ANSA).
___________________________________________

Quei genitori sono sicuramente psicopatici. Oppure, hanno bisogno di denaro.
Chi può, proceda contro loro. Esprimo la mia solidarietà alla maestra indagata ed esorto tutte le maestre a non cedere ai ricatti dei genitori incoscienti.-
Antonio Amodeo

lunedì 30 maggio 2011

AMMINISTRATIVE : FALCONE, CIRELLA RICONFERMATO SINDACO

regione.sicilia >> Autonomie Locali.

PALERMO, 30 mag 2011 (SICILIAE) - Santi Cirella e' stato
riconfermato sindaco di Falcone, in provincia di Messina. Cirella,
appoggiato dalla lista "Continuiamo a crescere", ha ottenuto 963
voti, pari al 47,11%. Non ce l'hanno fatta Marco Filiti (Falcone
citta' futura) che ha ottenuto 729 voti pari al 35,67% e Francesco
Salpietro (Una speranza di luce per Falcone) che si e' fermato a
352 consensi pari al 17,22%.
fdp
302135 Mag 11 NNNN
(30 Mag 2011)
___________________________________________

Congratulazioni.
Antonio Amodeo

GESTIVA AFFARI IN COSA NOSTRA, ARRESTATO IMPRENDITORE

Home Informazione Rassegna Stampa

30 maggio 2011
Palermo. Un imprenditore edile palermitano è stato arrestato dalla Direzione investigativa antimafia con l'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa per avere «gestito affari e imprese nell'interesse dei vertici di Cosa nostra». In particolare, le mani di Cosa nostra sarebbero state messe sul passante ferroviario di Palermo, un appalto da un miliardo di euro. L'ordinanza di custodia cautelare è stata firmata dal gip di Palermo nei confronti dell'imprenditore, sorvegliato speciale e pregiudicato. Sono in corso perquisizioni e sequestri. L'imprenditore finito in carcere è Andrea Impastato, 62 anni, originario di Cinisi ma residente a Montelepre, nel palermitano. L'uomo, secondo la Direzione investigativa antimafia, avrebbe organizzato e gestito un consorzio di aziende in odor di mafia che avrebbe fornito il cemento per il passante ferroviario di palermo, la più importante opera pubblica degli ultimi anni nel capoluogo siciliano. Il nome di impastato emerge anche da un 'pizzino' del boss Salvatore Lo Piccolo scritto al capomafia Bernardo Provenzano.

Adnkronos

TURISMO : TRANCHIDA ISTITUISCE NUOVO ALBO PRO LOCO

regione.sicilia >> Turismo.

PALERMO, 30 mag 2011 (SICILIAE) - L'assessore regionale al
Turismo, Daniele Tranchida, ha firmato il decreto che istituisce
il nuovo albo delle associazioni pro loco.
"Questo provvedimento - spiega l'assessore - nasce dalla
necessita' di mettere ordine nella materia dopo le modifiche
legislative che si sono succedute dal 1965, quando l'albo fu
istituito la prima volta con un decreto che ora e' revocato, fino
ad oggi, con le sostanziali modifiche all'organizzazione
territoriale del sistema di gestione del settore turistico".
Le associazioni pro loco gia' iscritte all'albo saranno
sottoposte a verifica da parte dei servizi turistici regionali per
appurare la permanenza dei requisiti vigenti per l'iscrizione e
avranno 45 giorni di tempo dalla data di pubblicazione del decreto
sulla Gazzetta ufficiale della Regione siciliana, per integrare,
eventualmente, la documentazione. Le nuove pro loco dovranno
presentare domanda di ammissione all'albo all'assessorato al
Turismo per il tramite dei servizi turistici regionali che, dopo
aver verificato il possesso dei requisiti e acquisito il parere
della Provincia, adottera' la proposta
finale di iscrizione. Sara' l'assessore al Turismo, con un
decreto, a disporre l'iscrizione all'albo. Condizioni per
l'iscrizione sono l'assenza nella stessa localita' di una pro loco
gia' iscritta all'albo, l'esistenza di attrattive turistiche nella
localita' in cui e' istituita e che lo statuto sia approvato dal
servizio turistico regionale. Nella valutazione delle domande
giunte da una stessa localita',i servizi turistici regionali
terranno conto del coinvolgimento di un numero idoneo di soggetti
privati e dell'adeguatezza delle risorse conferite dai proponenti
per coprire le spese di funzionamento a regime e di quelle
destinate all'attivita'.
sl/mpf
301137 Mag 11 NNNN
(30 Mag 2011)

DIA ARRESTA IMPRENDITORE PRESTANOME BOSS

ANSA.it > Regioni > Sicilia > News.
30 maggio, 09:30

(ANSA) - PALERMO, 30 MAG - La Direzione Investigativa Antimafia sta eseguendo un Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere emessa dal Gip del Tribunale di Palermo nei confronti di un imprenditore edile palermitano pregiudicato, Andrea Impastato, 62 anni, di Cinisi (Palermo) sorvegliato speciale, gia' indagato per concorso esterno in associazione mafiosa.

L'imprenditore, che gestisce una cava nel palermitano, e' accusato di avere gestito affari ed aziende nell'interesse dei vertici di cosa nostra. (ANSA)

sabato 28 maggio 2011

UNA ESPERIENZA INDIMENTICABILE

DI LUCIANO SOFIA

Il seguente articolo è stato pubblicato a pag. 8 e 9 del giornalino "Insieme" n.4, anno II°, edito nel 1979:

"Partiti il 5 luglio da Taranto, non ci rendevamo ancora conto della missione che ci accingevamo a compiere con le tre navi della nostra Marina: "Stromboli", "V.Veneto" e "A. Doria".
Man mano che sono passati i giorni, ancor prima di raggiungere i profughi vietnamiti, tra noi degli equipaggi vi era forte curiosità di vedere e valutare meglio la loro situazione e nello stesso tempo cresceva in noi l'ansia e la preoccupazione. Si diceva a bordo che in mare ci fossero più di 300.000 profughi.
Passati questi primi giorni si è arrivati al 26 luglio, quando la mia nave, la "Stromboli", ha avvistato un bersaglio (termine usato in Marina per indicare la presenza di un'imbarcazione non identificata); trasmettiamo immediatamente la notizia alla "V. Veneto" che, dopo aver controllato la zona con gli elicotteri, si avvicina all'imbarcazione.
E' una barca piena di profughi. Giunti sul posto i marinai sono costretti a scendere sulla barca per aiutare i vietnamiti nel trasbordo perchè la maggior parte di loro sono in gravi condizioni di salute provocate dalla fame e dallo sfinimento.
I profughi furono trasbordati ad uno ad uno, sulle spalle dei marinai fin sulla nave oppure, i più gravi, erano portati su con le barelle issate dalle gru di bordo.
Sull'imbarcazione c'erano 128 vietnamiti che si erano staccati dal loro paese il 30 giugno; ci hanno poi raccontato che si erano recati in Malesia, ma la polizia li aveva rogettato in mare il 16 Luglio.
Da allora si erano nutriti solo di acqua piovana e le poche scatolette di carne erano riservate ai numerosi bambini.
Le prime impressioni ricevute in quell'incontro sono difficili da raccontare: a bordo si piangeva un po' tutti.
Quell'incontro non fu che l'inizio della missione; infatti il 21 luglio ne avvistiamo e salviamo altri 68 ed infine, il 31 luglio, ne recupriamo altri 700.
Anche quest'ultimo gruppo di profughi era in condizioni di salute assai gravi , anche se siamo riusciti a far fronte a tutte le difficoltà.
In questi giorni a bordo dell'"A. Doria" nasce un bambino che, essendo morto per mancanza di medicinali adatti, viene sbarcato a Singapore.
Durante il ritorno ho avuto la possibilità di instaurare rapporti amichevoli con le famiglie della mia nave che ci raccontavano le loro storie.
L'insegnamento più grande che mi hanno dato è stato l'avermi fatto capire che la speranza nella vita è più forte della paura della morte.
Molti erano cristiani.
Posso dire senza alcun vanto che sulla mia nave essi sono stati trattati meglio che sulle altre due navi che ci affiancavano nella missione fin dal primo giorno, per far loro dimenticare le brutte avventure trascorse si sono organizzati giochi e la sera venivano proiettati dei films.
Una cosa impressionante è stato il comportamento di un bambino di 11 anni che, appana salito a bordo, ha mangiato con evidente appetito un'abbondante piatto di riso, 4 bistecche ai ferri, pomodori, panini e frutta.
Molti dei bambini che avevamo a bordo erano rimasti senza alcuno dei genitori; uno di essi di nome Tau li ha visti morire fucilati dai militari vietnamiti davanti ai suoi occhi.
L'unica cosa che mi ha indisposto è stato il fatto che dal Vietnam possono scappare solo persone che in passato siano appartenute alle classi borghesi.
Considerando infatti che la paga di un operaio vietnamita è mediamente di 40 dollari mensili e che per abbandonare la patria bisogna pagare al governo vietnamita una somma di tremila dollari a persona , si può concludere che i poveri sono stati, come sempre, condannati alla vita di straccioni e di miseria assoluta, indifesi da tutto e da tutti.
Tutto sommato è stata per me un'esperienza positiva che mi ha arricchito di nuove esperienze e di nuovi ammaestramenti per la vita.
La missione si è conclusa il 20 agosto a Venezia dove abbiamo sbarcato i profughi, alcuni dei quali non volevano scendere perchè si erano ormai affezionati a noi.
Anche quì abbiamo assistito a scene di alta commozione che ricordavano il primo imbarco nel Mar Cinese Meridionale, vale a dire pianti, applausi nell'atmosfera commossa dell'addio".-
Luciano Sofia
______________________________________

L'amico Luciano ha maturato questa esperienza durante il servizio militare di leva - allora obbligatorio - nella Marina Militare della durata di 24 mesi, non retribuito.
Oggi la leva obbligatoria è stata abolita.
Molti giovani hanno il vantaggio di utilizzare proficuamente per la loro carriera lavorativa quei lunghi mesi che dovevano essere dedicati a servire la Patria.
Molti altri, purtroppo, hanno perso l'occasione di diventare "veri Uomini".
In altri tempi, chi non aveva prestato il servizio militare non poteva fidanzarsi "ufficialmente" con una ragazza da "sposare". Va meglio oggi?.
Sul versante "profughi" la storia si ripete ancora. E sempre per la conquista della LIBERTA' E LA LIBERAZIONE DALLA SCHIAVITU' E DAL BISOGNO.
Caro Luciano, avresti potuto immaginare che, dopo tanti anni, si potesse ripere la tua indimenticabile esperienza?. Con una normale fantasia, sicuramente, NO!.-
Antonio Amodeo

ECONOMIA : MARTEDI' 31 CONVENZIONE UNICREDIT PER FONDO GARANZIA

regione.sicilia >> Economia.

PALERMO, 28 mag 2011 (SICILIAE) - "Abbiamo firmato venerdi' 27
maggio le convenzioni con i 48 enti (associazioni no profit,
cooperative sociali, Caritas diocesane, fondazioni, ed altre) che
aiuteranno e accompagneranno le famiglie siciliane interessate ad
accedere al microcredito. Martedi' prossimo firmeremo la
convenzione tra l'assessorato per l'Economia e Unicredit per la
gestione del fondo di garanzia. Quindi prima dell'estate le
famiglie siciliane potranno utilizzare questo importante
strumento". Lo ha annunciato l'assessore regionale per l'Economia,
Gaetano Armao.
Unicredit e' la banca che si e' aggiudicata la gara di servizio
di tesoreria e sara' non solo il gestore del fondo di garanzia, ma
anche l'istituto che lo sosterra' finanziariamente.
I soggetti bancari coinvolti sono 29. Infatti, oltre ad Unicredit
hanno dato la loro disponibilita' anche le banche di Credito
cooperativo della Sicilia.
"Dopo la firma della convenzione - ha spiegato l'assessore -
si insediera' il Comitato regionale per il microcredito, che e'
gia' in via di costituzione. Il nuovo organismo rappresenta le
associazioni firmatarie e dovra' stabilire le direttive sulla base
delle quali si dara' corso alla sua concreta applicazione".
Maggiori informazioni si possono avere consultando il sito della
Regione siciliana (www.regione.sicilia.it), cliccando sul link
della home page 'Microcredito per le famiglie siciliane'.
fi/sts
281239 Mag 11 NNNN
(28 Mag 2011)

giovedì 26 maggio 2011

OPERAZIONE CARABINIERI NELL'ENNESE, DIECI ARRESTATI

ANSA.it > Regioni > Sicilia > News Mafia.

