martedì 30 novembre 2010

COMMENTO ANONIMO DELLE ORE 21.25

Lottizzazione............... ci sono dei contrasti tra ......... e ............. . Perchè?? e ora visto ch'è dovuto intervenire ............. come si mette con...........?? sicuramente ora dirà ................. , queste sono le sue solite frasi. E ora tu ........... comu ti metti? .............. o .......... e fai denunciari i to fidati consiglieri? già tu non voti e mancu quella persona educata componente della tua giunta che quando parla rumina a bucca ................ ? ma questa, chiamiamola persona, sa cosa significa comportamento etico o pensa di essere al mercato chi venni pignatelli???????????
Buona sera Sig. Amodeo, siamo mesi proprio male.!!

FINANZA: DA CASSA DEPOSITI E PRESTITI 862 MILIONI ALLA SICILIA.

Alle ore 17.06 l'Ufficio Stampa Presidenza della Regione Siciliana ha pubblicato la seguente notizia:

PALERMO, 30 nov 2010 - E' stato firmato oggi a Palermo, nella sede dell'Assessorato all'Economia, dal Presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo e dall'assessore all'Economia, Gaetano Armao, il contratto di mutuo trentennale di 862 milioni di euro tra la Regione siciliana e la Cassa depositi e prestiti, deliberato la scorsa settimana dal consiglio di amministrazione dell'istituto di credito.
Le risorse sono destinate a investimenti pubblici di rilevanza regionale.
In particolare, la Cassa depositi e prestiti erogherà alla Regione entro il 9 dicembre prossimo 696 milioni di euro per finanziare, tra l'altro, intereventi su immobili di proprietà regionale, di edilizia residenziale convenzionata ed agevolata, scuole, sistema informativo regionale, cofinanziamento del Programma operativo regionale 2007 - 2013 e infrastrutture.
Altri 166,5 milioni di euro serviranno, invece, per la realizzazione di opere di pubblica utilità nell'area industriale di Termini Imerese e quale contributo straordinario per investimenti nelle Università statali siciliane e della Scuola superiore di eccellenza di Catania.
"La sigla di questo contratto - ha detto Lombardo - è un segno dell'impegno che il Governo sta mettendo per ridare fiato alla nostra economia e per dotare la nostra Regione delle risorse necessarie per affrontare la grave crisi nella quale si trova, a causa di eventi economici esterni alla Regione stessa".
"Potenzieremo in qusto modo - ha commentato l'assessore Armao - la capacità d'investimento della Regione per accelerare la realizzazione di importanti progetti infrastrutturali, ottenendo così risorse finanziarie fresche, da investire in una economia che soffre gli effetti della crisi internazionale".-
________________________________________________

Non so se il nostro Comune potrà beneficiare direttamente delle predette risorse finanziarie.
E' sicuro, però, che Oliveri potrà indirettamente beneficiare come paese turistico.-
Antonio Amodeo

FEDERALISMO: primo ok Cdm a decreto premi-sanzioni enti locali.

Alle ore 15.37 di oggi l'Agenzia ANSA ha pubblicato la seguente notizia:

(ANSA) - ROMA, 30 NOV. - Primo via libera del Consiglio dei ministri al decreto attuativo del federalismo fiscale che introduce premi e sanzioni per Comuni, Province e Regioni "virtuosi" o inadempienti.
Il provvedimento ora passerà all'esame della Conferenza Unificata e del Parlamento.
E' un ulteriore tassello del federalismo fiscale che introduce meccanismi premiali e sanzionatori per Regioni, Province e Comuni che culminano nell'inventario di fine legislatura per le Regioni e di fine mandato per Comuni e Province.-
___________________________________________

Ci rallegriamo per questa buona notizia perchè siamo sicuri che la nostra amministrazione, a fine mandato, onorerà tutti gli impegni assunti col proprio elettorato.
Come dice il proverbio, il buon giorno si vede dal mattino.
Pertanto, il Comune di Oliveri otterrà il massimo premio previsto dal predetto decreto e potrà sanare i debiti lasciati dai precedenti Amministratori.-
Antonio Amodeo

lunedì 29 novembre 2010

FINANZIARIA: CHINNICI A SINDACI ENNESE "AIUTATECI AD AIUTARVI".

Alle ore 17.40 di oggi l'Ufficio Stampa Presidenza della Regione Siciliana ha pubblicato il seguente comunicato:

ENNA, 29 novembre 2010

Il tema della collaborazione sinergica tra amministrazione centrale e periferica è stato il filo conduttore dell'intervento dell'Assessore Chinnici.
"Una collaborazione necessaria - ha detto - per invertire un trend che rischia di non essere più colmabile. State tranquilli - ha aggiunto - perchè sono l'Assessore per le Autonomie locali e non contro, quindi in me troverete sempre uno strenuo difensore dei Comuni, sia all'interno della giunta di governo che dell'assemblea regionale siciliana".
Nel corso del suo intervento l'Assessore Chinnici ha spiegato anche che da parte del governo regionale c'è la volontà di dare maggiore autonomia e competenza agli enti locali, delegando tutta una serie di funzioni che in questo momento sono in capo alla Regione, trasferendo adeguate risorse umane e finanziarie.
"Per farlo - ha sostenuto Chinnici - occorre il sostegno dell'amministrazione, unitamente all'avvio di un'azione mirata a un'educazione culturale, che possa indurre le autonomie locali ad attivare ogni intervento strategicamente strutturato e stabile per invertire il rapporto tra risorse trasferite dalla Regione e la loro capacità di autofinanziamento attraverso il contrasto, tra l'altro, all'evasione, la prevenzione dell'elusione e la riscossione delle entrate tributarie di loro spettanza".
La serie di incontri proseguirà domani mattina, quando, a partire dalle 10.30, l'Assessore Chinnici incontrerà i 22 Sindaci della provincia di Caltanissetta, guidati dal primo cittadino del capoluogo Michele Campisi.
Il giorno successivo, mercoledì 1° dicembre, dalle ore 16.00 sarà la volta dei sindaci della provincia di Palermo. L'appuntamento è fissato nella Sala delle Carrozze a Villa Niscemi di Palermo.-
_________________________________________________

L'annunciata volontà del Governo regionale di dare maggiore autonomia e competenza agli enti locali può essere un vantaggio per i cittadini amministrati nella misura in cui gli Amministratori eletti ed i Burocrati INAMOVIBILI avvertiranno l'esigenza di prepararsi a gestire DIGNITOSAMENTE tali nuove funzioni.
Lo stesso Assessore Chinnici avvisa che occorre "l'avvio di un'azione mirata a un'educazine culturale" - ovviamente di tipo amministrativo - "per invertire il rapporto tra risorse trasferite dalla Regione e la capacità di AUTOFINANZIAMENTO ATTRAVERSO IL CONTRASTO ALL'EVASIONE, LA PREVENZIONE DELL'ELUSIONE E LA RISCOSSIONE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE DI LORO COMPETENZA".
Molti Amministratori si troveranno di fronte ad un bivio:
- O prepararsi opportunamente abbandonando le vecchie logiche clientelari.
- O abbandonare definitivamente il campo.
Sia l'una che l'altra sarà una scelta traumatica. MA NECESSARIA ED OBBLIGATORIA.
Chi non intende mollare, abbi la dignità di frequentare un corso di formazione.-
Antonio Amodeo

domenica 28 novembre 2010

LOMBARDO INCONTRA I SINDACI DELLA SICILIA ORIENTALE

L'Ufficio Stampa Presidenza della Regione Siciliana ha pubblicato la seguente notizia:

Catania, 27 novembre 2010

Il Presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo, affiancato dagli Assessori per gli Enti Locali, Caterina Chinnici, e Lavoro, Andrea Piraino, ha incontrato i Sindaci delle province di Enna, Siracusa, Ragusa, Messina, Catania e Caltanissetta.
Oggetto della riunione l'avvio dei cantieri di lavoro.
L'iniziativa permetterà di impiegare, in progetti di riqualificazione urbana dei comuni, oltre 36 mila disoccupati; sono 1759 i cantieri finanziati con un'anticipazione dal bilancio regionale in attesa che sia sottoscritto l'Accordo di Programma Quadro con il Ministero dello Sviluppo economico e dello sblocco dei fondi del Fas 2007/2013.
L'incontro è stato ospitato in mattinata dal teatro Sangiorgi di Catania e vi hanno preso parte anche il segretario generale della Presidenza della Regione, Giovanni Bologna, il dirigente generale del dipartimento regionale Acque e rifiuti e ad interim del dipartimento Bilancio, Enzo Emanuele e il deputato regionale Lino Leanza che nel ruolo di ex assessore al Lavoro ha avviato e completato l'iter (dai bandi alle graduatorie) dei cantieri di lavoro.
Presente, fra gli altri, anche i dirigenti generale della Protezione Civile regionale, Pietro Lo Monaco e del dipartimento Lavoro, Alessandra Russo.
"I cantieri di lavoro consentiranno la realizzazione di opere utili a beneficio della collettività - ha affermato il presidente Lombardo - Allo stesso tempo, nel periodo interessato, impiegheranno 36 mila disoccupati, sostenendo anche lo sviluppo dell'economia locale".
"L'incontro con i Sindaci è stato un proficuo momento di confronto - ha proseguito Lombardo - all'insegna della condivisione e collaborazione".
_______________________________________________

Da quanto prcede si evince che i bandi e le graduatorie dei cantieri di lavoro sono stati avviati e completati dall'ex assessore al Lavoro Lino Leanza.
Sarebbe interessante conoscere il motivo per cui il Comune di Oliveri non ha ottenuto alcun finanziamento.
Qulcuno ha insinuato che solo pochi disoccupati hanno presentato la relativa richiesta.
Sicuramente l'addetto stampa comunale fornirà esaurienti notizie.-
Antonio Amodeo

FINANZIARIA: L'ASSESSORE CHINNICI INCONTRERA' I SINDACI DEI 390 COMUNI SICILIANI

L'Ufficio Stampa Presidenza della Regione Siciliana ha pubblicato la seguente notizia:

Palermo, 28 novembre 2010

Prenderà il via domani pomeriggio da Enna la serie di incontri che l'Assessre Regionale per le Autonomie Locali e la Funzione pubblica, Caterina Chinnici, ha programmato con i Sindaci dei 390 comuni siciliani.
Le riunioni con i primi cittadini avverranno su base provinciale, nelle sedi dei municipi di ognuno dei 9 capoluoghi di provincia.
L'appuntamento con i Sindaci dell'ennese è fissato per le ore 16, nella sala Cerere del palazzo di Città.
Obiettivo degli incontri è l'avvio di un percorso di collaborazione sinergica tra amministrazione centrale e autonomie locali, anche alla luce dell'approssimarsi, all'Assemblea regionale siciliana, dell'approvazione della legge di stabilità, ma anche per ascoltare, dai diretti protagonisti che conoscono il proprio territorio, suggerimenti per l'individuazione di azioni, misure e strumenti che, anche con il supporto della Regione, possano consentire agli enti locali l'avvio di percorsi virtuosi tendenti concretamente a un riequilibrio economico-finanziario stabile.
"Siamo consapevoli - dice l'Assessore Chinnici - che l'attuale situazione finanziaria della Regione ci obbliga ad adottare una politica di rigore, ma in questo percorso di risanamento non possiamo non tenere in debito conto le istanze di coloro che stanno sul territorio, di coloro che rappresentano, senza ombra di dubbio, il vero front office della pubblica amministrazione nei confronti dei cittadini, ovvero i Comuni. Ma è proprio a loro che chiediamo quella collaborazione necessaria per invertire un trend che rischia di non essere più colmabile. Stiano tranquilli i Sindaci perchè sono l'Assessore per le Autonomie locali e non contro, quindi in me troveranno sempre uno strenuo difensore dei Comuni che rapresentano".
Il giorno seguente, martedì 30 novembre, l'Assessore Chinnici incontrerà, a partire dalle ore 10.30, nei locali del Municipio di Caltanissetta i Sindaci della provincia nissena.
Nei giorni successivi seguiranno gli appuntamenti nelle restanti sette province siciliane.
________________________________________________