Indagati presunti esponenti di Cosa nostra e del clan Cappello

26 maggio, 08:37

(ANSA) - ENNA, 26 MAG - Carabinieri del comando provinciale di Enna stanno eseguendo dieci ordinanze di custodia cautelare per associazione mafiosa e estorsioni nell'ambito di un'operazione antimafia della Procura di Caltanissetta. Gli indagati sono presunti affiliati a Cosa Nostra e personaggi legati al clan Cappello di Catania in lotta per il controllo del territorio di Catenanuova. Nell'operazione, denominata 'Fiumevecchio', sono impegnati circa cento militari. (ANSA).

mercoledì 25 maggio 2011

OLIVERI : VIA STAZIONE E CONTRADA GELSI AI MASSIMI LIVELLI DI PERICOLOSITA' E RISCHIO

Ho ricevuto da Postinoanonimo.com(posta@postinoanonimo.com) l'email seguente:

"Con riferimento all'aggiornamento del PAI inerente il territorio comunale di Oliveri, desidero segnalarle che vi sono importanti novità per il nostro paese.

In particolare tutta la via Stazione e contrada "Gelsi" sono state classificate a pericolosità idraulica p3 e rischio r4 (massimi livelli di pericolosità e rischio).

Ciò comporta un vincolo idrogeologico con divieto di qualsivoglia attività edilizia per non parlare del decremento del valore degli immobili ivi insistenti.

Alla luce del nuovo PAI, è a mio avviso assolutamente prioritario che l'Amministrazione comunale si impegni:

- a dotarsi di un Piano di protezione civile di cui incredibilmente è ancora sprovvista nonostante le sollecitazioni del Prefetto e la normativa vigente.

- a mitigare il rischio idrogeologico attraverso la realizzazione delle opere necessarie (per alcune esiste già un progetto esecutivo es. arginatura torrente "castello" a monte della ss 113).

Ciò detto vorrei infine segnalare alcune incongruenze relative alle mappe di pericolosità e rischio inerenti il comune di Oliveri:

Non si capisce per quale motivo idraulico-idrologico risulti a rischio per es. il piazzale della stazione, che come sappiamo non è stato minimamente interessato dall'alluvione per ovvi motivi topografici.

Mentre risulta assolutamente esente da qualsivoglia tipo di rischio il camping "Baia del Principe", completamente inondato a seguito dell'evento alluvionale del dicembre 2008.

Analizzando gli elaborati del PAI sembra che in taluni casi sia intervenuto Mosè a spartire le acque e a discernere tra aree esondabili e quelle esenti da rischio.-
________________________________________

Ringrazio l'anonimo "Postino" per avermi esentato dal gravame di "salire l'altrui scale" al fine di visionare il nuovo PAI.
La sua lucida ed esperta illustrazione mi porta a concordare sull'intervento di Mosè.
La mia personale esperienza mi induce a credere che Oliveri ha il privilegio della presenza di numerosi Mosè.
Il primo, unico, inimitabile ed irriproducibile è: Mosè Michele.
Seguono, in ordine alfabetico, altri Mosè minori: Angelo, Giovanni, Nunziato, Roberto, Salvatore.
Con funzioni diverse, convergono a generare il Grande Mosè che separa le acque.
Desidero rammentare al cortese anonimo, ed a tutti i Mosè, che il campeggio Baia del Principe, oltre alla completa inondazione a seguito dell'alluvione del dicembre
2008, ha subito numerose devastanti inondazioni causate da mareggiate.
Tale inconveniente si è verificato - e si verificherà - a causa della quota del terreno sul quale insiste il campeggio, notoriamente sottostante rispetto ai quattro lati adiacenti.
Tale situazione, rilevabile a vista, responsabilizza umanamente e penalmente, oltre che i gestori della struttura aperta all'uso pubblico, anche il redattore del PAI, le Autorità che hanno rilasciato l'autorizzazione all'esercizio pubblico e quanti non interverranno urgentemente a sanare tale situazione di "pericolosità e rischio".
Mafioso non è soltanto chi appartiene ad una "cosca".
E' anche colui il quale asseconda qualsiasi tipo di illegalità.
Gli onesti cittadini di Oliveri pretendono provvedimenti riparatori.-
Antonio Amodeo

AGRICOLTURA : PRIMAVERA DEL CONSUMATORE

regione.sicilia >> Risorse Agricole.

Palermo, 25 maggio 2011 (SICILIAE) - Si terra' domani alle ore
11,30 nell'aula consiliare del Comune di Santa Flavia la
conferenza stampa di presentazione della manifestazione "Il
Mercato del Contadino - La Primavera del Consumatore - Mostra
mercato dei prodotti eno-gastronomici e dell'artigianato locale".
L'evento patrocinato dall'assessorato delle Risorse agricole e
alimentari e organizzato dal Comune di Santa Flavia e
dall'associazione "Altromare" si svolgera' a Porticello (Pa),
nella cornice di Piano Stenditore il 29 maggio il 5 e il 19 giugno
dalle ore 9 alle ore 20.
L'iniziativa del Mercato del Contadino s'inquadra nel progetto
globale di rilancio del borgo marinaro di Porticello, cui
collabora attivamente l'associazione "Altromare". Alla conferenza
stampa parteciperanno: il sindaco di Santa Flavia, Antonio Napoli,
i delegati dell'assessore regionale delle Risorse agricole e
alimentari e i responsabili delle Associazioni e dei Consorzi
coinvolti.
lm/swp
251204 Mag 11 NNNN

ACCELERAVA PRATICHE MIGRANTI, POLIZIOTTO RISARCIRA' STATO

Regioni > Sicilia > News
25 maggio, 11:25

(ANSA) - PALERMO, 25 MAG - Pagava i colleghi della Questura di Ragusa per accelerare le pratiche di immigrazione, e' stato scoperto e condannato per istigazione alla corruzione. Adesso un ispettore di polizia in servizio a Comiso dovra' risarcire anche il danno causato all'immagine del ministero dell'Interno con il suo comportamento doloso. Lo ha stabilito la sezione giurisdizionale della Corte dei conti che ha quantificato il danno in 3 mila euro, contro i 5 mila inizialmente richiesti dal pm contabile, oltre agli interessi e alle spese di giudizio.

(ANSA).

GDF ARRESTA SINDACO CASSANO D'ADDA

Per tangenti. In manette anche ex consigliere ed ex assessore.

25 maggio, 09:53

(ANSA) - MILANO, 25 MAG - Gli uomini del Nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Milano hanno arrestato il sindaco di Cassano D'Adda (Milano) Edoardo Sala, un ex assessore e un ex consigliere comunale. I tre sono finiti in carcere mentre altre due persone sono ai domiciliari. Gli arresti riguardano un giro di mazzette per ottenere modifiche al piano urbanistico. A dicembre i finanzieri effettuarono una ventina di perquisizioni nella sede del Comune e presso le abitazioni di alcuni amministratori.-

ARRESTI DIA : FUNZIONARI CORROTTI DA BOSS PER LICENZE SALE GIOCHI

25 maggio 2011

Palermo. Per facilitare le concessioni e le licenze per centri scommesse e sale giochi, Cosa nostra si sarebbe rivolta ad alcuni funzionari compiacenti dell'Agenzia dei Monopoli siciliani che, in cambio di soldi, escort e viaggi, e altri 'benefit' ancora, avrebbero accelerato le pratiche. È quanto emerge dall'operazione condotta all'alba di oggi dalla direzione investigativa antimafia che ha arrestato dieci persone tra cui l'ex direttore dell'Agenzia dei Monopoli, attualmente direttore della sede campana e sarda, ma anche il suo vice e un assessore comunale del palermitano, dipendente dell'Agenzia. Secondo quanto emerso dall'inchiesta, coordinata dal procuratore aggiunto Antonio Ingroia, alcuni prestanome di boss mafiosi si rivolgevano ai funzionari in cambio di soldi. Da qui l'accusa per tutti di corruzione aggravata dall'associazione mafiosa.

Adnkronos

ROMA MERCATO IDEALE PER LE MAFIE

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - Il Lazio meta ambita per il riciclaggio dei capitali illeciti e Roma ''mercato ideale per le mafie'' che hanno cambiato il loro modus operandi passando da un modello basato su violenze ad uno che punta su appalti pubblici e imprenditoria. E' la fotografia fatta dal sostituto procuratore antimafia Diana De Martino e presentata questa mattina alla commissione Sicurezza e criminalita' della Regione Lazio. Nel Lazio, secondo De Martino sono inoltre presenti tutte le mafie straniere.-
________________________________________

Tutte le Istituzioni ammettono l'infiltrazione della mafia in tutti i settori dell'imprenditoria ed in particolare negli appalti pubblici.
Quotidianamente i Legislatori di tutte le Nazioni inventano nuovi rimedi per ostacolare il malaffare e garantire la legalità.
Solo Oliveri - incredibile, ma vero - è un'isola felice esente da questa piaga.-
Antonio Amodeo

martedì 24 maggio 2011

14 CONDANNE PER INFILTRAZIONI A SIRACUSA

Home Informazione Rassegna Stampa

24 maggio 2011

Siracusa. Dieci condanne, due assoluzioni e otto prescrizioni, per infiltrazioni mafiose nelle precedenti gestioni delle rappresentazioni classiche del Teatro Greco di Siracusa. La sentenza è stata emessa in serata dal tribunale aretuseo, a conclusione del processo scaturito dall'operazione 'Agamennonè. Nel marzo di 10 anni vennero svelati gli interessi di ambienti mafiosi nella gestione di alcuni servizi collaterali agli spettacoli classici del Teatro Greco di Siracusa. Sono stati condannati gli imputati che dovevano rispondere del reato di associazione mafiosa, ma non è stata accolta la richiesta per le aggravanti contestate soprattutto a funzionari, dirigenti ed impiegati dell'Istituto nazionale del dramma antico siracusano, in carica negli anni oggetto dell'indagine. In questo caso i reati sono stati coperti dalla prescrizione. La sentenza ha riguardato il prof. Filippo Amoroso, l'avvocato Antonino Greco, Vincenza De Vita, Stefania De Angelis, Concetto Gilè Giorgio Punzo. Assolti, invece, Sebastiano Garro e Salvatore Barchi. La condanna più severa, 14 anni di reclusione, è stata inflitta a Sebastiano Cassia. Condannati pure i fratelli Antonio e Gerardo Spinoccia, a nove anni e quattro mesi ciascuno. Cinque anni e otto mesi sono stati inflitti a Salvatore Bongiovanni, sei anni e mezzo a Roberto Ferrara. Un altro imputato, Ernando Di Paola, è stato condannato a cinque anni e mezzo, Michele Midolo a due anni, ma in continuazione con una precedente sentenza della Corte d'assise di Siracusa. Il Tribunale ha poi inflitto sei anni di reclusione a Francesco Planeta, cinque anni e quattro mesi a Giuseppe Procopio. L'ex direttore amministrativo dell'Inda, Loreto Ferranti, è stato condannato a due anni e otto mesi, pena interamente condonata. Non luogo a procedere anche per l'ex presidente dell'Inda, il prof. Umberto Albini, scomparso a gennaio. Gli imputati condannati dovranno pure pagare all'Inda, che si è costituita parte civile, una provvisionale di mezzo milione di euro.

ANSA
____________________________________

FERMO RESTANDO IL PRINCIPIO DELLA PRESUNZIONE DI INNOCENZA, MI CHIEDO: "PER QUALE MOTIVO QUESTI GALANTUOMINI SI TROVANO COINVOLTI IN UN GRAVE PROCEDIMENTO PENALE"?.-
Antonio Amodeo

OLIVERI : IL SINDACO AMPLIFICA MAGICAMENTE LA CONSISTENZA DEL DEMANIO COMUNALE

Intervistato da Pamela Arena, giornalista del settimanale CENTONOVE, il Sindaco dichiara:
"Al comune di Oliveri mancano circa 29 ettari di terreno. Già prima di diventare Sindaco mi ero interessato a questa vicenda.
Per questo, ho notato anche che il problema è stato reso ingarbugliato a causa della "mancanza" di alcuni documenti che inizialmente non si trovavano neanche nell'archivio della Regione.
Ciò che posso dire è che chi ha delimitato i confini di questi 29 ettari di terreno, ha di certo arrecato un danno non indifferente a tutti i cittadini e, per questo, deve pagare cominciando a versare i canoni per tutto il periodo in cui ha usufruito illecitamente del terreno.
L'Amministrazione si sta interessando per recuperare la sentenza alla Corte d'Appello di Roma ed io, a differenza degli altri amministratori che nel corso di tutti questi anni mi hanno preceduto, sto facendo un lavoro per garantire ai cittadini la restituzione dei terreni i cui ettari mancanti sono di gran lunga superiori al numero che è stato accertato.
Il comune, a tal proposito, intraprenderà un procedimento penale e amministrativo nei confronti di tutti coloro che usufruiscono indebitamente di un bene che invece è gravato da usi civici, come è già avvenuto nei confronti di alcuni soggetti che dal 1903 occupano un capannone abusivo e per cui è stato già predisposto un'ordinanza di sgombero".
Ritengo di avere riportato fedelmente l'intervista pubblicata a pag.22 del settimanale "Centonove" n.20 del 20 maggio 2011.

INVITO IL SINDACO DI OLIVERI A VOLERE VERIFICARE LA ESATTEZZA DELLE SUE DICHIARAZIONI.
CONTRARIAMENTE, A VOLERE APPORTARE EVENTUALI CORREZIONI COL MEZZO RITENUTO PIU' IDONEO.
Il mio Blog è a sua totale disposizione.-
Antonio Amodeo

lunedì 23 maggio 2011

DUE "SI" PER L'ACQUA BENE COMUNE

“Noi la conoscevamo bene”. Sì, è la cosa più banale da dire in questi casi. Però è vera. C’è chi se la ricorda dai tempi delle partitelle di pallone al parco, e chi l’aveva vista appena ieri (e assicura che “aveva un aspetto splendido, freschissimo”).
“Sono sempre i più buoni che se ne vanno”, e lei era buona davvero. Sempre disponibile, sempre pronta ad aiutare, a rinfrescare, a dissetare tutti. E senza chiedere niente in cambio.
Perché era fatta così: pubblica per vocazione, incapace di discriminare e di escludere. Tutto il contrario: il suo compito era quello di unire.
Se la gestione dell’acqua pubblica passa in mani private, corriamo il rischio di dire addio a una delle nostre amiche più fedeli e più care. Ma questo si può ancora impedire.
L’acqua pubblica è un diritto di tutti, non un interesse di pochi. Per un futuro diverso, vota sì al referendum del 12 e 13 giugno.

Tratto da: referendumacqua.
____________________________________________

Siamo ancora in attesa del dibattito promesso dal nostro Presidente del consiglio, molto sensibile a tutelare la propria e l'altrui "verginità" politica.-
Antonio Amodeo

LEGALITA' : MARINO SIGLA PROTOCOLLO CON VIMINALE E CONFINDUSTRIA

Home Regione Siciliana
regione.sicilia >> Energia

PALERMO, 22 mag 2011 (SICILIAE) - E' stato firmato, alla
Prefettura di Palermo, tra il ministro dell'Interno, Roberto
Maroni, vicepresidente della Regione siciliana e assessore
all'Energia e ai Servizi di pubblica utilita', Giosue' Marino, i
Prefetti dell'Isola e Confindustria Sicilia, un protocollo
destinato a garantire sul territorio regionale un piu' penetrante
controllo di legalita' nei settori economici delle energie, delle
fonti rinnovabili, delle acque e dei rifiuti.
Sono i settori di cui l'assessorato regionale all'Energia e dei
Servizi di pubblica utilita' gestisce procedimenti finalizzati a
rilasciare, a soggetti privati, autorizzazioni o concessioni per
la realizzazione di interventi infrastrutturali, anche di
produzione, che rivestono il carattere della pubblica utilita', e
per l'esercizio di attivita' imprenditoriali di pubblico interesse
di importo superiore a 154.937,00 euro.
Con la sottoscrizione del protocollo, unico sul territorio
nazionale, vengono introdotte innovative ed efficaci misure di
cautela antimafia e anticorruzione, che integrano quelle gia'
imposte dalla legge. In particolare, per prevenire tali fenomeni
patologici di assoluta gravita' - che costituiscono anche remora
ad un sano sviluppo economico del territorio - e garantire la
piena affidabilita' morale dei soggetti privati richiedenti
concessioni o autorizzazioni all'amministrazione nei suddetti
settori, l'assessorato all'Energia, gia' in fase istruttoria,
utilizzera' sistematicamente lo strumento delle informazioni
antimafia del Prefetto (articolo 10 del D.P.R. 252/98) nei
confronti delle societa' o imprese che richiedono il
provvedimento. Anticipando quindi la soglia di tutela contro il
rischio delle infiltrazioni criminali.
I privati interessati al provvedimento saranno obbligati,
attraverso la sottoscrizione di appositi patti di integrita', ad
adottare analoghe iniziative nei confronti delle imprese
appaltatrici e subappaltatrici con cui stipulano contratti privati
per l'esecuzione dei lavori o per la prestazione di servizi o
forniture connessi al provvedimento autorizzativo, abilitativo o
concessorio.
I controlli, inoltre, verranno estesi ai proprietari dei suoli
su cui i privati vorranno realizzare gli interventi autorizzati.
Inoltre, per assicurare, in generale, la prevenzione da possibili
fenomeni corruttivi o estorsivi, l'assessorato imporra' ai privati
interessati ai provvedimenti abilitativi, come condizione per il
rilascio, l'assunzione di specifici obblighi per prevenire
comportamenti illeciti riguardanti un ventaglio di 'situazioni a
rischio'. I privati, pertanto, pena la revoca del provvedimento
dovranno assumere ad esempio l'obbligo di non offrire accettare o
richiedere somme di denaro o qualsiasi altra ricompensa, vantaggio
o beneficio, sia direttamente che indirettamente tramite
intermediari, al fine del rilascio del provvedimento
autorizzativo, abilitativo o concessorio o al fine di distorcere
l'espletamento corretto della successiva attivita' o valutazione
da parte dell'amministrazione regionale, di denunciare
immediatamente alle forze di polizia ogni illecita richiesta di
denaro o altra utilita', ovvero offerta di protezione o
estorsione di qualsiasi natura che venga avanzata nei loro
confronti, di effettuare i pagamenti o le transazioni finanziarie
di ammontare superiore alla soglia di 2 mila euro esclusivamente
per il tramite di istituti di credito o Poste Italiane s.p.a., di
comunicare le modalita' di affidamento dei lavori, la ditta
esecutrice, il numero dei lavoratori occupati, qualifiche e
criterio di assunzione, al fine di rendere tempestivi ed agevoli i
controlli sull'osservanza delle norme previdenziali ed
assicurative e sulla sicurezza dei luoghi di lavoro.
"Obiettivo del protocollo sottoscritto oggi, che segue quello
gia' stipulato con la Guardia di Finanza - afferma l'assessore
regionale Giosue' Marino - e' quello di salvaguardare la liberta'
di impresa e la concorrenza leale e contrastare al contempo
l'inquinamento di settori produttivi dell'economia isolana di
cosi' rilevante interesse, al centro dell'attenzione di gruppi
speculativi privati e di quella imprenditoria mafiosa interessata
a riciclare i proventi delle attivita' illecite in iniziative
imprenditoriali significatamente remunerative anche perche'
assistite da forme di incentivazione economica a valere su risorse
pubbliche".
"Il principio ispiratore dell'azione da me avviata - continua
Marino - e' quello di coniugare la doverosa attivita' di sostegno
al settore produttivo per l'evidente ricaduta positiva anche
sull'occupazione locale e per il rilancio dell'economia in un
momento di pesante congiuntura negativa, con l'esigenza
imprescindibile di garantire trasparenza e scongiurare il rischio
di infiltrazioni della criminalita' organizzata in settori
cruciali, quali rifiuti ed energia".
sts
231804 Mag 11 NNNN
(23 Mag 2011)
________________________________________________

Benvenuto al "Protocollo" con l'augurio che venga seriamente rispettato da tutti gli interessati e, soprattutto, garantito da tutte le Autorità territoriali locali.-
Antonio Amodeo

domenica 22 maggio 2011

CRONACA PAESANA

E' il titolo della pag. n. 3 del giornalino "Insieme" anno II° (1979) n. 4.

Sottotitolo : ESAMI DI STATO.

Testo: "Anche quest'anno numerosi giovani oliveresi hanno dovuto affrontare gli esami ritardando così di qualche mese le loro vacanze.
Rispetto agli anni scorsi è da notare il rilevante numero di diplomati che lascia ben sperare per un prossimo futuro.
Hanno conseguito la licenza di scuola media inferiore:
Barresi Carmela - Calabrò Tindaro - Chiofalo Rina - La Macchia Silvana - Lembo Maria - Lembo Tindaro - Palano Tindara - Salina Giuseppe - Saporito Giuseppa - Barresi Giuseppa - Bertino Giuseppa - Bertino Salvatore - Calabrò Concetta - Coglitore Alessandra - Donato Antonio - Gitto Febronia - Maiorana Domenico - Pantè Antonia - Rappazzo Antonia - Sidoti Carmelo.

Per quanto riguarda invece il numero dei diplomati hanno conseguito il diploma di maturità classica: Persano Adorno Giuseppe.

Diploma di maturità scientifica:
Adorno Antonio - Alessandro Carmelo - Calabrò Francesca - D'Amico Valentino - Pensabene Maria Angela - Sidoti Rosalia.

Diploma di maturità magistrale:
Pensabene Maria - Spanò Santina.

Diploma di Ragioneria:
Greco Francesca - Marchese Maria Grazia - Santospirito Antonino.

Diploma di Geometra:
Bertino Pasquale - Orlando Pietro.

Diploma di Perito meccanico: Sapone Sebastiano.

Ad un attento osservatore non sarà certamente sfuggito come numerosi dei nostri collaboratori fossero direttamente coinvolti in questa tornata di esami e che non hanno potuto fattivamente collaborare nell'approntare il giornalino, che per questo (e per altri motivi) esce con ritardo".-
____________________________________________

Mi auguro che ciascuno dei sopraelencati ex giovani, soprattutto gli emigrati, voglia postare un commento per fornirci sue notizie e qualche suggerimento.
A tutti auguro ottima salute e buona fortuna.-
Antonio Amodeo

sabato 21 maggio 2011

APPROVATO IL PIANO PER L'ASSETTO IDROGEOLOGICO (PAI) DEL BACINO IDROGEOLOGICO DEL TORRENTE ELICONA

Nella GURS n. 22 (Parte I^) del 20 c.m., a pag. 16, è stato pubblicato il DECRETO PRESIDENZIALE 21 marzo 2011 di "Approvazione del Piano stralcio di bacino per l'assetto idrogeologico del bacino idrografico del torrente Elicona, area territoriale tra il torrente Mazzarrà e il torrente Elicona , area territoriale tra il torrente Elicona e il torrente Timeto". Edizione 2010.

Gli interessati potranno prendere visione degli allegati al decreto presso l'Assessorato regionale del Territorio, l'Ufficio del Genio Civile di Messina, la Provincia regionale di Messina ed i Comuni di Basicò, Falcone, Furnari, Montalbano Elicona, OLIVERI, Patti, Raccuja, S. Piero Patti, Terme Vigliatore e Tripi.-

Antonio Amodeo

IMPOSTE : LA RISCOSSIONE DIVENTA DELLA REGIONE

Sabato, 21 Maggio 2011

Scritto da Redazione
Giovedì 30 Dicembre 2010 01:54

Diventa regionale il sistema di riscossione delle imposte in Sicilia. Dopo l'acquisizione avvenuta ieri da parte della Regione siciliana e dell'Agenzia delle Entrate del totale delle azioni che la Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. deteneva in Riscossione Sicilia S.p.A., con l'acquisto della quota di Montepaschi Siena in Serit Sicilia S.p.A., perfezionato oggi, si è concluso il lungo percorso di riforma strutturale del sistema di riscossione delineato dal legislatore statale e di quello regionale.

«Si chiude la lunga stagione del servizio di riscossione dei tributi in Sicilia - ha detto l'Assessore regionale all'Economia Gaetano Armao - che aveva visto la società Monte Paschi Serit gestire il servizio di riscossione nella qualità di ordinario concessionario della riscossione dal 1997 al 2005, e poi divenire socio della Regione e dell'Agenzia delle entrate nel sistema transitorio».

«Grazie all'impegno sinergico dell'Agenzia delle entrate e del socio privato Monte Paschi Siena - ha proseguito l'assessore - abbiamo realizzato la parte più importante del riassetto del sistema della riscossione in Sicilia, rispettando puntualmente i tempi stabiliti dal legislatore, superando la fase transitoria e conferendo in mano pubblica il servizio di riscossione delle entrate, scongiurando qualunque possibile rischio, inutilmente paventato da qualche indiscrezione infondata, di interruzione del servizio».

«Da oggi la Regione, insieme con l'Agenzia delle Entrate, torna ad avere la diretta gestione e la direzione del delicato settore della riscossione dei tributi - ha commentato l'assessore Armao - questo consentirà di definire gli ulteriori stadi del riassetto ed incrementare la qualità del servizio. Nel medio termine, terminata la riorganizzazione, potrà valutarsi la possibilità che possano essere coinvolti privati scelti con gara pubblica, come la stessa legge prevede, pur garantendo il mantenimento del controllo pubblico della gestione societaria».