L'Assessore Chinnici, con la sua iniziativa, offre agli Amministratori comunali della sicilia la possibilità di rappesentare suggerimenti idonei ad intraprendere un nuovo percorso di risanamento della finanza locale.
Spero che essi sappiano cogliere questa importante occasione per affrontere alla radice il vero "male" che affligge tutti gli Enti Locali.
Il successo di questa lodevole iniziativa dipende dalla capacità degli amministratori comunali più esperti di sottoporre all'attenzione dell'Assessore Chinnici un ventaglio di suggerimenti dettati dalla loro diretta esperienza, utili per essere trasformati dal Governo regionale in concreti provvedimenti mirati al risanamento della finanza locale.
Mi permetto suggerire ai meno esperti di avviare nei Consigli comunali un approfondito esame di ciascuna situazione per offrire ai Sindaci un supporto concreto delle reali esigenze della comunità amministrata.
Giustamente, l'Assessore Chinnici considera i Sindaci i veri rappresentanti dei cittadini e da per scontato che essi conoscano il territorio amministrato.
Ma non si può, in teoria, escludere che vi siano Sindaci che non conoscano le reali esigenze del territorio di competenza e/o non rappresentano la maggioranza dei Cittadini.
In tali casi, potrebbe costituire valida sanatoria un sereno esame in Consiglio comunale.-
Antonio Amodeo

sabato 20 novembre 2010

RISPOSTA DI TRENITALIA ALLA MIA NOTA

Pubblico la seguente nota di Trenitalia pervenutami in data odierna:

DPR/DRSI. 1640/10

TRENITALIA - Gruppo Ferrovie dello Stato

Direzione Passeggeri Regionale
Direzione Regionale Sicilia
Il Direttore

Egregio Sig. Antonio Amodeo
Via Stazione 13/B
98060 OLIVERI ME

Palermo, 8 novembre 2o10

OGGETTO: richiesta di ripristino circolazione dei seguenti treni 12757, 12761, 12797, 12765, 12769, 12773, 12754, 12758, 25192, 12760, 12762, 12764 con fermata alla stazione di Oliveri.

Egregio Sig. Antonio Amodeo,

in relazione alla sua pregiata del 22 ottobre u.s., di pari oggetto, desideriamo informarLa che la stessa è stata trasmessa all'Assessorato Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità per la diretta trattazione.

Cordialmente

Francesco Costantino
____________________________________________

La mia richiesta era stata inviata, per conoscenza, al suddetto Assessorato.
Come più volte detto e ridetto, i treni Regionali li gestiscono, per legge, le Regioni.
La Regione Sicilia non ha ancora firmato con Trenitalia il cosidetto Contratto di Servizio.
Motivo per cui, NESSUN PROVVEDIMENTO PUO' ADOTTARE TRENITALIA REGIONALE
SENZA LA PREVENTIVA AUTORIZZAZIONE DELLA REGIONE.
Chi può intervenga presso l'Assessorato competente.
Per dirla alla Massimino, IO NON PUO'. Grazie anche dai Pendolari.-
Antonio Amodeo

AL VIA GLI INTERVENTI PER LA MESSA IN SICUREZZA DEL CENTRO ABITATO

TUTELARE IL TERRITORIO COMUNALE PRIMA DELLE NUOVE PIOGGE



RIMOSSA LA FOLTA VEGETAZIONE PRESENTE NEI TORRENTI SAYA E CASTELLO



Questo è il vistoso e fantasioso titolo dell'articolo pubblicato a pagina 11 del noto periodico IN CAMMINO del corrente mese. Segue il testo:



"Effettuati in tempo gli interventi necessari alla sicurezza dei torrenti Oliveri.

Le intense piogge di questi ultimi due anni hanno spinto l'amministrazione comunale a predisporre e, nello stesso tempo, a far effettuare tutti gli accorgimenti necessari per evitare che i due torrenti che delimitano l'abitato potessero sondare e creare danni ingenti a tutto il territorio comunale.

Già due anni fa l'amministrazione comunale aveva predisposto una serie di interventi manutentivi sul territorio - già ultimati - in vista della stagione delle piogge torrenziali che già negli anni scorsi hanno causato gravissimi disagi, e particolare attenzione era stata rivolta al torrente Saya-Castello e al torrente Elicona.

"Proprio nel rispetto delle linee guida del programma elettorale, dice il sindaco Michele Pino, che l'Amministrazione comunale si è adoperata, fin dal suo insediamento, anche per la risoluzione di emergenze rilevanti quali ad esempio i rischi legati a possibili piogge torrenziali. A tal proposito, nel corso dell'anno appena trascorso, sono stati effettuati vari lavori atti a prevenire rischi inutili.

Così, seppur con risorse economico-finanziarie esigue, la mia amministrazione Comunale, ha detto ancora il primo cittadino di Oliveri, ha operato diversi interventi per mitigare i rischi legati al sopraggiungere dei temporali che a causa del dissesto idrogeologico trascinano a valle tutto e di più".

Per evitare esondazioni è stata rimossa la folta vegetazione presente nell'alveo del torrente Saya-Castello, prima di tutto per agevoare il normale deflusso delle acque, e poi si è pensato a rimuovere una parte del materiale solido nei tratti ritenuti ad alto rischio.

Grande attenzione è stata rivolta anche nei confronti del torrente Elicona.

Diverse, a tal proposito, le segnalazioni rivolte all'Ufficio Genio Civile, alla Protezione Civile e alla Prefettura, da parte della giunta comunale per il potenziale pericolo di scalzamento di un tratto di argine del torrente Elicona a valle dell'Autostrada, richiedendo dei sopralluoghi.

"A seguito dell'ultima nostra richiesta, avanzata dal comune, dice di seguito il sindaco Michele Pino, è stato effettuato un sopralluogo da parte di funzionari del Genio Civile.

Noi in tempi record abbiamo indicato gli interventi da effettuare, e così abbiamo potuto effettuare i lavori a di risagomatura del tratto di alveo del torrente Elicona, a valle dell'autostrada.
L'alluvione dell'11 dicembre 2008 continua il primo cittadino, ha messo a repentaglio la sicurezza dei cittadini ed è quindi necessario pensare in tempo alla messa in sicurezza ed all
a difesa del suolo.
Purtroppo, dice infine il sindaco di Oliveri dobbiamo convincerci tutti quanti che siamo di fronte ad una emergenza climatica che sta diventando ordinarietà e, dobbiamo essere in grado di agire non solo nelle situazioni di emergenza ma anche in un'ottica di prevenzione.

Se andremo, come già sembra, verso un'altra stagione difficile per il territorio, ha concluso Michele Pino servono dei fondi per la manutenzione ordinaria ed anche quella straordinaria, senza dimenticare che i cittadini devono essere più accorti nell'evitare di buttare dentro i torrenti quello che viene ritenuto superfluo, mentre le colline non devono continuare ad essere terreno di conquiste".-
Pippo Moroso
____________________________________________________

Questo articolo è una vergognosa autocelebrazione dell'efficienza amministrativa del Sindaco Pino nel settore in cui le omissioni sono maggiormente gravi ed evidenti.
Per prudente altruismo, ometto di commentare la "folta vegetazione presente nei torrenti Saya e Castello".
Mi auguro che i Cittadini di Oliveri abbiano potuto verificare la dichiarata efficienza.
Io non l'ho vista. Forse son diventato orbo. Alla mia età è normalissimo.
Per quanto riguarda gli interventi sui torrenti Elicona e saia Castello - a mio giudizio - sono stati intempestivi ed eccessivi. Ma io sono un ferroviere in pensione. Il mio giudizio non vale.
Nessun riferimento viene fatto al pericolo incombente nella zona di Marinello a causa della soppressione/ostruzione della saia cannitata, più volte da me segnalata.
Non è vero che il Sindaco si è prodigato per la soluzione di queste emergenze "fin dal suo insediamento".
E' vero, invece, che dopo il suo insediamento si è dilungato con tutta la sua "CORTE DEI MIRACOLI" in una serie interminabile di vari festeggiamenti. Fino a quando, anche da qualche suo elettore infastidito da tanto ingiustificato CLAMORE, non è stato clamorosamente contestato.
Forse egli, ancora stordito, confonde i FESTEGGIAMENTI con i dovuti PROVVEDIMENTI.
Non riesco a capire perchè ha ritenuto di dover segnalare il pericolo di scalzamento (?) di un tratto di argine al Genio Civile ed alla Protezione Civile se la competenza ad intervenire e "cacciare" i soldini è del Comune di Oliveri. Il quale è dotato di un efficientissimo Ufficio Tecnico nel cui organico risulta (e paghiamo PROFUMATAMENTE) un velentissimo Ingegnere.
Il Comune è intervenuto soltanto dopo il sopralluogo dei funzionari del Genio Civile.
Ai quali funzionari, in tempi record, "noi abbiamo indicato gli interventi da effettuare".
Come interpretare quel "NOI" ? Come plurale maiestatis ? Ossia, NOI = IO SINDACO ? oppure NOI, senza maiestatis ? Ossia, il Sindaco è quali altri ? Pretendiamo troppo se chiediamo un opportuno chiarimento ? Perchè è importante capire tutti i passaggi ed i motivi per cui si è perso oltre un anno di tempo per effettuare un intervento di competenza del Comune.
Se qualche esperto puo chiarirlo a tutti i Cittadini, avrà la nostra gratitudine: mia e loro.
Meno comprensibile è questa affermazione del Sindaco: "LE COLLINE NON DEVONO CONTINUARE AD ESSERE TERRENO DI CONQUISTE".
Scusi Sindaco, le chiedo: CHI CONQUISTA LE COLLINE ? E DI CHI E' LA COMPETENZA A TUTELARE LA SALVAGUARDIA DEL TERRITORIO COMUNALE ?.
Anche durante il suo mandato le colline di Oliveri sono state interessate da vari lavori.
Sono lavori autorizzati o lavori abusivi ? Molti cittadini hanno visto eseguirli. Lei no?.
Invito lei, tutta la sua giunta, il suo consiglio comunale e l'esercito di burocrati addetti a tale ramo
a farvi una salutare passeggiatina a piedi dalla SS 113 a San Pietro. Andate a gustare i prodotti caseari tipici della contrada. Contempraneamente, CONSTATATE SE ESISTE ANCORA LA STRADA PUBBLICA, COSTRUITA NEGLI ANNI 80 FINO ALLO STABILIMENTO DELLA CEAM, E SE ESISTE ANCORA L'ALVEO DELLA SAIA CASTELLO.
Controllate, anche, tutti gli impianti e le costruzioni (abitabili?) esistenti ai margini della saia.
Fateci sapere (ne abbiamo diritto) se sono opere autorizzate e compatibili con il vincolo idrogeologico esistente, con l'impatto ambientale, con le previsioni del PRG e con tutti gli altri vincoli imposti dalle vigenti disposizioni di legge.
Portatevi anche un giornalista dotato di macchina fotografica per documentare la VERGINITA' del territorio da pubblicare assieme alle vostre gradite interviste.
I Cittadini di Oliveri attendono pazientemente le vostre risposte
I ciarlatani sono pure invitati ad effettuare tale passeggiata salutare.
Scopriranno un mondo meraviglioso e troveranno materia ed argomenti per i loro denti !.
Per quanto riguarda le insufficienti disponibiltà finanziarie del comune, commenterò presto.-
Antonio Amodeo

venerdì 19 novembre 2010

AGRICOLTURA: DIPARTIMENTO FORESTE ADERISCE ALLA FESTA DELL'ALBERO.

Alle ore 13.28 di oggi, l'Ufficio Stampa Presidenza della Regione Siciliana ha diffuso il seguente comunicato:

Palermo, 19 novembre 2010
"il Dipartimento Azienda foreste demaniali dell'Assessorato regionale Risorse agricole e alimentari, aderisce all'iniziativa della "Festa dell'Albero", promossa dal Ministero dell'Ambiente.
L'evento, dal 1998, si svoge il 21 novembre di ogni anno.
Il Dipartimento mette a disposizione a titolo gratuito per i Comuni e per le Scuole aderenti alla manifestazione, postime forestali autoctone che saranno distribuite dai propri vivai provinciali territorialmente competenti.
Le Scuole ed i Comuni siciliani aderenti provvederanno, in contemporanea con i comuni e le scuole del resto d'Italia che partecipano all'iniziativa, alla piantumazione di un numero di piccoli arbusti autoctoni, proprzionale ai nati in ogni singolo comune, sulla base della popolazione residente.
La piantumazione sarà effettuata in terreni scolastici o comunque che abbiano rilevanza ai fini della lotta all'illegalità o per contrastare il dissesto idrogeologico".-
Antonio Amodeo

RIFIUTI: ANTICIPAZIONE SERIT PER PAGAMENTO LAVORATORI ATO 2 ME

Come volevasi dimostrare, il "SILURO" è partito. Dove arriva ? NELLE NOSTRE TASCHE !.
Alle ore 15.20 odierne l'Ufficio Stampa Presidenza della Regione Siciliana ha diffuso il seguente comunicato:

Palermo, 19 novembre 2010
La Serit, l'agenzia incaricata dalla Regione siciliana della riscossione dei tributi avvierà immediatamente un'anticipazione di cassa in favore dell'Ato 2 di Messina, in proporzione al ruolo di riscossione del terzo quadrimestre 2010.
"Le maestranze saranno pagate nei tempi minimi necessari al perfezionamento delle procedure tecnico-amministrative tra i partner coinvolti nell'accreditamento delle somme".
Lo ha assicurato l'Assessore all'Energia e ai Servizi di Pubblica Utilità, Giosuè Marino, che ha incontrato stamattina, in Assessorato, i Sindaci dei 38 comuni dell'Ato 2 di Messina, dove i lavoratori hanno bloccato la raccolta dei rifiuti perchè vantano il pagamento di due salari arretrati.
"Al di là dell'emergenza nei 38 comuni gestiti dall'Ato - ha aggiunto Marino - convocherò ancora i soggetti interessati per quantificare le necessità economiche e per ristabilire un percorso virtuoso in grado di mettere a regime l'intero sistema dei rifiuti".-
_______________________________________________

Come ampiamente previsto, il Prefetto Marino ha dimostrato le proprie capacità di trovare, in tempi rapidi, una soluzione per garantire il doveroso sacrosanto pagamento ai lavoratori delle mensilità arretrate.
Si è anche impegnato di "ristabilire un percorso virtuoso in grado di mettere a regime l'intero sistema dei rifiuti".
Su questo impegno sono meno fiducioso. Non a causa delle indiscusse capacità del Prefetto Marino. Ma a motivo della complessità della farraginosa materia.
Tuttavia, non c'è problema. Rassegniamoci a pagare la prossima bolletta natalizia !.-
Antonio Amodeo

LA NOTIZIA DEL GIORNO

Dai numerosi commenti ricevuti - alcuni dei quali non pubblicati perchè ripetitivi o diffamatori - desumo che ha destato enorme scalpore la notizia, diffusa ieri dalla Gazzetta del Sud, relativa al coinvolgimento di altri 25 indagati a seguito dell'inchiesta che ha causato l'arresto di 8 persone avvenuto lo scorso 5 novembre.
E' normale che l'inchiesta abbia avuto un seguito dopo l'interrogatorio dei primi 8 arrestati.
Non è escluso che prossimamente possano essere coinvolti altri indagati perchè questo tipo di inchiesta si espande a macchia d'olio.
Dopo un terremoto, è normale che conseguano le cosidette "scosse di assestamento".
Lo avevamo già previsto, nei giorni scorsi, commentando serenamente con alcuni amici (indagato compreso) il primo avvenimento. Non escludendo la possibilità di un seguito.
NON E' ALTRETTANTO NORMALE che si alzi un polverone politico coinvolgendo l'attuale Amministrazione Comunale di Oliveri.
I RISENTIMENTI PERSONALI - giustificati o no - NON DEVONO CONDIZIONARE LA NOSTRA FACOLTA' DI VALUTAZIONE OBIETTIVA DEGLI AVVENIMENTI.
Il giustizialismo sviscerato non è virtuoso. Non produce effetti positivi. E' dannoso per tutti.
Occorre essere pazienti ed attendere fiduciosi e sereni il corso della Giustizia. Che, come si sa, per motivi non imputabili agli Operatori, oggi è molto lento e talvolta ingiusto.
E' necessario invocare prudenza e garantismo, prima di emettere ingiustificate sommarie condanne o assoluzioni.
I processi si celebrano nelle competenti aule di giustizia. Non nelle pubbliche piazze o nei Bar.
Tantomeno nei salotti o nei pilotati programmi televisivi o nella Stampa in genere.
Allo stato dei fatti, non trovo giustificata la richiesta di chiarimenti al Sindaco ed, in genere, ai pubblici Amministratori. In questo momento, è compito della Magistratura chiarire i fatti.
SENZA ALCUNA INGERENZA DEI NON ADDETTI AI LAVORI.
A mio giudizio, non esistono i presupposti per un qualsiasi provvedimento delle Autorità amministrative comunali. Salvo smentita da parte di un esperto di diritto.
I ciarlatani, in questa delicata fase, farebbero bene a schiamazzare meno.
Ognuno deve recitare la propria parte. Gli attori devono interpretare la propria parte. Gli spettatori devono ascoltare la recita in religioso silenzio.
Per il bene di tutti, dobbiamo augurarci che il nostro Comune non venga coinvolto più di tanto.
NE CONSEGUIREBBE UNA LUNGA PARALISI. Nessuno guadagnerebbe alcunchè.
Da cittadino responsabile non lo auguro. Consiglio PRUDENZA E GARANTISMO.
Senza esimermi di invocare Giustizia.-
Antonio Amodeo

TURISMO IN SICILIA: SPRECHI RIFLESSI IN UNA VETRINA CONCAVA

Ripropongo all'attenzione dei cortesi lettori di questo blog l'articolo di Agostino Spataro pubblicato da "Nebrodi e Dintorni" in data 02 marzo 2010:

"Nei giorni scorsi, il Presidente della Regione Lombardo è tornato da Milano giustamente indignato per avere accertato, de visu, la sostanziale inutilità della partecipazione siciliana a quella BIT.
Avrà egli constatato l'inconsistenza organizzativa e propositiva dell'offerta turistica siciliana, lo scarso interesse suscitato nella stampa specializzata e no, l'ENORME SCARTO ESISTENTE FRA SPESA EFFETTUATA E RITORNO ECONOMICO.
Anche quest'anno si è ripetuto, cioè, un rituale cialtronesco che spreca il denaro pubblico non per promuovere l'immagine turistica della Sicilia, ma quella più improbabile di FROTTE DI ASSESSORI, PARLAMENTARI, PRESIDENTI DI PROVINCIA, CONSIGLIERI, FUNZIONARI E SCULETTANTI SEGRETARIE.
All'evento non può mancare la troupe televisiva locale incaricata di girare la cassetta che sarà trasmessa per la delizia dei concittadini-elettori.
E la gente se la deve subire, per mesi, come quando si va a far visita agli amici tornati da una vacanza che ti costringono vedere l'immancabile interminabile filmino.
E così assistiamo, nelle tv locali, a performance a dir poco stomachevoli, oltre che dispendiose, risultato di una concezione invertita della promozione turistica che usa la vetrina siciliana alla Bit più per un consumo politico interno che per far conoscere agli operatori l'immagine e le risorse dell'Isola.
Insomma, una vetrata concava che riflette le immagini verso l'interno, facendole confluire nel suo punto focale dove brilla la stella dell'Assessore di turno. I risultati deludenti di questa come di tante altre costose promozioni sono sotto gli occhi di tutti.
Peccato che i responsabili se ne accorgono sempre dopo. Mai prima, durante la fase di programmazione della spesa e delle partecipazioni.
Stiamo parlando di decine di milioni di euro (soldi dei contribuenti) che ogni anno la regione, le province BRUCIANO per azioni meramente propagandistiche che poco o nulla contribuiscono a fare arrivare nuovi turisti in Sicilia.
Anzi, a guardare le più recenti statistiche, si rileva che l'isola, già agli ultimi posti nelle graduatorie degli arrivi e delle presenze, continua a perdere quote assai importanti dei mercati turistici nazionale e internazionale.
C'è stata la crisi mondiale. La crisi è innegabile, tuttavia, se si guarda intorno, scopriamo che i suoi effetti non sono uguali per tutti. Anzi.
Mentre il turismo siciliano subiva quasi un tracollo, altre regioni italiane e mediterranee sono riuscite a contenerli e talune addirittura a far registrare incrementi davvero significativi".-
______________________________________________

Alla indignazione del Presidente Lombardo fecero seguito una serie di iniziative assunte dai vari Assessori regionali al turismo dei svariati Governi Lombardo (siamo già al quarto).
Iniziative aventi - con lievi variazioni - tutte l'unico obiettivo di organizzare in Sicilia una BIT tutta nostra, SICILIANA.
Sconosco l'orientamento dellattuale Assessore in carica.
Tuttavia, rimane insoluto il problema. Che è sempre il solito. Se il Presidente Lombardo si è convinto - mai smentito - che la Bit è UNO SPERPERO DI DENARO PUBBLICO (nostro), PERCHE' QUESTO NOSTRO DENARO CONTINUA AD ESSERE SPERPERATO A RIMINI ?. Cosa cambia fra Milano e Rimini ?. LA RAPPRESENTANZA MULTILINGUE ?.
Contrariamente al pessimismo del Presidente Lombardo e del Dott. Agostino Spataro, il nostro Assessore al turismo (Iarrera o Gullo? - decidete voi) ed il Dott. Pippo Moroso sprigionano ottimismo da tutti i pori. Figuriamoci gli Operatori privati ! I quali a quel prezzo sono riusciti a piazzare i loro ottimi affari.
CHI DICE LA VERITA'. Quella vera. Giudicate voi. Se potete.-
Antonio Amdeo