La gestione della riscossione delle imposte in Sicilia in qualità di Commissario governativo delegato provvisoriamente aveva avuto inizio in Sicilia nel 1987, affidata a SO.GE.SI. Nel 1991 Montepaschi SER.IT S.p.A. subentrò a SO.GE.SI. espletando tale incarico fino al giugno del 1998. Col primo 1 luglio del medesimo anno Montepaschi SERIT S.p.A. fu nominata concessionaria del Servizio di riscossione dei tributi fino al 2005. Dal 1 ottobre del 2006 il settore della riscossione nelle Regioni è stato sottoposto ad una profonda ristrutturazione secondo quanto previsto dalla legge del 2 dicembre 2005 n. 203 (recepita dalla Regione siciliana con la legge del 22 dicembre 2005 n.19). In funzione di tale norma è stata costituita in Sicilia Riscossione Sicilia S.p.A. società a prevalente capitale pubblico delegata alla riscossione, che ha operato come holding di controllo di Serit Sicilia S.p.A.. Dal punto di vista del capitale azionario le due società hanno, pertanto, avuto sin qui il seguente assetto: Riscossione Sicilia S.p.A., holding con un capitale sociale di 16 milioni di euro, in proprietà per il 36% dalla Regione siciliana, per il 24% dall'Agenzia delle Entrate e per il 40% dal Monte Paschi di Siena S.p.A.. Serit Sicilia S.p.A., con capitale sociale di 10.400.00 euro, detenuto per il 60% da Riscossione Sicilia S.p.A. e per il 40% dal Monte Paschi Siena società che ha svolto i compiti operativi nel campo della riscossione. Col nuovo assetto societario Riscossione Sicilia S.p.A. ha una partecipazione azionaria della Regione del 60% e dall'Agenzia delle Entrate del 40%. Con l'acquisizione della totalità di Serit S.p.A. (mediante l'acquisizione del 40% del capitale azionario del Monte Paschi Siena S.p.A.), e la sua successiva incorporazione, prevista dal piano di riordino delle società partecipate avviato dal governo regionale, il processo di razionalizzazione potrà considerarsi concluso. L'acquisto della quota azionaria da parte della Regione ammonta complessivamente a circa 17,5 milioni di euro, che saranno versati, previa ulteriore verifica, in base all'accordo stipulato, entro il 28 febbraio del 2011.-

Fonte : Linea Sicilia.it

DA DODICI ANNI IN PRIMA LINEA PER IL DOPPIO BINARIO

Dal sito istituzionale del Comune di Cefalù

21/05/2011 | Cronaca
Stampa

"Gli obiettivi che il Comitato cittadino Cefalù-Quale ferrovia si era posto, ben dodici anni addietro, sono stati tutti conseguiti e saranno prossimamente realizzati". E' il bilancio del comitato guidato da Enzo Cesare alla vigilia del 15 luglio quando saranno aggiundicati i lavori della tratta Ogliastrillo - Castelbuono del doppio binario. I circa dodici chilometri di strada ferrata che vedranno anche la realizzazione della stazione in sotterranea a Cefalù. Con questi lavori, inoltre, sarà spostata la Sottostazione elettrica dalle contrade Spinito–Pacenzia e saranno eliminati i sei passaggi a livello. Tutte opere queste non previste nei progetti iniziali delle FS. "Risultati raggiunti - si legge in una nota a firma del presidente e portavoce del Comitato, Enzo Cesare - con un impegno costante e caparbio, con iniziative incisive, evitando clamorose e intolleranti manifestazioni di protesta, e utilizzando esclusivamente le nobili “armi” del confronto, della sinergia con le Istituzioni, dei “ricorsi” e della pressante corrispondenza epistolare con gli Organismi interessati alle problematiche in contestazione".

Grazie al Comitato si è evitata la nuova stazione di Cefalù a Ogliastrillo. Da Enzo Cesare arriva il ringraziamento ai Verdi, Italia Nostra, l’Istituto Nazionale di Urbanistica (Inu Sicilia), a Legambiente e al WWF. Il grazie anche agli ultimi due sindaci di Cefalù: Simona Vicari e Giuseppe Guercio. "Un doveroso e sentito apprezzamento - si legge sempre nella nota - va inoltre riconosciuto ai senatori Simona Vicari, Bartolo Fazio, Francesco Ferrante, Fabio Giambrone e Giuseppe Lumia e all’On. Leoluca Orlando per le numerose (ben nove) interrogazioni parlamentari presentate allo scopo di prevenire ulteriori ritardi e rinvii nella realizzazione dell’opera. Interpellanze che, di fatto, hanno anticipato l’espletamento della procedura d’appalto di questo segmento della litoranea Palermo - Messina, lungo il Corridoio ferroviario transeuropeo N.1, Asse Berlino - Palermo".

venerdì 20 maggio 2011

SICILIA : LA GIUNTA REGIONALE DELIMITA I TERRITORI COLPITI DA PIOGGE ALLUVIONALI

regione.sicilia >> Presidenza.

PALERMO, 20 mag 2011 (SICILIAE) - La giunta regionale di governo
riunita a palazzo d'Orleans sotto la presidenza di Raffaele
Lombardo ha approvato la delimitazione dei territori colpiti dalle
piogge alluvionali avvenute nella provincia di Messina fra il 28
febbraio e il 5 marzo di quest'anno in corso. Si tratta dei Comuni
di Ali', Ali' Terme, Antillo, Casalvecchio Siculo, Castelmola,
Fiumedinisi, Forza d'Agro', Furci Siculo, Giardini Naxos, Limina,
Mandanici, Messina, Nizza di Sicilia, Pagliara, Roccalumera,
Sant'Alessio Siculo, Santa Domenica, Vittoria, Santa Teresa Riva,
Saponara, Savoca e Taormina limitatamente alle aree colpite dagli
eventi alluvionali, e gli interi territori comunali di Francavilla
di Sicilia, Gaggi, Graniti, Itala, Malvagna, Mojo Alcantara, Motta
Camastra, Roccella Valdemone e Scaletta Zanclea.
In materia di protezione civile, la giunta ha dato il via libera
al piano di interventi per la prevenzione del rischio sismico
disponendo il cofinanziamento degli studi per la microzonizzazione.
mav/fdp
201634 Mag 11 NNNN
(20 Mag 2011)

SEQUESTRATI BENI PER 12 MLN A IMPRENDITORE

Home Informazione Rassegna Stampa
20 maggio 2011
Messina. La Dia di Messina ha sequestrato beni per 12 milioni di euro all'imprenditore Francesco Scirocco di Gioiosa Marea (Messina)
sospettato di contiguità con esponenti di spicco di gruppi mafiosi operanti nella fascia tirrenica-nebroidea della provincia di Messina. Il decreto di sequestro emesso dalla prima sezione penale del Tribunale di Messina su richiesta del direttore della Dia, generale dei carabinieri Antonio Girone, del Procuratore Capo di Messina Guido Lo Forte e del sostituto Vito Di Giorgio, segue il precedente provvedimento di sequestro per 25 milioni di euro. Secondo l'accusa, a Scirocco sarebbero riconducibili altre società intestate a terzi che sono state sequestrate. Si tratta della società editrice 'Normanno edizioni Srl', della 'Isma costruzioni Srl', della 'Prodart Mangement', della Modimar Srl e della Consortile Portuale Scarl che sta realizzando le opere di completamento della diga Foranea del porto di Licata (Agrigento).

ANSA

IN SICILIA LE MINI OLIMPIADI GIOVANILI DEL MARE

regione.sicilia >> Turismo >> GIOCHI DELLE ISOLE.

PALERMO, 19 mag 2011 (SICILIAE) - Tutto pronto per l'inizio dei XV
Giochi delle Isole. Da domenica 22 maggio sono attese le
delegazioni di atleti, delegati, preparatori e giornalisti delle
14 isole partecipanti. Almeno tremila persone saranno impegnate
nella settimana dei Giochi, dal 23 al 28 maggio.
Duecentosessantasette gli atleti siciliani. Venti i campi di gara,
in provincia di Palermo e ad Alcamo, nel trapanese. Dieci le
discipline ufficiali, sei quelle dimostrative e tre destinate, per
la prima volta nella storia dei Giochi delle Isole, agli sport
paralimpici. Lunedi' 23 alle 21, nel suggestivo scenario del
Castello a mare di Palermo, si svolgera' la cerimonia di apertura,
con la regia di Vittorio Picconi e con un tedoforo d'eccezione, il
calciatore del Palermo Javier Pastore. Da martedi' 24, il via alle
gare.
I Giochi si disputano in Sicilia con l'organizzazione
dell'assessorato regionale al Turismo e del comitato regionale del
Coni Sicilia.
"Una vera e propria mini Olimpiade giovanile del mare", come ha
definito i Giochi l'assessore regionale al Turismo e allo Sport,
Daniele Tranchida. "L'organizzazione dei giochi - ha aggiunto
l'assessore - riflette l'attenzione della Regione verso lo sport e
il rapporto di collaborazione con il Coni, concretizzatasi con le
grandi manifestazioni che si sono tenute in Sicilia e le altre che
si terranno nei prossimi mesi. Avanzero' al Cus nazionale la
proposta della candidatura di una delle citta' siciliane sede di
ateneo, per ospitare i campionati nazionali universitari del 2012.
Lo sport e' un valore aggiunto del segmento turistico. E, in
questo senso e' importante e condivisibile la decisione di
decentrare le sedi di gara, non soltanto a Palermo, ma anche in
altri centri ricchi di attrattive da fare conoscere". I Giochi
sono un grande impegno, dal punto di vista organizzativo. Per
Vincenzo Massimo Costa, presidente del Coni Sicilia, "e'
fondamentale lo sforzo corale della Regione, delle amministrazioni
dei comuni coinvolti e del Coni, per una manifestazione che e'
anche una straordinaria occasione turistica e economica per la
Sicilia". Sforzi organizzativi che la Commissione tecnica del
Coji, il Comitato organizzatore dei Giochi delle Isole, ha gia'
apprezzato, come ha testimoniato Aldo Di Pietro, il vicepresidente
dell'organismo, presente oggi a Palermo. A rappresentare
l'identita' isolana e il rapporto con il mare e' "Max la goccia",
la mascotte della manifestazione. Di sicuro impatto, anche l'inno
dei Giochi, "Mani all'aria", un brano coinvolgente e dalle
sonorita'' mediterranee del gruppo siciliano dei Tinturia. "Il
messaggio del brano - ha detto Lello Analfino, cantante della band
- e' quello di esortare i ragazzi a essere competitivi nella vita
di ogni giorno".
Ideati nel 1989 dal francese Pierre Santoni, attuale presidente
del Coji, la prima edizione dei Giochi si e' svolta nel 1997, in
Corsica. La Sicilia li ha gia' ospitati in due edizioni, nel 1999
e nel 2006, e per ben 6 volte si e' imposta nella classifica
finale, l'ultima volta nell'edizione 2010, disputatasi nelle isole
Azzorre. Sono 14 le isole partecipanti quest'anno, alla
manifestazione che l'assessore Tranchida ha definito "Olimpiadi
giovanili del mare": Azzorre, Corsica, Cipro, Corfu', Elba,
Jersey, Madeira, Korcula, Malta, Martinica, Sardegna, Mayotte,
Wight e, ovviamente, Sicilia. Oltre a Palermo, i centri coinvolti
saranno Alcamo, Balestrate, Carini, Ficarazzi, Montelepre,
Partinico e Terrasini.
Testimonial d'eccezione, per l'edizione 2011 dei Giochi: un
messaggio di saluto e' arrivato dal tennista spagnolo Rafa Nadal,
numero 1 del ranking mondiale, che, non ancora quindicenne
partecipo' all'edizione 2001, a Palma di Maiorca, vincendo il
torneo.
Le discipline previste sono: atletica (le gare si disputeranno
nello stadio delle Palme di Palermo), basket (Pala Tre santi,
Alcamo, palestra Don Pino Puglisi, a Montelepre, con il
polivalente di Balestrate quale impianto di riserva), ginnastica
(nel PalaOreto di Palermo), pallamano (Pala Enzo D'Angelo e
PalaGrimaudo ad Alcamo), judo (Ics Guttuso di Carini), nuoto
(piscina Olimpica di Palermo), tennis (al circolo del Tennis e
Tennis club Palermo 2, a Palermo), tennis tavolo (al PalaUditore
di Palermo), vela (al Circolo della vela di Palermo) e pallavolo
(Itc Dalla Chiesa e Liceo scientifico Savarino di Partinico, con
il Geodetico comunale di Terrasini come impianto di riserva) .
Previsti, come sport dimostrativi, pesi (Itc Pio La Torre di
Palermo), canottaggio (Circolo Roggiero di Lauria di Palermo),
calcio (Campo Don Pino Puglisi di Montelepre), badminton
(Palazzetto di Ficarazzi), wushu kung fu (Cus Palermo), rugby
(Velodromo di Palermo). In programma anche una sezione per gli
sport paralimpici: atletica, nuoto e tennis tavolo.
sl/idn
191311 Mag 11 NNNN
(19 Mag 2011)

giovedì 19 maggio 2011

CREDITO IMPOSTA : REGIONE PRONTA A PARTIRE SI ATTENDE INTESA SUI FAS

regione.sicilia >> Economia.

PALERMO, 19 mag 2011 (SICILIAE) - "Era tutto pronto per partire
con il credito d'imposta per gli investimenti previsti dalla l.r.
n. 11 del 2009, tuttavia la pubblicazione della delibera Cipe (n.
1 del 2011) di rimodulazione e revisione dei fondi Fas per la
Sicilia - il Programma stanzia 120 milioni per questo incentivo -
ha determinato le condizioni per il differimento del termine per
l'avvio della procedura".
Lo ha dichiarato l'assessore regionale per l'Economia, Gaetano
Armao che, a seguito di quanto stabilito in merito dalla Giunta di
Governo, ha emanato oggi il decreto con cui si differiscono i
termini per la presentazione delle domande di accesso al credito
d'imposta per gli investimenti, strumento finanziario inserito tra
le misure di programmazione regionale per l'uso dei fondi Fas
2007/2013.
Il provvedimento scaturisce dall'obbligo imposto dal Governo
nazionale, con la delibera Cipe dell'11 gennaio 2011, di rivedere
i programmi regionali gia' adottati, non solo per rimodularli
finanziariamente a seguito della riduzione finanziaria dei Fas ma,
soprattutto, per verificarne, d'intesa con il Governo nazionale,
la coerenza con le linee guida del Piano per il sud. A quel punto
potra' essere immediatamente attivata la piattaforma informatica,
gia' definita dall'Agenzia delle Entrate, per il click day.
"Il credito d'imposta per gli investimenti - ha sottolineato
Armao - rimane uno strumento insostituibile per le politiche di
sviluppo che il Governo regionale intende portare avanti per il
tessuto imprenditoriale siciliano e per attrarre investimenti in
Sicilia".
"Si tratta, per altro, di una misura - ha proseguito l'assessore -
fondamentale per la crescita degli investimenti. Una misura
voluta dall'Ars e attesa dalle imprese e riteniamo percio' che, a
breve, anche su questo punto possa chiudersi positivamente
l'intesa con lo Stato alla quale sta lavorando il Presidente della
Regione Raffaele Lombardo con il Ministro Fitto ".
"In ogni caso - ha concluso l'assessore Armao - siamo pronti, non
appena approvato il ddl collegato alla finanziaria sugli
investimenti e la crescita all'esame della Commissione Bilancio
dell'Ars, a far partire l'incentivo con risorse regionali che, nel
caso di esito positivo della trattativa con lo Stato, comunque si
aggiungeranno a quelle previste dal Par Fas. E cio' potra'
avvenire in poche settimane".
Della decisione sono state informate le categorie produttive, le
organizzazioni sindacali e gli ordini professionali.
fi/idn
191224 Mag 11 NNNN
(19 Mag 2011)

mercoledì 18 maggio 2011

"AFFARI COSCHE SI SONO SPOSTATE AL NORD"

Home Informazione Rassegna Stampa

18 maggio 2011
Gela. «La soddisfazione di chi come me milita nell'antimafia da anni è grande: nomi eccellenti del crimine organizzato e delle cosche mafiose vengono fuori e con essi i loro progetti criminali.
Gli attentati, l'acquisto delle armi per eliminare chi si oppone ai loro oscuri disegni, il traffico delle armi per imporre la loro barbarica legge, il traffico delle sostanze stupefacenti con collegamenti internazionali, il racket delle estorsioni, operazioni criminali che non si svolgono solo in Sicilia e nel territorio gelese ma che trovano un grande palcoscenico a Busto Arsizio, in Lombardia dove una parte della classe dirigente continua ancora a sostenere che la mafia non esiste quando grandi affari delle cosche si sono spostati proprio nelle aree del ricco nord». Lo dichiara Rosario Crocetta, eurodeputato del Partito Democratico. «Oggi - continua Crocetta - anche al Nord, lo schema è ulteriormente peggiorato, non solo con gli affari apparentemente legali ma con le attività illecite, con il pizzo diffuso che richiede ovviamente un grande controllo territoriale. L'operazione della Procura Antimafia di Caltanissetta e della Polizia di Stato fa emergere il nuovo scenario di una mafia che non ha rinunciato, come qualcuno frettolosamente continua a dire, ai delitti e alla violenza, ma che insieme a questi realizza una sintesi perfetta di complicità con settori profondamente deviati dell'economia, che fanno la concorrenza e mettono fuori mercato l'imprenditoria onesta. Una mafia che si insinua nelle amministrazione, ha i suoi collegamenti attraverso funzionari dei comuni ma anche qualche volta e forse, spesso, collegamenti anche tra amministratori e consiglieri. È l'ora - conclude - che anche Busto Arsizio si ribelli».

Adnkronos
____________________________________________

Noi ci siamo già ribellati da tempo, ottenendo molti risultati.
Ma possiamo affermare che la moralizzazione della politica TUTTA
e della burocrazia TUTTA è stata conseguita al cento per cento?.-

Antonio Amodeo

LA LOTTIZZAZIONE STELLA MARINA s.r.l.

Sono stato reiteratamente sollecitato ad esprimere il mio parere sul Piano di Lottizzazione recentemente approvato dal nostro Consiglio comunale.
E' mio costume non pronunciarmi su materia che non conosco o su argomentazioni verbali di incerta veridicità.
Perciò, ho voluto attendere la pubblicazione della relativa delibera - la n.10 del 16.04.2011 - pubblicata in data 09.05.11, da me letta oggi.
Il dispositivo di detta delibera recita:

"APPROVARE IL PIANO DI LOTTIZZAZIONE CONVENZIONATO a scopo edificatorio di un lotto di terreno sito in località Magliolo - zona C1 del PRG - CON LE PRESCRIZIONI INDICATE DALL'ESTENSORE DELLA PROPOSTA E SECONDO L'OPZIONE CHE SCEGLIERA' LA SOCIETA' RICHIEDENTE IN ORDINE ALL'ESECUZIONE DELLE OPERE DI URBANIZZAZIONE".

Per conoscere le "prescrizioni indicate dall'estensore". ho dovuto leggere anche la proposta redatta dal FF Responsabile Area, Ing. Nunziato Chiofalo. Il quale - dopo ben 35 visti, considerati, rilevati, accertati e constatati - PROPONE:

"L'ESAME, PER EVENTUALE APPROVAZIONE, DEL PIANO DI LOTTIZZAZIONE CONVENZIONATO A SCOPO EDIFICATORIO DI UN LOTTO DI TERRENO SITO IN LOCALITA' MAGLIOLO - ZONA C1 DEL PRG".

Il Consiglio Comunale, come già detto, ha ritenuto giusto approvare il suddetto piano, anzicchè limitarsi al solo esame, riservandosi la definitiva approvazione dopo l'acquisizione dell'opzione della società richiedente in ordine all'esecuzione delle opere di urbanizzazione.

IL PARERE TECNICO espresso dall'Ing. Chiofalo - preceduto da 34 visto, considerato, rilevato, accertato e constatato - recita:

"ESPRIME PARERE FAVOREVOLE PER L'APPROVAZIONE del Piano di Lottizzazione Convenzionato a scopo edificatorio di un lotto di terreno sito in località Magliolo - zona C1 del PRG ALLE SEGUENTI CONDIZIONI":

a) che siano completate,collaudate e consegnate al Comune - con ogni onere e spesa a carico dei privati lottizzanti e senza scomputo - prima del rilascio delle concessioni edilizie dei fabbricati da realizzare, così come evidenziato nel parere dell'Avv. Bonfiglio, le opere di urbanizzazione relative al precedete P. di L., ricadenti sulla particella 815 e porzione della n. 74 del foglio 1;

b) che il suddetto impegno sia preso direttamente dai proprietari, partecipando direttamente all'eventuale stipula di convenzione urbanistica;

c) che per quanto riguarda la convenzione stipulata fra il comune e la Stella Marina s.r.l. in data 23.06.2006,
* considerato che la ditta non ha ritirato la concessione edilizia n.01/2008 ed ha rinunziato alla stessa, per cui i lavori di completamento del corpo R, non sono mai iniziati;
* che le aree del precedente P.di L., in possesso della Curatela Fallimentare, sono state già cedute dalla stessa al Comune con atto pubblico del 25.02.2011, anche se le opere di urbanizzazione non sono state completate;

LA STELLA MARINA s.r.l., SI IMPEGNI:

- a corrispondere al Comune di OLIVERI, le somme necessarie per il completamento delle opere di urbanizzazione cedute dalla Curatela fallimentare , nel caso siano fatte direttamente dal Comune;

- oppure, a realizzare a propria cura e spese e senza scomputo, così come previsto nella citata convenzione del 23.06.2006, le suddette opere di urbanizzazione, durante l'esecuzione dei lavori del corpo R, nel caso di rilascio di nuova concessione edilizia.

d) LO SCHEMA DI CONVENZIONE URBANISTICA, ALLEGATO CON L'ULTIMA INTEGRAZIONE, SIA ADEGUATO ALLE SUPERIORI CONDIZIONI.

In altri tempi - quando amministravano i fornai, i capi stazione, i benzinai ed i postelegrafonici - i P. di L. venivano approvati nel modo seguente:

Il Consiglio comunale DELIBERA:

1) Di approvare il Piano di Lottizzazione presentato da .... in data.... prot. n.....e lo SCHEMA DI CONVENZIONE che dovrà regolare la stessa, (se del caso) integrato con le condizioni della Soprintendenza prot. n. ... del ...., costituito dai seguenti elaborati:
ELABORATO A : RELAZIONE
ELABORATO B : DISEGNI - Tav. 1 - Tav. 2 ecc.-
ELABORATO C : COMPUTO METRICO ESTIMATIVO
ELABORATO D : SCHEMA DI CONVENZIONE.

2) Di autorizzare il Sindaco per tutti gli adempimenti conseguenziali.-

Non essendo aggiornato sulle nuove disposizioni di legge non posso emettere un valido parere.

HO SOLO UNA VALIDA CERTEZZA: IL COMUNE DI OLIVERI NON SI PUO' ARROGARE IL DIRITTO DI APPROVARE (?) UN PIANO DI LOTTIZZAZIONE DOPO 740 (SETTECENTOQUARANTA) GIORNI DALLA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA.

Infatti, dagli atti risulta che:
- la domanda è stata presentata il 06 febbraio 2009, prot. n. 1087;
- il Piano ha ottenuto il parere favorevole del Servizio di Igiene Pubblica in data 23 marzo 2009;
- ha ottenuto il parere favorevole dell'Ufficio del Genio Civile di Messina con nota n. 10869 del 31 marzo 2009.

IN CONCLUSIONE MI CHIEDO: il Comune di Oliveri HA LE CARTE IN REGOLA NEI CONFRONTI DELLA SOCIETA' LOTTIZZANTE?.

EVENTUALI DANNI - se vi sono - CHI LI DEVE PAGARE?.

AD OLIVERI FUNZIONA TUTTO REGOLARMENTE?.

QUAL'E' LA CAUSA DI QUESTE MASTODONTICHE DISFUNZIONI?.

CHI E' IN GRADO DI RISPONDERE, ALZI LA MANO.-

Antonio Amodeo

giovedì 12 maggio 2011

MERITATO RICONOSCIMENTO SCIENTIFICO ALLA CONCITTADINA DOTT.SSA DOMINIQUE PERSANO ADORNO

Brillante affermazione nel campo della ricerca scientifica della nostra concittadina dottoressa Dominique Persano Adorno, fisico della materia, ricercatrice alla Facoltà di Ingegneria della Università di Palermo, ove insegna Fisica Generale.

La In Tech, selezionando gli autori esperti in un particolare settore scientifico in base ad una rigorosa serie di di criteri, ha scelto la dottoressa Dominique Persano Adorno per un duplice motivo.

- Ha superato i seguenti criteri di selezione:
1) Campo di ricerca;
2) Analisi delle pubblicazioni - cioè accertamento della rilevanza scientifica, basata sui precedenti contributi alla letteratura di settore o su altre prove di talento scientifico;
3) Interesse qualità ed impatto delle precedenti pubblicazioni.