SUCCESSO PER LA FIERA DEL BESTIAME

E' il titolo dell'articolo pubblicato a pagina 11 del periodico mensile IN CAMMINO relativo al corrente mese di novembre. Detto articolo dice quanto segue:

L'Amministrazione comunale ha organizzato lo scorso mese la fiera del bestiame, che si è svolta presso il mercato coperto.
Tale manifestazione ha voluto essere uno spaccato sulle tradizioni, i valori e la storia di Oliveri.
La fiera, ormai assente nel nostro comune da più di ventanni, è stata riproposta per promuovere il territorio, attraverso il recupero delle radici e delle tradizioni locali, e allo stesso tempo per valorizzare i prodotti degli allevatori locali.
La scelta della data non è stata lasciata al caso.
In passato, infatti, l'antica fiera del bestiame si svolgeva il secondo giovedì del mese, che precede la domenica nella quale veniva festeggiato il Patrono di Oliveri, San Giuseppe.
Durante la fiera si radunavano gli allevatori, provenienti dai paesi limitrofi, i quali vendevano i propri animali a chi aveva bisogno di acquistarli.
Oggi la manifestazione, naturalmente, assume un altro significato perchè rappresenta più una riscoperta delle tradizioni che col tempo si stanno perdendo ed è anche un momento formativo per i bambini delle scuole, i quali hanno avuto la possibilità non solo di avvicinarsi al mondo agreste, ma anche di vedere e conoscere personalmente il tipo di vita e i vari mestieri di natura zootecnica che venivano svolti e praticati dai loro antenati.
"E' un'ennesima testimonianza di attaccamento alla propria terra - dichiara l'Assessore al commercio Carmen Sottile, - gustare i prodotti tipici del territorio, assaporarne il gusto ed i profumi, permette di riportare alla luce il ricordo di un'esperienza passata e trasmetterla alle giovani generazioni".-
Pippo Moroso
________________________________________________

L'articolo è corredato da una fotografia che dimostra l'esatto contrario del fantasioso resoconto della manifestazione e delle artificiose inopportune affermazioni dell'Assessore Sottile.
Il titolo reale ed appropiato dell'articolo avrebbe dovuto essere impostato come segue:

LA FIERA DEL BESTIAMME E' STATA UN INSUCCESSO.

Ovviamente, sull'argomento abbiamo concezioni, esperienze e punti di vista diametralmente opposti, sia per motivi di età che per mentalità. Comunque, tutti rispettabilissimi e reciprocamente accettabili. In un regime democratico tutto è opinabile.
ANCHE L'ARTICOLO 1 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA.-
Antonio Amodeo

giovedì 18 novembre 2010

RFIUTI: DOMANI L'ASSESSORE MARINO INCONTRA SINDACI ATO 2 DI MESSINA

Alle ore 15.42 di oggi, l'Ufficio Stampa Presidenza della Regione Siciliana ha diffuso il seguente comunicato:
Palermo, 18 novembre 2010
L'Assessore regionale all'Energia e ai servizi di pubblica utilità, Giosuè Marino, ha convocato per domani, venerdì 19 novembre, alle ore 12, nella sede dell'Assessorato, in via Ugo La Malfa 87, a Palermo, i Sindaci dei 38 comuni dell'Ato 2 di Messina, per superare l'emergenza spazzatura.
I lavoratori della società d'ambito sono in stato di agitazione e garantiscono i servizi minimi, con prestazioni ridotte.-
______________________________________________

Infatti il TG Regionale delle ore 14 ha annunciato lo stato di agitazione di tutti i lavoratori siciliani addetti al settore rifiuti i quali lamentano il mancato e/o ritardato pagamento delle loro spettanze.
Sono stato facile profeta nel prevedere che il Prefetto Marino, al quale era passata l'incandescente "PALLA" dei rifiuti, avrebbe trattato l'argomento con la sua consueta capacità e competenza. Ma occorrono moltissimi soldi. Dove li potrà prendere ? Secondo voi il cosidetto "SILURO" dove andrà a finire ? Prepariamoci ad accoglierlo !.
Avevo già detto che tutti abbiamo ragione. Lo ricordate ? E' passato poco tempo.
Ma in questo mondo la ragione di chi è ? E' dei FESSI ! Ed i fessi chi sono ? Siamo NOI !.-
Antonio Amodeo

OLIVERI PRESENTE ALLA FIERA DEL TURISMO

GETTATE LE BASI PER LA PROSSIMA STAGIONE ESTIVA

Questo è il titolo dell'articolo pubblicato a pagina 11 del periodico mensile IN CAMMINO di questo mese, novembre 2010. Lo trascrivo integralmente:

Nei giorni 22, 23 e 24 Ottobre è stata organizzata a Rimini una delle più importanti fiere internazionali nel campo del turismo.
Il Comune di Oliveri, assieme agli altri comuni appartenenti al Consorzio Tindari-Nebrodi, è stato presente al TTG di Rimini con una delegazione multilingue e un proprio spazio espositivo all'interno dell'area della Provincia Regionale di Messina.
La manifestazione è stata un momento importante di incontro tra domanda ed offerta del prodotto italia con all'attivo circa 885 espositori e 510 tour operatori stranieri provenienti da 50 paesi del mondo.
Si è trattato di un workshop sull'Incoming dedicato ai prodotti tipici del Turismo Italiano al quale partecipano oltre agli operatori privati e loro Consorzi, la quasi totalità delle Regioni italiane.
Tra gli operatori privati del nostro comune era presente anche l'architetto Gaglio Maria Teresa per promuovere le case albergo e l'azienda Gaglio vignaioli.
L'Amministrazione comunale crede fermamente nella partecipazione attiva a queste manifestazioni per far conoscere l'identità culturale e paesaggistico-ambientale del paese al fine di incrementare il turismo.
"Il nostro obiettivo, dichiara l'Assessore al turismo, Franca Iarrera presente alla Fiera di Rimini, è invogliare non solo i Turisti ma anche gli operatori economici del settore ad investire nel nostro territorio".
L'autenticità del territorio non deve essere vista come qualcosa di statico; il castello di Oliveri, i laghetti di Marinello, la spiaggia incontaminata sono considerati rappresentativi del luogo nel quale sono collocati ma in realtà l'autenticità del territorio si riscontra soprattutto nella capacità di far vivere al turista un'esperienza unica attraverso un sistema ospitale e accogliente.
A tal proposito Likke Nilsen, un turista svedese scrive: "... abitare da Cecilia ci ha fatto provare cosa significa vevere nel mondo in cui vivono le persone del posto, anche se non parliamo l'italiano e lei non parla l'inglese, è stato semplice comunicare.
L'ospitalità di Cecilia non ha fine".
Cecilia è una signora che ha trasformato la sua casa in agriturismo, non parla l'inglese, non usa il computer e non ha frequentato nessun corso di turismo.
Attraverso questo aneddoto si intende sottolineare che l'importanza ed il valore dell'autenticità e dell'identità nel turismo sono racchiuse nella frase del turista e nel comportamento di Cecilia: finchè ognuno è se stesso (turista/operatore) l'autenticità e l'identità sono salve.
Pippo Moroso.
________________________________________________

Ieri sera ho annunciato che oggi avrei commentato l'articolo relativo al "Funzionamento della macchina amministrativa".
Ho ritenuto opportuno concedere la priorità ad un notizia molto importante per il nostro turismo quale la partecipazine della nostra delegazione alla Fiera di Rimini.
Mi scuso con quei lettori che avrebbero gradito leggere il mio commento su quell'argomento.
Lo farò appena possibile.-
Antonio Amodeo

mercoledì 17 novembre 2010

IL PROGRAMMA ELETTORALE DEL SINDACO: FUNZIONAMENTO DELLA MACCHINA AMMINISTRATIVA.

Verrà garantito il buon funzionamento della macchina burocratico - amministrativa del nostro comune che noi vogliamo improntare a criteri di efficienza, efficacia, economicità e trasparenza.
Il massimo impegno verrà profuso per il buon funzionamento degli uffici e soprattutto per l'erogazione di servizi con accesso del sito internet del Comune per svolgere telematicamente richieste ed emissioni di certificati.
L'attività della giunta e del consiglio comunale sarà improntata alla trasparenza con l'immissione nel sito internet delle delibere, delle determine e tutte le informazioni disponibili, consentendo a tutti i cittadini di Oliveri di esercitare una funzione di controllo, semplicemente accedendo dalla propria abitazione al sito del Comune.-
______________________________________________

BELLISSIME AFFERMAZIONI DI INTENTI ! MA QUANTO PROMESSO (che ha indotto molti di noi creduloni ad "abboccare" all'amo) E' STATO REALIZZATO ?.
Non voglio commentare aprioristicamente per non ifluenzare il giudizio dei lettori di questo blog.
Il buon Gerry Scotti, quando il concorrente opta di chiedere l'aiuto del pubblico, suggerisce saggiamente di non influenzarlo con i propri orientamenti sulla risposta da dare.
Desidero prima ascoltare, attraverso i commenti, la genuina risposta dei Cittadini su questo interessantissimo argomento. Sul quale non farò mancare, DOPO, il mio documentato parere.-
Antonio Amodeo

martedì 16 novembre 2010

SOPPRESSIONE ATO

Un cortese anonimo, recentemente, mi chiedeva notizie sulla imminente soppressione degli ATO programmata, secondo le sue informazioni, per il 31 dicembre 2010.
Il DL 25 gennaio 2010 n. 2, convertito in legge n. 42 del 26 marzo 2010, dispone:

"All'art. 2, della legge 23 dicembre 2009, n. 191, dopo il comma 186, è inserito il seguente:

"186-bis. Decorso un anno dalla data di entrata in vigore della presente legge, SONO SOPPRESSE LE AUTORITA' D'AMBITO TERRITORIALE (ATO) di cui agli articoli 148 e 201 del DL 3 aprile 2006, n. 152, e successive modificazioni.
DECORSO LO STESSO TERMINE, OGNI ATTO COMPIUTO DALLE AUTORITA' D'AMBITO TERRITORIALE E' DA CONSIDERARSI NULLO.
Entro un anno dalla entrata in vigore della presente legge, le Regioni ATTRIBUISCONO CON LEGGE LE FUNZIONI già esercitate dalle Autorità, nel rispetto dei principi di SUSSIDIARIETA', DIFFERENZIAZIONE E ADEQUATEZZA.
Le disposizioni di cui agli articoli 148 e 201 del citato decreto legislativo n. 152 del 2006 SONO EFFICACI IN CIASCUNA REGIONE FINO ALLA DATA DI ENTRATA IN VIGORE DELLA LEGGE REGIONALE di cui al periodo precedente.
I medesimi articoli sono comunque abrogati decorso un anno dalla data di entrata in vigore della presente legge".
NON VOGLIO TRASMETTERE IL MIO SCONFORTO AI CORTESI LETTORI DEL MIO BLOG. OGNUNO INTERPRETI LA LEGGE COME RITIENE PIU' OPPORTUNO.
La mia interpretazione è questa: Entro un anno ciascuna Regione doveva ATTRIBUIRE CON LEGGE LE FUNZIONI GIA' ESERCITATE DAGLI ATO.
Non so quante Regioni abbiano già adempiuto al rispetto della legge.
In buona sostanza non può essere soppresso un servizio così importante se prima non viene sostituito con un altro sistema efficiente e, possibilmente, più economico ed efficace.
La nostra Rgione, MOLTO IMPEGNATA A FARE E DISFARE GOVERNI, non è ancora pronta a varare una nuova organizzazione del servizio.
L'attuale servizio funziona male e ci costa moltissimo. Noi siamo più fortunati di molti altri comuni siciliani dove la spazzatura inquinante sosta sulle strade per parecchi giorni creando disagio ai cittadini ed inconvenienti igienici di tutti i tipi.
E' stato abilmente architettato un "GINEPRAIO" in cui tutti i protagonisti hanno RAGIONE.
I Cittadini abbiamo ragione. Gli OPERATORI ECOLOGICI hanno ragione perchè non viene regolarmente pagato il loro lavoro. Le DISCARICHE PRIVATE hanno ragione perchè non viene regolarmente pagato il conferimento dei rifiuti. Ed a loro volta non possono pagare gli operai che vi lavorano. Pertanto, SONO COSTRETTE A CHIUDERE LA PORTA A CHI NON PAGA.
I COMUNI hanno ragione perchè non è di loro competenza la gestione dei rifiuti. Senza dire che lo Stato TAGLIA LORO I COSIDDETTI VIVERI. Però sanno bene spendere a piene mani in altre "FRIVOLEZZE" di loro competenza. La REGIONE NON HA AVUTO IL TEMPO DI ORGANIZZARE IL NUOVO SERVIZIO. Però, FORTUNATAMENTE, trova il tempo di ORGANIZZARE OCEANICHE RIUNIONI CON GLI AMMINISTRATORI COMUNALI CHE PROTESTANO E CHIEDONO PROVVEDIMENTI E RISORSE ECONOMICHE PER FRONTEGGIARE L'EMERGENZA RIFIUTI.
Consentitemi dire che in una Società dove tutti hanno RAGIONE, regna sovrano il CAOS !.
E così, passando da una emergenza all'altra, la nostra beneamata Regione impiega utilmente il proprio tempo ad ELARGIRE MILIARDI DI EURO, ovviamente, PRELEVATI dalla propria CASSA ossia DALLE NOSTRE TASCHE.
Alla fine SCAPPA IL SILURO e dove va a finire ? SEMPRE ALLO STESSO POSTO !.
In tutto questo VALZER, noi Cittadini paghiamo. Ed alcuni godono a .... PIENE MANI !.
BEATI LORO !. DIO LI BENEDICA.
Nessuno pensi che vi sia qualche omissione o responsabilità. TUTTO E' REGOLARE.
E' LA LEGGE CHE NON FUNZIONA E VA MODIFICATA.
Forse i nostri bravissimi Parlamentari, quando l'hanno approvata, erano ancora storditi dalle ......FESTIVITA' NATALIZIE.
E' utile sapere che il nostro stimato Presidente della Regione, dopo quattro mesi dalla sua nomina a COMMISSARIO STRAORDINARIO PER L'EMERGENZA RIFIUTI IN SICILIA, ha presentato un piano che - a parere del competente Ministero - E' DA RIVEDERE.
MA NON E' STATO BOCCIATO.
Secondo il Capo della Protezione Civile, Guido Bertolaso, il piano siciliano è troppo generico.
Mancano riferimenti ai cronoprogramma e la stima dei costi delle operazioni di recupero e di smaltimento. La programmazione relativa all'ampliamento delle discariche pubbliche esistenti e/o nuove, sufficiente a soddisfare il fabbisogno per tre anni, sembra oltremodo superiore ai tempi dettati dalla normativa regionale.
Forse Bertolaso ha voluto farci un piccolo omaggio prima di lasciare il suo incarico ?.
Forse aveva ragione il nostro Sindaco nel proporre ai suoi Colleghi di offrire SBERLE a Bertolaso? VACCI A CAPIRE ! Ma se Bertolaso avesse ragine anche Lui ? Come la mettiamo .........
Ora l'incandescente "PALLA" è passata nelle mani del neo Assessore Regionale all'Energia, Prefetto Giosuè Marino. Il quale ha sempre dimostrato, nell'adempimento delle sue mansioni, OTTIMA CAPACITA' E COMPETENZA. Speriamo, fiduciosi, che in breve tempo possa recuperare il ritardo accumulato in tanti lunghi anni di MALGOVERNO DEI RIFIUTI.
In conclusione, scusandomi per il ritardo, prego il simpatico commentatore di volere ARCHIVIARE la data del 31 dicembre 2010 ed auguro a Lui ed a tutti noi SOGNI D'ORO.-
Antonio Amodeo

lunedì 15 novembre 2010

LA MOTIVAZIONE DI UN ANONIMO AVVERSARIO DEL SINDACO

Recentemente mi è stato recapitato il seguente volantino anonimo dattiloscritto intitolato:

LETTERA APERTA AL SIG. SINDACO DI OLIVERI

Lei si è chiesto ed ha chiesto ai suoi più stretti collaboratori :"perchè Alcuni la odiano?".
Io sono un signor nessuno, uno dei milleduecento persone che abitano questo paese senza volto e senza nome, buoni solo per comparire come unità statistiche nelle rilevazioni demografiche.
Io sono tra quelli che non lo amano.
Ho ricevuto un'educazione cristiana, sebbene l'abbia rinnegata; però certi valori mi sono rimasti dentro. Nella mia vita ho cercato sempre di essere dalla parte dei deboli e di trovare mille attenuanti per chi ha sbagliato. Eppure nei suoi confronti provo un "non amore" irrefrenabile.
Stia tranquillo: sono un uomo di pace; faccio fatica anche ad ammazzare le mosche; perciò il mio odio non si tradurrà in altro che un desolato isolamento. Scuoto la testa e da lei traggo insegnamento, per me e per i miei figli, di quanto non sia esempio da imitare.
Devo dire che la Sua, se non fosse una figura moralmente................., sarebbe da ammirare per la genialità: non ha sbagliato nulla.
Ha .............. coscienze e venduto fumo ai derelitti del Paese. Si derelitti, perchè si può essere tali anche con qualche lira in tasca. Lei ha compreso molto bene come trattare il popolino (ludi & salsiccia). Lei ha saputo cucire alleanze che per una persona onesta intellattualmente sarebbe riuscito difficile. Parlo del ........................ che cura gli interessi del ................... .-
Si è scelto una cricca di elementi ai quali interessava solo il ................... dello .............. e li ha trasformati in .............. . Si è, o lo hanno scelto per lei (....................) un presidente del Consiglio .......... e che fa ancora ....................................... .-
Lei ha trasformato un perdente in un vincitore, un debole in un forte, un povero in un ricco e questo è il suo autentico miracolo.
Tutto nella finzione, ovviamente. Perchè il suo elettorato se solo volesse vedere quello che la sua splendita cricca & C. siete stati capaci di fare dopo tredici mesi di amministrazione verrebbe loro da piangere dalla disperazione insieme a me che vedo. Vedo gli alberi sterminati, i marciapiedi massacrati, la sporcizia dappertutto, la casa dei pescatori requisita da Lei senza saperne le ragioni, la fattibilità dell'anfiteatro ferma o scomparsa, ma altri ventimila euro li abbiamo in ogni caso pagato all'ingegnere e al .................... quale mancata direzione dei lavori, il Parco Olivara caduto ancora una volta nell'oblio, il "rifugio degli anziani", altra cattedrale nel deserto, le stanze dell'Asilo Parrocchiale requisito a Padre Luigi per fare l'ufficio al superLecchino Vincenzolaso (per chi non l'avesse individuato il "personaggio" è ....................... parente del .......................), ventidue ausiliari del cosidetto traffico pagati da noi cittadini e paghiamo pure una testa di c....o pensionato ex ................ come loro capo, o a tale si atteggia, e risulta pure a capo della protezione civile?.
Ma in quale università ha studiato questo ! forse anch'esso in quella di ........ come ..........
(così definita dal buon Antonio Amodeo?).
Queste purtroppo per Lei Sindaco Pino, sono le persone che le gravitano attorno, giullari, leccaculi e uomini di poco conto. Per lei non ha valore .......... quello che fa: ella non è il "Principe"; ha un disegno preciso, che coincide col suo interesse personale.
Però ha capito molto bene che, per avere consenso, deve azionare delle "leve", che corrispondono ai processi di immedesimazione di emulazione.
Però, e anche questo è un Suo "merito", Lei ha saputo rendere labile il confine tra realtà e finzione. Lei è "nudo", come quel famoso Re; eppure lo stuolo di cortigiani e folle osannanti che la seguono e lo contattano nel suo ufficio Politico ............. la quale proprietaria .......... fa anche da Segretaria, sono pronti a giurare che ella sia bello, invincibile, munifico.
Dal Principe di Macchiavelli ha sicuramente imparato una cosa: il fine giustifica i mezzi; ecco perchè non è mai andato per il sottile: Per lei, la cultura un un optional. Lei ha capito bene, come il Mefistofele che "la moneta cattiva scaccia quella buona" e, più ancora, che se getta a terra una manciata di monete la gente si accapiglierà per raccoglierle.
Lei è un populista, e si appella al suo popolino perchè ratifichi le sue scelte.
Ma cos'è il popolo Sindaco, chi è il popolo ? E' forse un monolite che, unum corde, prende decisioni all'unisono ? No, lei deve sapere che il popolo non esiste se non come somma di tante unità che compongono l'insieme.
Lei deve sapere che il Popolo si compone e si scompone in continuazione e perciò ha bisogno di suggestioni in cui riconoscersi. Lei ha saputo trarre il peggio da questo popolo e ha fatto leva sui suoi peggiori istinti. Ha contribuito grandemente ad affossare la nostra cultura a fare di questo paese, un paese a rimorchio della peggiore cultura altrui.
Ma Lei dovrebbe sapere e le dovrebbe essere di monito che il popolo è:

* quello che pochi giorni prima gridava "Osanna al figlio di David" e, poco dopo urlava a Pilato: "Libera Barabba". Ma Lei dovrebbe sapere e le dovrebbe essere da monito che il popolo è:

* quello che sotto il balcone di Palazzo Venezia urlava in delirio per il Duce che annunciava la dichiarazione di guerra alla Francia e poi, dopo vent'anni sputacchiava il cadavere del duce nella polvere, prima che fosse appeso a un distributore di benzina.

ATTENTO Sindaco Pino ! Questo è il Popolo !.

E ancora:
Lei con la sua ascesa Sindaco Pino "ha convinto i poveri, gli sciocchi e gli stolti che la fortuna può baciare tutti" e che i cieli siano sempre azzurri: basta solo essere ottimisti.
Lei ha ridotto la politica un teatrino, cancellando, con questo giudizio, secoli di civiltà ereditati dall'ellenismo, dal continuo interrogarsi dell'uomo sulla società, sui suoi poteri e limiti in rapporto ai diritti dell'individuo.
La casa di tutti (il Municipio) l'ha trasformata nella casa dei vincitori a qualsiasi costo e a qualsiasi prezzo, anche quello della indecenza.
Ecco perchè non la amo signor Sindaco, perchè lei è l'opposto di tutti i valori in cui credo, che sono l'onestà, la sussidiarietà, la solidarietà, l'altruismo, la compassione, la valorizzazione dei saperi, dele bellezze naturali ed artistiche di questo piccolo e meraviglioso Paese.
Non credo nel demonio Signor Sindaco, ma se esistesse avrebbe il suo volto.
Detto questo provo pena per lei e ............ ho solo un'arma per poterla colpire: il voto.
Purtroppo subirò il suo potere, indifeso come sono d'innanzi alla sua forza devastatrice.
Ma me lo consenta: di quello che lei fa, non c'è nulla di fatto in nome mio ed in nome della parte più sana del Paese.
Con disistima.
______________________________________________

Non so quanti Concittadini hanno avuto la possibilità di leggere il sopra riportato volantino.
Nè so quanti Concittadini hanno la possibilità di leggere il mio blog.
A giudicare dai commenti, ritengo che molti siano interessati.
Mi rivolgo a chi mi legge per esortarli a volere divulgare il contenuto del volantino anonimo che - a mio giudizio - è in massima parte condivisibile e meritevole di divulgazione.
Con la speranza che la parte sana - se c'è - dei sostenitori del Sindaco riesca a ridimensionarlo ed a controllare la sua attività che si discosta dal suo programma elettorale.
Per quanto mi riguarda, pur avendolo votato, E' NOTORIO CHE MI SONO TEMPESTIVAMENTE DISSOCIATO DALLE SUE ASSURDE ESTERNAZIONI E DAL SUO INACCETTABILE OPERATO CON LA COMPLICITA' DI ALCUNI SOSTENITORI.