- In particolare, per il contributo scientifico dato con il suo articolo "Monte Carlo similation of harmonic generation in GaAs structures operating under large-signal conditions", presentato all'11th International Workshop on Computational Electronis (IWCE11), che si è svolto a Vienna dal 25 al 27 maggio 2006, pubblicato poi come articolo sulla rivista della Springer "Journal of Computational Electronis", n. 6, pag 27 (2007), la In Tech ha scelto la dottoressa Persano a partecipare al progetto di un libro dal titolo "Applications of Monte Carlo Method in Science and Engineering". Il libro è stato stampato ed è consultabile e scaricabile gratuitamente on-line all'indirizzo: http//www.intechopen.com/books/show/appications-of-monte-carlo-method-in-science-and-engineering.
L'elaborato della dottoressa D. Persano Adorno è il 13° capitolo a pag. 331 del libro.

La In Tech è un editore Open Access (cioè consultabili gratuitamente) di libri e riviste scientifiche che si sforza di produrre pubblicazioni di alta qualità che possano essere di beneficio per la comunità degli studiosi di tutto il mondo.

Complimenti alla dottoressa Persano per la sua importante affermazione ed auguri vivissimi per ulteriori successi.
Felicitazioni anche per la mamma, Insegnante Agata Trifiletti, e per il papà, Dott. Salvatore Persano Adorno.-

Antonio Amodeo

AGRICOLTURA : BANDO CONTRIBUTI PER RECUPERO AZIENDE DANNI CALAMITA'

regione.sicilia >> Risorse Agricole >> AGRICOLTURA.

PALERMO, 12 mag 2011 (SICILIAE) - Il dipartimento degli
Interventi strutturali dell' assessorato regionale delle Risorse
agricole e alimentari ha pubblicato il bando relativo alla misura
126 nell'ambito del Psr, il Programma di sviluppo rurale 2007 -
2013, su "Recupero del potenziale di produzione agricola
danneggiata da disastri naturali e introduzione di adeguati
strumenti di prevenzione". Si tratta di un regime di sostegno per
le imprese agricole che intendono ripristinare il patrimonio
rurale danneggiato da calamita' naturali, tra frane, inondazioni,
terremoti e valanghe, che si sono abbattute sull'intero territorio
regionale dal 1 gennaio 2007 e fino alla data di pubblicazione
dello stesso bando. I contributi sono finalizzati ad ammortizzare
i costi effettivi che gli imprenditori sosterranno per il
ripristino delle strutture aziendali ed interaziendali
danneggiate. In riferimento al territorio di Messina, il bando e'
delimitato al solo evento calamitoso delle piogge alluvionali del
1 ottobre 2009. La dotazione finanziaria ammonta a 10 milioni di
euro. Per l'adesione occorre presentare apposite istanze on-line,
attraverso il portale SIAN. La domanda di aiuto in forma cartacea,
completa della documentazione e nelle modalita' previste dallo
stesso bando, dovra' essere presentata entro 10 giorni dal
rilascio informatico, presso gli Ispettorati Provinciali
dell'Agricoltura competenti per territorio. Tali disposizioni, e
altre informazioni, sono consultabili anche sui siti
istituzionali: www.psrsicilia.it e
http://www.regione.sicilia.it/Agricolturaeforeste/Assessorato.
lm/ss
121032 Mag 11 NNNN
(12 Mag 2011)
___________________________________

ATTENZIONE ALLA LIMITAZIONE RIFERITA AL TERRITORIO DI MESSINA.

Il bando è delimitato al "solo evento calamitoso delle piogge alluvionali del 1° ottobre 2009.-

Antonio Amodeo

ARRESTATI SINDACO ED ASSESSORE PER CAMORRA

Home Informazione Rassegna Stampa Comunali.

11 maggio 2011

Napoli. Il sindaco del Comune di Montesarchio (Benevento), Antonio Izzo e l'assessore ai Lavori Pubblici e Protezione Civile della sua giunta, Silvio Paradisi sono stati arrestati dai carabinieri con l'accusa di associazione camorristica e reati elettorali. Sono accusati di essersi fatti sostenere nella campagna elettorale in corso dal clan camorristico Iadanza-Panella. Nel corso dell' operazione dei carabinieri di Benevento, coordinati dai pm Antonello Ardituro, Marco del Gaudio della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli ed Aldo Ingangi della sezione reati finanziari, sono state arrestate complessivamente 19 persone. I due amministratori avevano concesso al clan, in cambio del sostegno elettorale, appalti per mense scolastiche, parcheggi e raccolta dei rifiuti.

ANSA
_______________________________________

La raccolta dei rifiuti PRIMEGGIA nel busines prediletto dagli affaristi.
Non sospettavamo che fossero pure interessasi alla gestione dei parcheggi e delle mense scolastiche. Mi auguro che non vogliano interessarsi anche di taglio alberi.-
Antonio Amodeo

mercoledì 11 maggio 2011

L'ALTA VELOCITA' FINO PALERMO?

Mercoledì 11 Maggio 2011 08:33

“Non possiamo fermarci a Salerno. L’alta velocità deve arrivare a Palermo, altrimenti che senso avrebbe il corridoio Palermo-Berlino?” Lo ha affermato il Ministro alle Infrastrutture e ai Trasporti, Altero Matteoli, nel corso di una manifestazione elettorale a Catanzaro. Siamo contenti di queste affermazioni, ma il nostro timore è che sia il solito spot elettorale. Del resto non sarebbe la prima volta. Peccato che in Sicilia i ponti crollino drammatico sintomo della fatiscenza delle infrastrutture. Proprio l’altro ieri si è sfiorata la tragedia a causa del crollo del ponte ferroviario avvenuto tra le stazioni di Piano Carbone e Vituso. Infrastrutture obsolete, materiale rotabile vetusto. Poi si scopre che per anni la Regione Sicilia non è riuscita a spendere i finanziamenti europei, soprattutto il Dipartimento Infrastrutture. E da anni assistiamo al balletto di competenze Stato-Regione sul trasferimento fondi per l’ormai famoso contratto di servizio. I pendolari chiedono alla politica di finirla con questo massacro. Vogliamo finalmente pensare alle esigenze di mobilità delle persone? Altro che treni a 360 Km/h come ha annunciato l’AD di Trenitalia Moretti. Qui percorriamo la Termini-Palermo in 45 minuti!!! E per attuare una modifica servono 6 mesi!!! E’ questa la triste ma reale situazione. Chiediamo ai politici che per una volta si impegnino a prescindere dal colore politico. Ci riusciranno?

Giacomo Fazio -
Presidente Comitato Pendolari Sicilia - Patto Pendolari Italia
_______________________________________

Caro Giacomo,
Il Ministro Matteoli ha affermato una verità inconfutabile: "Non ha senso il corridoio Palermo - Berlino, se l'Alta Velocità non arriva a Palermo".
Ed anche se per lui è uno spot elettorale, noi dobbiamo continuare a lottare convinti di impegnarci in una giusta lotta per il raggiungimento di un importantissimo obiettivo.
Pertanto, caro cocciuto battagliero, NON DOBBIAMO ARRENDERCI E NON DOBBIAMO CONCEDERE TREGUA A TUTTI I SIGG. POLITICI!.-
Affettuosità.

Antonio Amodeo

LA COMMISSIONE LL.PP. DELL'ARS HA LICENZIATO IL D.L. SUGLI APPALTI

regione.sicilia >> Infrastrutture >> APPALTI

PALERMO, 11 maggio 2011 (SICILIAE) - "Ringrazio il presidente e
tutti i componenti della commissione Lavori pubblici dell'Ars per
l'impegno profuso e per la celerita' con la quale hanno esaminato
e licenziato il disegno di legge sugli appalti. Si tratta di una
riforma pienamente condivisa da tutti i soggetti che operano nel
settore dei lavori pubblici e che attendono, ormai da troppo
tempo, una normativa che sia in grado creare le condizioni per un
rilancio, ponendo un argine alle infiltrazioni della mafia".
Cosi' l'assessore regionale alle Infrastrutture e alla Mobilita',
Pier Carmelo Russo, dopo l'approvazione da parte della commissione
Lavori pubblici dell'Ars della riforma degli appalti.
PN/ss
111938 Mag 11 NNNN
(11 Mag 2011)
_____________________________________

Le ISTITUZIONI - a tutti i livelli - DENUNCIANO A GRAN VOCE INFILTRAZIONI MAFIOSE DAPPERTUTTO. ANNUNCIANO EFFICACI PROVVEDIMENTI PER ARGINARLE. MA CONCRETAMENTE COME SI COMPORTANO PER IMPEDIRLE?.-

Antonio Amodeo

RFIUTI : MARINO SOLLECITA I SINDACI DEL TRAPANESE AD APPLICARE LA LEGGE

regione.sicilia >> Energia >> RIFIUTI

TRAPANI, 11 maggio 2011 (SICILIAE) - L'assessore regionale
all'Energia e ai Servizi di Pubblica utilita', Giosue' Marino,
insieme al dirigente generale del dipartimento Rifiuti, Enzo
Emanuele, ha incontrato oggi il presidente della Provincia
regionale di Trapani, Mimmo Turano, e i sindaci dei comuni del
trapanese per un proficuo confronto sul percorso che condurra'
alla costituzione delle nuove societa' (Srr) che gestiranno la
raccolta dei rifiuti in Sicilia.
Nel corso dell'incontro, che si e' svolto nella sede della
Provincia, sono stati analizzati e messi a fuoco i molteplici
aspetti attinenti all'attuazione del gia' avviato processo di
riforma della gestione del ciclo integrato dei rifiuti, anche con
riferimento ai contenuti del piano regionale, di prossima
adozione.
L'assessore Marino, durante il suo intervento, ha sottolineato
la necessita' di dare tempestiva applicazione agli adempimenti
previsti dalla legge, per garantire una sollecita transizione
verso il nuovo regime, che perseguira' gli obiettivi di una
efficace, efficiente ed economica gestione, cosi' come previsto
dal legislatore regionale, e a cui si ispira il piano regionale.
sts/mav
111617 Mag 11 NNNN
(11 Mag 2011)
____________________________________________

L'EFFICACE, EFFICIENTE ED ECONOMICA GESTIONE DEI RIFIUTI non si ottiene trasformando gli Ato "mangiasoldi" in Srr "virtuose". PURA FANTASIA ED ILLUSIONE.
Si vuole TRASFORMARE PER LASCIARE TUTTO COME PRIMA O PEGGIO DI PRIMA.
E' GIA' TUTTO ORGANIZZATO.
Se gli Amministratori comunali vogliono VERAMENTE raggiungere il giusto obiettivo, debbono istituire la GESTIONE DIRETTA dei rifiuti.-

Antonio Amodeo

SICILIA PRESENTA LEGGE REGIONALE SU TRASPARENZA

regione.sicilia >> Autonomie Locali >> FORUM PA.

PALERMO, 11 mag 2011 (SICILIAE) - E' stata presentata stamattina
nel corso di un workshop all'interno del Forum della pubblica
amministrazione, in corso a Roma, la legge regionale 5/2011 sulla
semplificazione e trasparenza amministrativa approvata a fine
marzo, all'unanimita', dal parlamento siciliano. A illustrare le
novita' piu' significative sul tema l'assessore regionale per le
Autonomie locali e la Funzione pubblica, Caterina Chinnici.
"Questa legge - ha detto l'assessore - e' stata fortemente voluta
dal governo regionale perche' consentira', senza indugi, un
processo di rinnovamento della pubblica amministrazione,
accrescendo, nel contempo lo sviluppo territoriale e la capacita'
di attrarre investimenti da parte della Regione. L'obiettivo e' lo
snellimento e la modernizzazione dell'apparato burocratico, per
accrescere efficienza e competitivita'".
La legge introduce un piu' moderno sistema di regole che, ponendo
il cittadino al centro dell'azione amministrativa, allo stesso
tempo, consente alla Regione di promuovere nuove e piu' ricche
opportunita' di crescita civile, economica e culturale della
societa' siciliana. La legge ha rimodulato il sistema previgente,
mediante una significativa revisione della legge regionale n. 10
del 1991 sul procedimento amministrativo e della n. 10 del 2000 in
materia di pubblico impiego regionale e sportello unico attivita'
produttive (SUAP).
La riforma ha in particolare reso piu' celeri e certe le
procedure per il perfezionamento delle istruttorie burocratiche,
ha recepito la SCIA (segnalazione certificata di inizio
attivita'), la digitalizzazione dell'amministrazione, ha elevato a
criterio di valutazione e responsabilita' dell'operato
dirigenziale il mancato rispetto dei tempi amministrativi, ed ha
infine dato ampia attuazione al principio di trasparenza della
Pubblica amministrazione.
A illustrare i capisaldi della legge anche il docente di diritto
amministrativo della facolta' di Giurisprudenza dell'Universita'
di Palermo, Maria Immordino, il dirigente generale del
Dipartimento regionale della Funzione pubblica e del personale,
Giovanni Bologna, e il dirigente dell'Ufficio di Gabinetto
dell'assessorato, Giovanna Salvo.
fdp/ef
111420 Mag 11 NNNN
(11 Mag 2011)
_____________________________________________

L'obiettivo della legge non può essere immediatamente raggiunto se non verrano prima selezionati i burocrati capaci di espletare le proprie mansioni.