INTENDO ANCHE ASSOCIARMI ALLA DICHIARAZIONE FINALE DELL'ANONIMO E GRADIREI CHE TUTTI I CITTADINI ONESTI LO FACESSERO TRAMITE IL MIO BLOG MANIFESTANDO NEI COMMENTI IL LORO CIVILE DISSENSO.

SIG. SINDACO - PUR AVENDOLO VOTATO - NON APPROVO IL SUO OPERATO E RITENGO CHE LEI NON RISPETTI LA VOLONTA' DELLA PARTE SANA DEL SUO ELETTORATO CHE LO HA VOTATO CREDENDO NEL SUO PROGRAMMA, CLAMOROSAMENTE DISATTESO, E NELLA LEALTA' DEI SUOI CANDIDATI.

Mi auguro che tutti i TRADITI, come me, vogliano manifestare il loro dissenso.-
Antonio Amodeo

domenica 14 novembre 2010

IL PROGRAMMA ELETTORALE DEL SINDACO - ATTIVITA' SOCIO-ASSISTENZIALI

Per questo settore il programma elettorale prevede:

Potenziamento delle attività SOCIO-ASSISTENZIALI mettendo in campo politiche tendenti alla solidarietà sociale, intesa quest'ultima non solo come soddisfacimento di un bisogno momentaneo, cioè attraverso la sola e semplice erogazione di sussidi o servizi, ma intesa come politica che si prefigge di eliminare alla base le cause scatenanti lo stato di bisogno o di indigenza,
Per raggiungere tali risultati intendiamo:
- Migliorare l'assistenza domiciliare per anziani e diversamente abili;
- Garantire il trasporto pubblico per diversamenti abili;
- Elaborare progetti d'intervento con le associazione di volontariato operanti nel settore dell'assistenza, dei giovani, della scuola e del tempo libero;
- Apertura del centro sociale diurno costruito con i soldi della comunità e mai entrato in funzione; questa struttura con la presenza di animatori e personale adeguato potrà costituire un riferimento costante per l'erogazione di servizi alla persona;
- Ristrutturazione del parco giochi con la sostituzione dei giochi e realizzazione del prato ed aree di sosta per gli accompagnatori;
- Potenziamento e valorizzazione della biblioteca comunale ed istituzione di attività di cine forum.

________________________________________________

QUANTE BELLE PAROLE ! I FATTI DOVE SONO ?
I candidati Assessori e Consiglieri, quando hanno scritto o letto l'affermazione "COME POLITICA CHE SI PREFIGGE DI ELIMINARE ALLA BASE LE CAUSE SCATENANTI LO STATO DI BISOGNO O DI INDIGENZA" hanno capito cosa significa tale promessa ?.
Oppure ritengono di avere eliminato le CAUSE ricorrendo alla cura dei pannicelli caldi.
Ossia INGANNANDO I BISOGNOSI CON L'ELARGIZIONE DI MORTIFICANTI TEMPORANEI COMPENSI PER INUTILI PRESTAZIONI RESE.
CAMUFFATE DA SERVIZI SOCIALI UTILI.
Per cui il Sindaco, nel suo roboante comizio, ha ritenuto di potere affermare che ha risolto il problema della disoccupazione creando questi numerosi posti di lavoro. Beata incoscienza!.
- L'assistenza domiciliare agli anziani non ha mai raggiunto i livelli degli anni 80.
- Non è stato garantito il promesso trasporto pubblico per i diversamenti abili.
- Nessuna CONSIDERAZIONE per le numerose associazioni locali. Una sola associazione è stata valorizzata con le procedure a tutti note. Detta associazione è costituita da personaggi e rappresentanti NOTI A TUTTI NOI.
- IL CENTRO DIURNO E' ANCORA CHIUSO. Non si ha notizia di alcuna iniziativa.
- Nessuna ristrutturazione al parco giochi.
- Non risulta che sia stata potenziata la biblioteca. Nè che sia stata avviata la pratica per istituire l'attività di cine forum.
CONCLUSIVAMENTE: NIENTE DI NIENTE !.
I Cittadini di Oliveri vogliono FATTI. NON CHIACCHIERE. NE' SASIZZA E VINO.-
Antonio Amodeo

GLI IMPRENDITORI STRANIERI IN SICILIA

(ANSA) - PALERMO, 13 novembre, ore 15.54
In aumento le imprese straniere in Sicilia. Nei primi 5 mesi dell'anno, secondo la Cna ne sono nate 1.198 per un totale di oltre 6.000.000 (SEIMILA).
L'85,7% (ottantacinque virgola sette per cento) delle aziende opera nel settore COMMERCIALE, il 3,9% (tre virgola nove per cento) nei SERVIZI, il 3,5% in AGRICOLTURA ed il 3,1% nell'EDILIZIA.
Per quanto riguarda i lavoratori stranieri, l'INAIL ne ha registrati 90.756, ben 4.634 in più rispetto al 2008.
Tra i nuovi assunti, il 20,7% è personale straniero, mentre le donne immigrate che lavorano sono il 36,8%. - (ANSA)

________________________________________________

L'alta percentuale di aziende operanti nel settore commerciale è un fenomeno da studiare con grande attenzione. 5.142 aziende è un numero preoccupante.
Occorre capire perchè i nostri conterranei non si dedicano a tale settore.
Necessita controllare la provenienza e la qualità dei generi merceologici trattati nonchè la destinazione dei flussi di denaro ricavati.
La modesta percentuale di lavoratori stranieri utilizzati nei settori dei Servizi, dell'Agricoltura e dell'Edilizia è fisiologica. E' giustificata e non desta sospetti e/o preoccupazioni.-
Antonio Amodeo

sabato 13 novembre 2010

FONDI EUROPEI PER LA PESCA

Nel corso del convegno tenutosi a Palermo sul tema: "L'innovazione tecnologica del settore ittico: fabbisogni ed opportunità", il Dott. Giovanni Basciano - responsabile regionale dell'Agci-Agrital - ha dichiarato quanto segue:

"Il settore agroittico siciliano può ancora contare su 320 milioni di euro di fondi europei per l'innovazione tecnologica e la ricerca. Si tratta di un'opportunità che i produttori e la Regione non possono lasciarsi sfuggire, perchè dalla modernizzazione dei processi di cattura, di conservazione e trasformazione dipende il futuro della pesca.
Il tema dell'innovazione tecnologica è di rilevanza fondamentale per un settore in difficoltà, vuoi per le ricadute negative della più ampia crisi economica, vuoi per le nuove stringenti norme introdotte con il regolamento comunitario 1967/2006 sulle misure di gestione per lo sfruttamento sostenibile delle risorse della pesca nel Mediterraneo.
Oggi abbiamo undici consorzi di produttori che rappresentano il 70% della flotta siciliana e dieci impianti di acquacoltura che hanno la necessità di rinnovare i cicli di produzione e di mettere a punto la riproduzione di specie innovative come la RICCIOLA.
Lo stesso vale per le centinaia di aziende siciliane di trasformazione e conservazione, che attraverso l'innovazione possono rendere più efficiente ed efficace la distribuzione".
Fonte: ANSA

____________________________________________

Il programma elettorale del nostro Sindaco prevedeva: RIORGANIZZARE LA PESCA ,

RICONVERTENDO LE ATTREZZATURE E COLLEGANDO L'ATTIVITA' AL TURISMO.

Non mi risulta sia stasta intrapresa alcuna iniziativa per l'attuazione di tale ambizioso programma. Segnalo all'Assessore alla Pesca l'opportunità evidenziata dal Dott. Giovanni Basciano nel convegno sopra indicato.-
Antonio Amodeo

REVOCATO IL PIANO DEI COMUNI A VOCAZIONE TURISTICA

(ASCA) Palermo, 12 novembre 2010

L'Assessore regionale al Turismo, Sport e Spettacolo, Daniele Tranchida, ha revocato il decreto assessoriale n. 38/2010 sul Piano settoriale per l'individuazione delle località a vocazione turistica. L'Assessore ha dichiarato:
"Abbiamo ritenuto di dovere provvedere all'adozione di nuovi criteri di selezione concreti e definiti, viste anche le richieste di inserimento da parte di diversi Comuni siciliani, per stabilire un riconosciuto livello di turisticità dei territori, sulla base di parametri certi e quantificabili".

Il Piano costituisce lo strumento di programmazione per l'individuazione delle località a vocazione turistica, riferibile alle linee di intervento del Piano Operativo "Fondo Europeo Sviluppo Regionale 2007-2013", di competenza dell'Assessorato al Turismo della Regione siciliana.

"Con successivo avviso - ha aggiunto Tranchida - comunicheremo i nuovi elementi di valutazione, che individueremo anche sentiti l'Anci, in rappresentanza dei comuni, e le associazioni di categoria del settore turistico".-
__________________________________________

Cugino Carmelo, occhio o pisci. Attento al "successivo avviso". Intanto preparati il "livello di turisticità" ed i "parametri certi e quantificabili".-
Antonio Amodeo

venerdì 12 novembre 2010

IL COMUNE DI CAPO D'ORLANDO PRODUTTORE DI ENERGIA ELETTRICA

Le due emittenti private ONDA TV e AM hanno oggi diffuso la notizia che il Comune di Capo D'Orlando ha inaugurato ieri un impianto di produzione di energia elettrica col sistema fotovoltaico. Il primo impianto entrato in funzione è quello della scuola elementare di via Roma.
Anche tutte le altre scuole saranno prossimamente dotate di impianto di produzione dello stesso tipo. I pannelli solari saranno posizionati sugli edifici pubblici.
L'impianto di via Roma produrrà 41 Kw di energia elettrica. Essendo il consumo necessario per la scuola di 3 Kw, l'eccedenza sarà venduta all'Enel al prezzo di euro 24.000 annuo.
Il vice Sindaco, palesemente soddisfatto, ha dichiarato: "Un evento non solo per Capo d'Orlando ma per tutta la Sicilia. Siamo infatti fra i primi ad avere messo in produzione un impianto del genere. Una idea che diventa realtà. Abbiamo lavorato tantissimo per raggiungere questo obiettivo che oltre ad abbattere la spesa legata al consumo di energia elettrica, ci permetterà di ridurre le emissioni di gas serra. Dopo questo di via Roma, entro la prossima settimana entrerà in produzione anche l'impianto della scuola elementare di Piscittina. Seguirà entro la fine dell'anno l'entrata a regime dei restanti impianti".-
____________________________________________

Il programma elettorale del nostro Sindaco non prevede questo tipo di impianti.
Qualche illuso "sognatore" l'aveva suggerito. Ma non è stato recepito.
Il comune di Oliveri è RICCO. Non ha bisogno di economizzare e guadagnare.
NON C'E' PROBBLEMA. TUTTO VA BENE. NAVIGHIAMO A GONFIE VELE.
Complimenti.
Antonio Amodeo

LETTERA APERTA A MAURIZIO PIRROTTI

Carissimo Maurizio
Immensamente grato, Ti ringrazio per avere pubblicato sul tuo blog le fotografie relative allo stato di degrado ed abbandono in cui versa il nostro mercato coperto.
Mercoledì scorso, dopo circa un anno dall'ultima visita, ho potuto constatare personalmente il degrado da Te documentato.
Avevo pensato di raccontarlo con l'unico mezzo che so utilizzare: LA SCRITTURA.
Sono incapace di utilizzare tutte le possibilità offerte dalla più moderna tecnica informatica.
Senonchè, un imprevisto avvenimento del quale casualmente ho informato l'amico Bruno Pancaldo, mi ha obbligato ad occuparmi di altro argomento molto importante.
SEI TELEPATICO? HA LETTO NEL MIO PENSIERO? E' STATA UNA CASUALE COINCIDENZA? NON IMPORTA !.
L'importante è che Tu abbia provveduto ! Ed in modo molto più efficace e conveniente della mia scarna segnalazione scritta.
Devo aggiungere questo particolare da te sconosciuto:
Nell'autunno del 2008, incontrai un nostro Vigile Urbano nei pressi del mercato.
Mi riferì che in quella zona vi si recava spesso perchè aveva constatato che il nostro mercato coperto era divenuto rifugio di molti minorenni dove si svolgevano diverse attività.
Per discrezione, ho ritenuto superfluo chiedergli se avesse già segnalato l'anormalità alla Amministrazione comunale.
Il mercoledì successivo constatai che i servizi igienici non erano stati ancora daneggiati così come lo sono oggi.
Nei giorni seguenti, durante le mie passeggiate quotidiane, notai che nessun cancello di accesso alla struttura pubblica veniva regolarmente chiuso a chiave.
Segnalai l'irregolarità ad un Amministratore comunale.
I cancelli vennero chiusi con catena lucchettata. Però, dopo qualche tempo, notai che un tratto di recizione in rete metallica ancorata a paletti in ferro - confinante con la strada di accesso fino al rilevato ferroviario - venne divelta per consentire un varco pedonale. VANIFICANDO LA CHIUSURA DEI CANCELLI CON CATENA E LUCCHETTO !.
OGGI QUELLA RECINZIONE, LUNGA PRECCHI METRI, NON ESISTE. E' STATA TOTALMENTE ELIMINATA !.
In tale condizione, quale funzione può avere la chiusura dei cancelli con catena e lucchetto se all'interno del mercato si può accedere, attraverso quel varco, con qualsiasi mezzo, anche con un autoarticolato ?.
La mia è una domanda priva di senso ? O sono PRIVI DI MATERIA GRIGIA I NOSTRI AMMINISTRATORI CONUNALI ED I DIPENDENTI ADDETTI A TALE RAMO ?.
Ogni sera (forse fino a tarda notte) sostano indistrurbati in quell'area autoveicoli.
COMUNALI O PRIVATI ?. Sarebbe interessante saperlo !.
Con i tempi che corrono chi può rischiare di avvicinarsi per accertarlo !.
Desidero rammentarTi che con una lettera aperta - MOLTO CRITICATA - segnalai all'attuale Sindaco numerosi provvedimenti - a mio avviso - molto urgenti da adottare.
FRA QUESTI ERA COMPRESO IL RIPRISTINO DI UNA PIU' IDONEA RECINZIONE IN QUEL TRATTO PRIVO DI QUALUNQUE PROTEZIONE.
Se si fosse provveduto tempestivamente - MAGARI IMPIEGANDO LA SPESA DI QUALCHE INUTILE SALSICCIATA - quanti danni si sarebbero evitati ?.-
Saluti affettuosi.
Antonio Amodeo

CANTIERI DI LAVORO FINANZIATI DALLA REGIONE SICILIANA

Ammonta a circa 220 milioni di euro la somma anticipata dalla Regione per finanziare cantieri di lavoro comunali con i fondi previsti dai Fas 2007/2013.
L'Assessore alla Famiglia ed al Lavoro, Andrea Piraino, ha già firmato il decreto di finanziamento.
I 1.721 cantieri approvati daranno una boccata di ossigeno ai lavoratori disoccupati siciliani ed anche a tutto l'indotto.
Ogni cantiere avrà la durata da tre a sei mesi ed occuperà da 12 a 15 disoccupati.
Ciascun lavoratore occupato percepirà 31 euro al giorno per un minimo di 90 giorni più gli assegni familiari.
In provincia di Messina sono stati finanziati 344 cantieri di lavoro comunali per quasi quaranta milioni di euro.
Risultano beneficiari i seguenti comuni: Milazzo, Barcellona, Patti, Sant'Agata Militello, Brolo, Capo d'Orlando, Gioiosa Marea, Acquedolci, Castell'Umberto. Mistretta, Tortorici, Piraino, Naso, Capri Leone, Torrenova, San Fratello e Caronia.
Prossimamente dovrebbero essere finanziati altri cantieri.-
Antonio Amodeo

giovedì 11 novembre 2010

LEGA NAVALE

E' il titolo di un articoletto pubblicato a pag. 6 del periodico L'IMPRONTA, edito e distribuito in omaggio nel mese di luglio 1992, a cura dell'Associazione OMNIA PRO-OLIVERI.
Alla realizzazione hanno partecipato: Pasqualina Barresi - Filippo Carini - Antonella De Francesco - Carmelina Fazio - Natale Lembo - Angela Pensabene - Annamaria Rossello - Carmelo Salina - Davide Salina - Silvana Salina - Angelo Salmeri - Patrizia Scardino - Luciano Sofia.
Nella rubrica SPAZIO GIOVANI, sotto il titolo FIORISCONO LA ASSOCIAZIONI vengono elencate le varie associazioni costituitesi in quegli anni.
Ho già pubblicato l'articolo relativo al GRUPPO FOLKLORISTICO TYNDARIS.
Oggi pubblico quello relativo alla Lega Navale che viene presentata come segue:

La Lega Navale, fondata nel 1991 e costituita da 80 soci, ha lo scopo di diffondere, in particolare fra i giovani, l'amore per il mare , lo spirito marinaro e la conoscenza di problemi marittimi.
In nome di questi principi la Delegazione Navale di Oliveri, con iniziative promozionali, culturali, sportive e didattiche si prefigge la tutela dell'ambiente marino promuovendo e sostenendo la pratica del diporto e delle altre attività nautiche.
La Lega Navale collabora con le pubbliche Amministrazioni (Comuni, Regioni), è un Ente Morale sotto la tutela del Presidente della Repubblica.-

______________________________________________

Ricordo esattamente che la Delegazione Navale di Oliveri venne accolta con entusiasmo da tutta la Comunità oliverese. Sia dalle locali Autorità civili e militari che dall'intera cittadinanza.
E soprattutto dai Pescatori i quali si dimostrarono i più interessati all'esistenza della Lega Navale per la innegabile affinità di sentimenti ed interessi per il MARE. BENE COLLETTIVO E NON BENE ESCLUSIVO DI ALCUNE LOBIES DI SPECULATORI.
Oggi, attraverso i commenti postati sul mio blog, una modesta parte dei nostri concittadini è venuta a conoscenza della costituzione o costituenda nuova Associazione della Lega Navale.
Da qualche commento anonimo si evince che "la cittadinanza ed i pescatori vogliono sapere cosa stanno organizzando a mare" che "stanno cercando di condizionare il Tecnico incaricato alla redazione del piano spiagge" viene invocato "l'intervento della Magistratura per definire la posizione di un traffichino". Vengono citati nominativi di soci più o meno importanti. Si sospetta la richiesta di ulteriore concessione demaniale per stabilimento balneare con annesso campo boe.
Si borbotta di nuove aperture di Bar e Ristoranti nella zona dell'ex ricovero attrezzature marinaresche. E chi più ne ha più ne metta.
Ovviamente, dopo simile presentazione, LA NOBILE INIZIATIVA anzicchè essere accolta con un generale ENTUSIASMO, viene accolta giustamente con grande SOSPETTO ED OSTILITA'.
L'interesse della Cittadinanza non PUO' e non DEVE essere quello di conoscere chi c'e dietro o dentro la Lega Navale. Non interessa i nominativi palesi od occulti dei soci.
Invece, INTERESSA MOLTISSIMO A TUTTI - me compreso - QUALI SCOPI SI PREFIGGE la neonata o nascitura Associazione.
Certamente, se gli scopi sono quelli della Delegazione del 1991, non vedo il motivo di una preconcetta ostilità.
MA SE, MALAUGURATAMENTE, LO SCOPO FOSSE QUELLO DI PRIVATIZZARE UN ALTRO TRATTO DI SPIAGGIA E DI AGGIUNGERE ALTRE BOE A QUELLE GIA' INOPPORTUNAMENTE ESISTENTI, l'iniziativa - per dirla con un termine un po' volgare ma azzeccato - sicuramente sarà accolta a FISCHI E PITITA.
BALNEAZIONE E CAMPI BOE SONO SCIENTIFICAMENTE INCOMPATIBILI.
Oliveri deve DEFINITIVAMENTE scegliere o L'UNA O L'ALTRA.
Non POSSONO e non DEVONO COESISTERE.
Tutte le Autorità preposte alla PROGRAMMAZIONE, ATTUAZIONE, CONCESSIONE DELLE AREE DEMANIALI ED ALLA TUTELA DELLA SALUTE PUBBLICA prendano atto e provvedano immediatamente al RISANAMENTO della spiaggia di Oliveri.
Ma prima in assoluto dev'essere la nostra Amministrazione comunale.
CON TANTI AUGURI PER TUTTI.
Antonio Amodeo

mercoledì 10 novembre 2010

SERVIZI SOSTITUTIVI METROPOLITANA PALERMO

Pubblico la seguente lettera inviata ieri da Giacomo Fazio e Domenico Mastrolembo quali rappresentanti dei Comitati Pendolari della linea S.Agata - Palermo - Punta Raisi:

All'Assessore Regionale alle Infrastrutture ed alla Mobilità Dott. Pietro Camillo Russo

Al Dipartimento delle Infrastrutture e della Mobilità Dirigente Generale Avv. V. Falgares

Al Sig. Presidente della Provincia Regionale di Palermo On. Giovanni Avanti

Al Sig. Sindaco del Comue di Palermo Avv. Diego Cammarata

Al Sig. Assessore all'Urbanistica del Comune di Palermo Dott. Mario Milone

Al Direttore Trenitalia Sicilia Dott. Francesco Costantino

Al Direttore RFI Sicilia Ing. Filippo Palazzo

Al Sig. Presidente dell'AMAT Avv. Mario Bellavista

Agli Organi di Stampa

OGGETTO: Chiusura Metropolitana e Servizi Sostitutivi.