Antonio Amodeo

martedì 10 maggio 2011

FRANE E SMOTTAMENTI IN CORRISPONDENZA DEL KM 65+100 DELLA SS 113

Si sono manifestati evidenti segni di frane e smottamenti nella zona in cui si è verificata una vasta frana che in passato ha interrotto la strada statale 113 fra Oliveri e bivio Tindari, frazione del comune di Patti.

La strada fu riaperta al traffico dopo i consistenti opportuni lavori di messa in sicurezza del costone soprastante.

In questi ultimi giorni sono stati eseguiti lavori privati che hanno interessato anche gli interventi realizzati dall'ANAS per scongiurare ulteriori pericoli di frane ed assicurare l'incolumità degli utenti della strada.

Probabilmente le numerose tracce stradali private (autorizzate?) realizzate in quella zona montana - gravata da vincolo idrogeologico ed interessata da un vasto incendio - hanno turbato l'equilibrio naturale esistente, provocando i citati inconvenienti.

E' urgente l'intervento delle Autorità preposte per accertare che non sussistono pericoli per l'incolumità pubblica ed, eventualmente predisporre gli opportuni rimedi.-
Antonio Amodeo

ASI : DOMANI RIFORMA IN COMMISSIONE BILANCIO POI IN AULA

regione.sicilia >> Attività Produttive >> ASI

PALERMO, 10 mag 2011 (SICILIAE) - "Domani mattina la Commissione
Bilancio si riunira' per dare il proprio parere, l'ultimo, al ddl
di riforma delle Asi che potra' cosi' andare in aula nella prima
seduta utile per essere approvato". Lo dichiara l'assessore
regionale alle Attivita' Produttive, Marco Venturi, la cui legge
di riforma dei consorzi di sviluppo industriale ha ottenuto gia'
nel 2010 il parere favorevole della commissione parlamentare di
merito (Attivita' Produttive) e attende ora solo il passaggio in
commissione Bilancio per approdare a Sala d'Ercole.
Il ddl sara' all'ordine del giorno dei lavori di domani della
Commissione Bilancio, presieduta dall'onorevole Savona, a partire
dalle 10:30.
"E' una riforma importante e molto sentita dalle imprese -
afferma Marco Venturi - poiche' prevede alcune importanti riforme
a costo zero ma che incidono sia dal punto di vista dell'immagine
dell'amministrazione, che si presentera' piu' snella nelle
procedure e moderna nell'approccio burocratico, sia per i
benefici che le imprese esistenti e nuove avranno
dall'applicazione della nuova organizzazione prevista dalla
riforma".
Il disegno di legge prevede, tra le altre cose, la soppressione
dei Consorzi Asi e la conseguente istituzione dell'Istituto
regionale per lo sviluppo delle Attivita' produttive (Irsap).
"L'Istituto sara' un organismo snello, rapido ed efficiente per
dare risposte celeri ed in tempi certi. Tutto cio' - spiega
Venturi - si otterra' attraverso la creazione di "zone industriali
a burocrazia zero", la soppressione di circa 800 posti di
sottogoverno (tra consigli generali e direttivi e diminuzione dei
direttori generali) ed un risparmio per le casse regionali di
circa 4 milioni di euro l'anno".
swp/ss
101358 Mag 11 NNNN
(10 Mag 2011)

OLIVERI : IN COSTRUZIONE UNA NUOVA CHIESA

Con vivo compiacimento abbiamo accolto la notizia dell'inizio dei lavori di costruzione della nuova chiesa, avvenuto ieri lunedì 9 maggio c.a.-

In occasione dei festeggiamenti dedicati al nostro amato Parroco, don Luigi Lo Presti, per la ricorrenza del suo 50° anniversario di sacerdozio, Sua Eccellenza Rev.ma Monsignor Ignazio Zambito, Vescovo di Patti, comunicò a tutti i fedeli presenti che la CEI aveva assegnato alla Diocesi di Patti i fondi per la costruzione di una nuova chiesa da edificare in zona di espansione.
Comunicò, altresì, che la Diocesi aveva scelto il comune di Oliveri.

Dopo l'acquisto del terreno occorrente - già destinato nel vigente PRG - iniziò la fase di progettazione da parte dell'Ufficio Tecnico Diocesano e, successivamente, di approvazione del progetto da parte dei preposti Uffici romani della CEI.

Recentemente vene rilasciata dal comune di Oliveri la relativa concessione edilizia.
Immediatamente dopo, vennero iniziati i lavori.

Grati alla Divina Provvidenza ed al nostro Vescovo, Mons. Ignazio Zambito, auspichiamo che i lavori vengano completati nei tempi previsti dall'apposita convenzione.-

Antonio Amodeo

lunedì 9 maggio 2011

SICILIA : DOMANI CONFERENZA STAMPA PRESIDENTE LOMBARDO

regione.sicilia >> Presidenza >> SICILIA.

PALERMO, 9 mag 2011 (SICILIAE) - Il presidente della Regione
siciliana Raffaele Lombardo incontrera' la stampa, domattina a
Palermo (ore 11.00 a Palazzo d'Orleans, Sala degli Specchi).
Nel corso della conferenza stampa saranno affrontati i temi
relativi all'inchiesta Iblis. Questa mattina i legali del
presidente della Regione hanno depositato al Palazzo di
Giustizia di Catania due memorie difensive relative
all'inchiesta.
pm/ss
091639 Mag 11 NNNN
(09 Mag 2011)

NUOVO AVVISO PER CONTRIBUTI "APQ GIOVANI"

regione.sicilia >> Famiglia e Lavoro >> POLITICHE SOCIALI

PALERMO, 9 mag 2011 (SICILIAE) - E' stato pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana il decreto, a firma del
dirigente generale dell'assessorato Famiglia e politiche sociali,
Rosolino Greco, e le direttive per l'attuazione dell'Azione 5
denominata "Orientati verso l'Europa" dell'Accordo di Programma
Quadro "Giovani protagonisti di se' e del territorio".
Si tratta di un nuovo avviso per la concessione di contributi a
titolo di cofinanziamento di progetti europei destinati ai
giovani. Rispetto al passato, possono accedere anche i gruppi
informali che presentano un progetto nell'ambito del programma
Gioventu' in azione. L'APQ "Giovani protagonisti di se' e del
territorio" costituisce uno strumento di programmazione integrata
attraverso il quale la Regione Siciliana pone al centro
dell'attenzione il mondo giovanile. Vengono incoraggiati quei
processi di cambiamento culturale tendenti alla crescita e
responsabilizzazione, valorizzando le potenzialita' dei giovani in
quanto soggetti attivi e determinanti per lo sviluppo della
Sicilia. La strategia generale e' quella di promuovere il
protagonismo sociale e le capacita' di relazione dei giovani, per
favorirne l'inserimento nel mondo del lavoro, lo sviluppo della
personalita', le attitudini e la partecipazione attiva alla
comunita' locale. Gli oneri finanziari delle istanze di
cofinanziamento regionale, accolte graveranno sugli stanziamenti
previsti nell'Azione 5 "Orientati verso l'Europa" dell'A.P.Q.,
pari complessivamente a 140 mila euro a cui potranno aggiungersi
ulteriori economie che si renderanno disponibili. Il decreto
restera' in vigore fino alla piena utilizzazione delle risorse
finanziarie e comunque non oltre il triennio di attuazione
dell'intero Accordo di Programma Quadro.
ef
091339 Mag 11 NNNN
(09 Mag 2011)
___________________________________________

I nostri "baldi e boriosi" neo amministratori comunali, se hanno vere capacità, le dimostrino impegnandosi in questo genere di progetti.
Le carnevalate e le salsicciate non creano futuro per i giovani.-

Antonio Amodeo

URBANISTICA : LA NORMA SU CAMBIO DESTINAZIONE D'USO NON E' SANATORIA

regione.sicilia >> Territorio >> URBANISTICA

PALERMO, 9 mag 2011 (SICILIAE) - "La norma approvata in
finanziaria che permette di chiedere e ottenere il cambiamento di
destinazione d'uso degli edifici costruiti in verde agricolo, non
e' una sanatoria e non e' una novita', perche' questo e' stato
previsto da leggi regionali precedenti, la n. 17/1994 e sue
successive modifiche nel 1995 e nel 2001. La condizione e' che
questi edifici abbiano gia' una regolare concessione edilizia
rilasciata al giugno 1994 e che la nuova destinazione d'uso non
deve essere ad abitazione".
Lo spiega l'assessore regionale al Territorio e Ambiente,
Gianmaria Sparma.
"Queste modifiche - aggiunge Sparma - servono solo a semplificare
l'istituto del 'Cambiamento di destinazione d'uso in verde
agricolo'. Sostanzialmente per la legge, che non viene modificata,
i manufatti in verde agricolo, se assistiti da regolare
concessione, possono svolgere altra funzione produttiva, diversa
da quella originaria. L'emendamento approvato estende il campo di
azione di questa norma a beneficio di quegli immobili che, alla
data di entrata in vigore della legge 17/1994, non risultino
ultimati, ma che debbono avere comunque a quella data una regolare
concessione e non possono essere usati a scopo abitativo".
vorl
091035 Mag 11 NNNN

domenica 8 maggio 2011

LATTERI (MPA) : SUGGERIMENTI SULLA 'MARMELLATA' DELL'ON. CRACOLICI

DAL BLOG NEBRODI E DINTORNI

Le dichiarazioni dell'on. Cracolici riportate nella sua intervista, in merito alla proposta avanzata nei giorni scorsi dall'on. Ferdinando Latteri, deputato nazionale ed esponente di spicco del MPA, di un governo istituzionale costituito con la partecipazione di tutte le forze politiche regionali "destano stupore per più di una ragione". L'on. Latteri, nell'articolo che segue, spiega perché

● Palermo, 07/05/2011 - Le dichiarazioni dell’on. Cracolici riportate nella sua intervista in merito alla proposta da me avanzata di un governo istituzionale costituito con la partecipazione di tutte le forze politiche regionali destano stupore per più di una ragione.
L’on. Cracolici, per tentare di svalutare la mia proposta, la definisce con il termine ‘marmellata’. Mi si consentano due osservazioni.

La prima è che la marmellata, in genere, è molto buona, energetica e gustosa, si accompagna al panino, ricorda merende fanciullesche e adolescenziali, e persino qualche piccola trasgressione che probabilmente non è nella natura del serioso on. Cracolici.
La seconda, ben più seria, è che la marmellata, di solito, è il risultato di un'attenta e sapiente elaborazione di frutti di una sola specie. Forse, l’illustre onorevole intendeva riferirsi alla ‘macedonia’, ma la sua formazione "monista" e forse anche un pò monolitica lo ha fatto confondere con la ‘marmellata’.
Sempre a proposito di termini utilizzati nella nota dell'onorevole Cracolici, mi pare interessante l’uso del termine ‘nostalgia’ a me riferito.

Non so a quale ‘nostalgia’ voglia fare riferimento, in quanto la frase viene lasciata incompleta. Posso, peró, immaginare che dovrebbe trattarsi della nostalgia di una politica responsabile e coerente che sappia cogliere i momenti drammatici della vita del Paese e sappia mettere a tacere lo spirito di parte tutte le volte che la "Patria" chiama.

A titolo d’esempio, si possono ricordare insegnamenti straordinari di grandi statisti del Partito Comunista Italiano che seppero individuare i problemi e farsi carico delle responsabilità. Togliatti, alla fine della guerra, seppe partecipare allo sforzo comune e convivere con forze politiche molto lontane dalla sua ispirazione. Berlinguer, dopo i fatti cileni e davanti alla drammaticità della situazione interna e internazionale, seppe lanciare il ‘compromesso storico’ e, successivamente, la ‘solidarietà nazionale’. Anche lui aveva compreso che la crisi e le istanze dei giovani, del mondo del lavoro, dell’economia non potevano essere soddisfatte con soluzioni politiche transitorie e di parte.


Oppure dovrebbe trattarsi della nostalgia di una stagione nella quale la democrazia era ‘autentica’, gli elettori esprimevano scelte di indirizzo e venivano rispettati, gli eletti si sentivano legati agli elettori e governavano con il consenso che avevano ottenuto sul proprio progetto, senza utilizzare i voti di altri, espressi ed ottenuti sulla base di progetti accettati dall’elettorato. Lo stesso centralismo democratico, che aveva retto la politica interna del Partito Comunista, derivava da una profonda legittimazione democratica, misurata in un serio processo interno di selezione della dirigenza e con la verifica del voto popolare.
Sarebbe utile avere nostalgia di tutto questo, anziché di una filosofia alla Arbore, “meno siamo, meglio stiamo”.

Ma queste nostalgie, purtroppo, non sono apprezzate dall’illustre onorevole Cracolici, che stimo e conosco, ma del quale proprio non riesco a condividere il pensiero.
Dico subito perché.

Paul Mattick, parlando di Lenin, dice “Il fatto che i modi con i quali si ottiene, i mezzi che portano al potere, determinano a loro volta la maniera in cui tale potere è applicato, era una materia che gli interessava poco”. Niccolò Machiavelli, pur cercando di trovare, cinicamente, la miglior soluzione ai problemi dello Stato, affermava “si habbi nelle cose a vedere il fine e non il mezzo”.
L’onorevole Cracolici, forse, immagina di poter governare e salvare la Sicilia adottando i metodi noti di una politica antica, una sorta di machiavellismo leninista in salsa locale.
Come dicono attenti osservatori, a Palazzo dei Normanni ci si prepara ad un altro giro di valzer. Il Partito Democratico chiede, infatti, un salto di qualità per vedere «se esistono le condizioni per aprire una nuova prospettiva politica fondata sull'alleanza delle forze progressiste, moderate e autonomiste all'insegna dell'innovazione».
Ho l’impressione che non dovrebbe essere il Partito Democratico a dettare i prossimi passaggi considerando che non ha avuto alcuna legittimazione da parte dell’elettorato. A meno di non voler sostenere che in Sicilia il risultato elettorale non conti nulla.
Ci aspettiamo che sia il Governatore Lombardo a proporre una soluzione per salvare la Sicilia, favorevole o contraria alle proposte che ognuno porta avanti, ma almeno legittimata dalla sua rappresentatività e, noi speriamo, compatibile con gli orientamenti espressi dall'elettorato.
Non chiediamo consociativismo, ma assunzione chiara di responsabilità, di alleanze, ordinarie o straordinarie, per garantire il rispetto del voto, per salvare la Sicilia, per garantire la continuità del governatorato Lombardo ed anche degli istituti autonomisti.

On. Ferdinando Latteri
__________________________________________

Dedico questo articolo - copiato dal Blog "NEBRODI E DINTORNI" - a tutti i mocciosi neo amministratori locali ed a tutti quelli più anziani rincoglioniti, con la speranza che vogliano trarre qualche spunto di riflessione per migliorarsi.-

Antonio Amodeo

sabato 7 maggio 2011

TGWEB: UN CARICO DI RIFORME AL TRAINO DELLA FINANZIARIA

regione.sicilia >> Presidenza >>

PALERMO, 7 maggio 2011 (SICILIAE) - Una Finanziaria agile e
rigorosa, approvata dopo tre giorni di serrato dibattito in aula,
che porta in dote un carico di riforme. "Otto disegni di legge
approvati immediatamente dalla giunta - spiega al Tgweb
(www.regione.sicilia.it/tgweb) l'assessore per l'Economia Gaetano
Armao - che costituiscono i cosiddetti collegati per lo sviluppo e
la crescita: sono gia' all'esame delle Commissioni e consentiranno
nelle prossime settimane all'Assemblea regionale di accogliere la
richiesta pressante avanzata dal governo per le riforme. Il
Parlamento, a questo punto, ha il dovere di fare presto per dare
ai siciliani quello che attendono".
"Pur mantenendo alta la spesa per gli investimenti - aggiunge
Armao - abbiamo puntato ad un deciso risanamento dei bilanci della
Regione, con una riduzione dei costi per oltre cinquecento milioni
di euro e, sotto questo aspetto, si tratta sicuramente della
manovra piu' importante degli ultimi vent'anni".-
_______________________________________

L'Assessore regionale per l'Economia ci ha comunicato la lieta novella di "una riduzione dei costi per oltre CINQUECENTO MILIONI DI EURO".
Il nostro OCULATO Assessore comunale per le FINANZE quale lieta sorpresa ci riserva oltre alla già nota diffida inviata dalla Regione relativa all'approvazione del Rendoconto di Gestione anno 2010, entro il 30 aprile 2011?.-

Antonio Amodeo

PISANU SU AMMINISTRATIVE: "45 CASI MAFIA - POLITICA"

Roma, 6 maggio 2o11


Alle ultime elezioni amministrative sono state 45 le violazioni accertate dalla commissione parlamentare antimafia al codice di autoregolamentazione, che vietava di candidare esponenti politici sottoposti a giudizio per specifici reati. I casi, emersi dalla relazione della commissione presieduta da Giuseppe Pisanu, hanno riguardato 11 candidati eletti e 32 non eletti. In 15 dei 45 casi si è trattato di candidati in liste nazionali. Altri 4 in liste civiche che però facevano diretto riferimento a partiti nazionali e i restanti 25 in liste civiche locali. Con una distribuzione «equa e trasversale», ha rilevato la Relazione, tra i principali partiti nazionali. Tutte le violazioni sono state registrate nel centro sud (Puglia Campania, Calabria e Sicilia), anche se diverse prefetture del nord non hanno fornito i dati. Causa principale di «questa fotografia sfuocata» è, come ha sottolineato la commissione, da ricercare in un campione non omogeneo nè completo: 71 prefetture hanno fornito dei dati; 22 li hanno consegnati non completi o in maniera insufficiente. In conclusione, dunque, un bilancio che la commissione ha ritenuto «non rappresentativo» della reale presenza mafiosa nelle amministrazioni locali. Il presidente Pisanu ha infatti sottolineato la «sproporzione» tra il limitato numero delle violazioni al codice di autoregolamentazione e le reali dimensioni del rapporto mafia-politica. Per questo Pisanu ha chiuso la sua relazione proponendo di «trasformare in legge 'il codice' affrontando il nodo dello scambio elettorale politico-mafioso'. »Dovremo riflettere attentamente sulla possibilità di correggere e rendere ben più efficiente il Codice di Autodisciplina come strumento di prevenzione«, ha scritto. »In questa ottica potremo esaminare la possibilità di stabilizzarlo attraverso una proposta di legge che, ovviamente, dovrebbe risolvere i delicati problemi di costituzionalità che si pongono in ordine al diritto di voto o, più precisamente, all'esercizio dell'elettorato attivo e passivo«.

ANSA
___________________________________________

E' auspicabile che venga sancita anche l'ineleggibilità degli Amministratori che non rispettano il programma elettorale proposto agli elettori.
Nonchè di quegli Amministratori che violano le norme dell'Ordinamento Enti Locali e dello Statuto Comunale vigenti.
Sarebbe pure importante istituire un controllo annuale di tutti gli atti comunali da parte di una Commissione Mista di Esperti.-

Antonio Amodeo

venerdì 6 maggio 2011

PRECARI: LOMBARDO FIRMA STABILIZZAZIONE ENTI LOCALI

regione.sicilia >> Presidenza >>

PALERMO, 6 mag 2011 (SICILIAE) - Il presidente della Regione
siciliana, Raffaele Lombardo, ha firmato oggi la circolare che
individua le procedure di stabilizzazione dei 22.500 precari degli
enti locali, in riferimento alla legge regionale n.24 del 2010
"Misure di stabilizzazione dei rapporti di lavoro a tempo
determinato presso gli enti locali".
Si tratta di una serie di norme che disciplinano le modalita' di
assunzione e l'utilizzo di contratti di lavoro flessibile
nell'ambito della Regione. In particolare, la circolare detta le
prescrizioni e fornisce una guida precisa su come gli enti locali
devono muoversi per stabilizzare i loro precari. Il provvedimento
e' firmato anche dagli assessori per la Funzione pubblica,
Caterina Chinnici, per l'Economia, Gaetano Armao e per la Famiglia
e Politiche sociali, Andrea Piraino.
mpf/laco
061812 Mag 11 NNNN
(06 Mag 2011)

EDILIZIA SOCIALE: SI DEL CIPE A PROGRAMMA REGIONE DA 147 MLN

regione.sicilia >> Infrastrutture >> EDILIZIA SOCIALE.

PALERMO, 6 maggio 2011 (SICILIAE) - "E' sicuramente un
riconoscimento importante al lavoro svolto da questo assessorato,
che ha puntato sulla qualita' degli interventi e che, soprattutto,
ha saputo muoversi con celerita' consentendo alla
Sicilia di essere nel primo blocco di regioni che potranno
utilizzare tali risorse destinate alla realizzazione di 602
alloggi, 360 dei quali godranno di contributi pubblici, con una
parte a carico dei privati".
Cosi' l'assessore regionale alle Infrastrutture e alla Mobilita',
Pier Carmelo Russo, commenta il parere favorevole espresso dal
CIPE sullo schema di Accordo di programma tra il Ministero delle
Infrastrutture e dei Trasporti e la Regione siciliana per la
realizzazione di programmi di edilizia sociale, nell'ambito del
piano nazionale di edilizia abitativa, previsto dall'art. 11 della
legge 133/2008 e dal successivo DPCM 16/07/2009.
"Questi programmi - sottolinea Russo - saranno in grado di
produrre investimenti per complessivi 147 milioni di euro, di cui
circa 28 di provenienza statale, 14 milioni di risorse regionali,
circa 7 milioni da parte dei comuni e 99 milioni investiti dai
privati".
"Nell'ambito dei programmi - spiega l'assessore - saranno anche
realizzate tutte quelle opere di urbanizzazione primaria e
secondaria, oltre ai servizi essenziali, in grado di soddisfare
le esigenze sociali relative alla residenza".
I 360 alloggi realizzati con i contributi pubblici dovranno
essere locati a canone concordato per un periodo non inferiore a
25 anni, mentre per gli altri (242), sara' possibile decidere se
vendere o affittare, anche se a prezzi calmierati.
Gli alloggi saranno destinati alle categorie cosiddette
svantaggiate previste dall'art. 11 della legge 133/2008 e, cioe',
a giovani coppie, anziani, immigrati, studenti, famiglie mono
reddito. Gli interventi sono previsti nei comuni di Caltanissetta,
Agrigento, Castelbuono, Caltagirone, Modica, Comiso, Scicli,
Pozzallo Sant'Agata di Militello, Fiumedinisi, Portopalo di Capo
Passero, Canicattini Bagni, Pantelleria,
Erice e Castelvetrano.
pn/mpf
061735 Mag 11 NNNN
(06 Mag 2011)
_____________________________________

OLIVERI SEMPRE PRIMO IN TUTTI I PROGRAMMI.-

Antonio Amodeo

SU GURS BANDO DA 51 MLN PER IMPIANTI

Regione Siciliana - Impianti sportivi.


PALERMO, 6 MAG. 2011 (SICILIAE) - E' di 51.887.929 mila euro la
disponibilita' finanziaria del bando dell'assessorato regionale al
Turismo per l'impiantistica sportiva, pubblicato oggi sulla
Gazzetta ufficiale della Regione siciliana. La Regione, le
province e i comuni potranno presentare i progetti per il recupero
e la riattivazione degli impianti sportivi, per il miglioramento
dello stato di quelli esistenti e per il completamento delle
strutture, per renderle realmente fruibili.
"Sono fondi comunitari della linea d'intervento 3.3.2.1. del
Programma operativo F.e.s.r 2007/13. Attraverso questo massiccio
investimento dei fondi comunitari - dice l'assessore Tranchida -
consentiremo di riqualificare gli impianti sportivi esistenti,
adeguandoli alle normative vigenti e rendendoli pienamente
fruibili agli atleti e al pubblico. E' un'ottica che coniuga sport
e turismo, perche', attraverso le grandi manifestazioni che vi si
potranno svolgere, si possono attivare importanti movimenti
turistici, in ogni periodo dell'anno, come dimostrano le
competizioni inserite nel calendario dei grandi eventi, dai Giochi
delle Isole al Sicilian open di golf, al Sicilian jumping tour,
agli internazionali di tennis. E' un uso delle risorse comunitarie
coerente con gli obiettivi di sviluppo della filiera sportiva in
Sicilia che si unisce alla necessita' di potenziare e
destagionalizzare i flussi turistici verso la nostra regione".
Le domande dovranno essere presentate entro 90 giorni dalla
pubblicazione del bando sulla Gurs. Le istanze saranno esaminate
da un nucleo di valutazione. Tra i requisiti di ammissibilita'
previsti, le priorita' territoriali individuate dal Piano
regionale dell'impiantistica sportiva individuate dal Coni Sicilia
(e consultabile sul sito dell'assessorato,
www.regione.sicilia.it/turismo), e gli interventi finalizzati
alla destagionalizzazione e alla diversificazione turistica,
l'esistenza di una filiera di prodotto turistico.
sl
061428 Mag 11 NNNN
(06 Mag 2011)