E' passato più di un mese dall'incontro tra le parti presso l'Assessorato ai Trasporti per decidere sull'istituzione dei servizi sostitutivi dopo la chiusura della metropolitana da Palermo Centrale a Notarbartolo per i lavori di raddoppio.
Già il 7 ottobre era una data tardiva, visto che la chiusura era avvanuta il 4 ottobre.
Data figlia di tante lotte e di tante richieste da Noi avanzate.
In un paese Civile, in cui la classe politica funziona, già nei primi giorni di Ottobre sarebbero stati predisposti i dovuti servizi sostitutivi ed attivati i meccanismi per un biglietto ed un abbonamento unico ed integrato.
In un Paese Civile ........
Ancora oggi non si hanno notizie o meglio assistiamo ancora al balletto di competenze Regione, Comune, Amat, Trenitalia.
Da troppo tempo ci avete abituato a questo gioco.
Magari nella speranza dell'oblio, confidando sul fatto che il popolo siciliano è un popolo capace di adattarsi, abituato com'è a subire, a sottostare.
Un popolo fiero, dignitoso. Bistrattato.
VERGOGNA !!!
Autobus dell'Amat stracolmi, città intasata dalle auto, smog cresciuto esponenzialmente.
I Pendolari già gravati dalla pesante crisi economica, costretti al doppio esborso.
A che gioco stiamo giocando? Sulle spalle dei Pendolari? Sulla pelle di questa magnifica città?
A breve salteranno i limiti segnalati dalle centraline antismog ....
Non ci stiamo più.
Chiediamo risposte immediate e sicure da parte della classe politica.
Palermo, 9 novembre 2010
PATTO PENDOLARI ITALIANI Giacomo Fazio - Domenico Mastrolembo

______________________________________________

ESPRIMO LA MIA PERSONALE SOLIDARIETA' AI DUE AMICI GIACOMO E DOMENICO NONCHE' A TUTTI I PENDOLARI PENALIZZATI DALLA GRAVISSIMA INSENSIBILITA' POLITICA ED UMANA DI TUTTI I PROTAGONISTI RESPONSABILI DI UN INAUDITO DISASTROSO DISSERVIZIO PUBBLICO CHE NON HA PRECEDENTI IN TUTTA LA STORIA FERROVIARIA E METROPOLITANA SICILIANA.
E' veramente assurdo, inconcepibile ed illegittimo quanto si è verificato a Palermo.
In altri tempi - non troppo remoti - NON SI SAREBBE INTERROTTO UN SERVIZIO PUBBLICO PER UN PERIODO COSI' LUNGO PRIMA DI TROVARE UNA VALIDA ALTERNATIVA SOSTITUTIVA.
Nasce spontaneo chiedersi perchè non è stata tempestivamente convocata una Conferenza di tutti gli Enti interessati per organizzare il servizio sostitutivo onde consentire successivamente l'interruzione del servizio metropolitano fra le stazione di Palermo Centrale e Notarbartolo occorrente per i necessari lavori di raddoppio di quel tratto di linea molto frequentata.
Lavori palesemente NECESSARI ma non ugualmente URGENTI.
Quanto potrà ancora durare questo snervante e vergognoso conflitto di competenze?
AMMESSO E NON CONCESSO CHE TRATTASI DI VERO CONFLITTO DI COMPETENZA.
A mio giudizio trattasi dell'ormai PALESE PERMANENTE CNFLITTO POLITICO determinatosi alla Regione Siciliana dove - IN NOME E PER CONTO DELLA DOVEROSA LOTTA ALLA MALAVITA ORGANIZZATA - tutti gli schieramenti politici si sono sgretolati armandosi l'un contro l'altro nel disperato tentativo di prevalere SENZA ABBANDONARE LA POLTRONA (correttamente?) OCCUPATA !.
Noi miseri elettori dobbiamo assistere, IMPOTENTI, a questa nociva lotta - per dirla alla Maurizio Pirrotti - DEL LEVATI TU CHE MI METTO IO.
Questa è la lotta che ancora oggi si sta conducendo nel Parlamento siciliano. Per non parlare di quello nazionale. E per non dire quanto accade in ogni Comune e Provincia.
Motivo per cui recentemente ho scrito: Oliveri uguale Palermo uguale Roma.
QUOTIDIANAMENTE CI TENGONO COL FIATO SOSPESO.
NON SAPPIAMO PIU' A QUALE SANTO APPELLARCI PER OTTENERE IL MIRACOLO DI UNA VITA PIU' DIGNITOSA E SERENA.
Non si riesce a capire per quale giustificato motivo la Regione Siciliana non può dirottare DOVE SERVONO una parte dei milioni di contributi concessi ad autolinee private su tratte dove le corse sono notoriamente eccessive se non totalmente inutilizzate.
Ed, ampliando il discorso, è doveroso chiederci: SE IL GOVERNO TECNICO DELLA NOSTRA REGIONE (composto da Esperti, Professori Universitari, Magistrati, Economisti e quant'altro) NON RIESCE A RISOLVERE UN MINUSCOLO PROBLEMA LOCALE DELLA CITTA' DI PALERMO, COME POSSIAMO SPERARE CHE POSSA CONDURRE A DIGNITOSA SOLUZIONE QUELLO PIU' VASTO DEL TRASPORTO FERROVIARIO NAZIONALE, TRAGHETTAMENTO COMPRESO ?.
Ma non esiste alcun rischio di rimanere isolati dalla beneamata MADRE PATRIA.
LE AUTOCORRIERE PRIVATE CORRONO VELOCEMENTE FINO ALL'ESTERO.
I TRAGHETTI PRIVATI SULLO STRETTO DI MESSINA NAVIGANO A GONFIE VELE.
LA SICILIA E' SALVA ! I SICILIANI SIAMO FELICI E CONTENTI !!.
MA NON RASSEGNATI. SIGNORI POLITICI, VI ASPETTIAMO AL VARCO !.-
Antonio Amodeo

martedì 9 novembre 2010

I PUPILLI DI OLIVERI

PASQUALE BERTINO

Questo è il titolo di un articolo pubblicato a pag. 13 del periodico mensile INSIEME relativo al mese di maggio 1978. Segue il testo:

"Altro nome importante nel campo dello sport è quello di Pasquale Bertino.
Nato ad Oliveri il 20 aprile 1960, ha iniziato ad interessarsi dello sport fin da piccolo, come d'altronde tutti i ragazzi di Oliveri.
Ma a differenza degli altri, che si interessavano solo di calcio, all'età di 15 anni inizia la sua attività di mezzofondista.
C'è da dire però che la sua, più che una tendenza naturale, è stata una scelta suggerita dal Professore di educazione fisica Coletta che già vedeva in lui la stoffa del campione.
La sua prima corsa la fa a scuola a livello provinciale e si classifica 31° su 150 partecipanti.
Inizia quindi una serie di gare conclusesi più o meno bene ed è così che entra a far parte di una vera e propria società sportiva.
Partecipa quindi a tante gare a livello provinciale e regionale ed a Palermo, nel giugno del 1976, stabilisce la migliore prestazione provinciale con il tempo di 4' 10" e 7 decimi arrivando 2° nella batteria dei 1.500 metri.
Le batterie in cui si impegna maggiormente sono gli 800 ed i 1.500, ma spesso partecipa a campestri, anche per completare il suo tipo di allenamento.
Nel marzo del 1977 partecipa con altri 303 concorrenti a una gara nazionale per un percorso di 5.000 metri e nonostante non sia la sua specialità si classifica 31°; primo assoluto per la Sicilia.
In aprile, invece, in occasione dell'inaugurazione di una pista a Patti, stabilisce il record provinciale degli 800 in 1' 59" e 4 decimi.
Pasquale partecipa con entusiasmo a tante gare, specialmente a quelle che danno una qual certa soddisfazione, ed è per questo che va a Catania, Roma e Firenze dove partecipa ad una 2^ gara a livello nazionale.
A luglio migliora il primato provinciale sugli 800 con il tempo di 1' 57^ e 5 decimi.
Ad ottobre, a Patti, stabilisce il nuovo record provinciale sui 1.500 metri coprendo il percrso in 4 minuti netti.
Si nota quindi l'impegno con il quale Pasquale affronta queste gare ed i risultati, di volta in volta migliorati, ne sono la prova.
A Pasquale vanno i nostri più sentiti auguri per arrivare ad essere conosciuto come Mennea o Fiasconaro, non soltanto per le eccellenti prestazioni ottenute, ma anche perchè si è voluto impegnare in uno sport così difficile da praticare ad Oliveri".-

________________________________________

Ho voluto riproporre ai contemporanei la lettura dell'articolo sopra riportato per vari motivi:

- RICORDARE AI GIOVANI DI OGGI LE MOLTEPLICI ATTIVITA', SOCIALMENTE UTILI, NELLE QUALI SI IMPEGNAVANO VOLONTARIAMENTE E GRATUITAMENTE I GIOVANI DI ALLORA MOLTO SVANTAGGIATI MA MOLTISSIMO MOTIVATI.

- RICORDARE A TUTTI QUALE CLIMA DI SERENITA' SI GODEVA IN QUESTO PAESE IN QUEGLI ANNI IN CUI SI CONSTATAVA UN GENERALE IMPEGNO DI TUTTA LA COLLETTIVITA' PROTESO ALLA RICERCA DEL MIGLIORAMENTO SOCIALE ED ECONOMICO.

- RICORDARE A TUTTI - SOPRATTUTTO AI GIOVANI - CHE L'ATTUALE DISGREGAZIONE NON PUO' PRODURRE ALCUN BENEFICIO. SE NON SI ISOLERANNO LE MELE MARCE E SE GLI UOMINI DI BUONA VOLONTA' NON SI ALLEERANNO PER SCONFIGGERE IL COMUNE NEMICO, TUTTO IL PAESE ED I NOSTRI FIGLI PATIRANNO LE CONSEGUENZE DI QUESTO GENERALE DEGRADO.

- NON POSSO TRASCURARE DI SOLLECITARE I NOSTRI GIOVANI A NON IMITARE GLI ERRORI DEL PASSATO. ANZI DA QUEGLI ERRORI DEVONO TRARRE L'AMMONIMENTO A NON RIPETERLI E LA MOTIVAZIONE NECESSARIA PER INIZIARE UNA NUOVA OPERA DI RISANAMENTO.

- NE' POSSO TRASCURARE DI INVITARLI AD IMITARE LE POSITIVE AFFERMAZIONI DEI LORO COLLEGHI DI IERI. OGGI DIVENUTI ANZIANI.

Al caro Pasqualino Bertino, oggi divenuto famoso per il suo impegno professionale, rinnovo i complimenti per l'impegno sportivo di ieri, e l'incoraggiamento a proseguire e migliorare la sua odierna attività, sicuramente più importante dell'impegno dilettantistico passato.-
Antonio Amodeo

lunedì 8 novembre 2010

IL COMMENTO DI UN PREPOTENTE DIFFAMATORE ANONIMO

Venerdì 29.10.10, un anonimo postò sul mio blog un commento diffamatorio nei confronti di più persone indicate in quel commento.
Onde evitare di commettere il reato e la punizione prevista dall'art. 595 del Codice Penale, ho ritenuto opportuno non pubblicare il suddetto commento.
Il maldestro commentatore, deluso dalla mancata pubblicazione del suo "CAPOLAVORO". è tornato alla carica, RIMPROVERANDOMI, con altro post delle ore 22,11 del 05 c.m.-
Post che non ho potuto pubblicare perchè contiene le stesse diffamazioni del precedente.
DESIDERO ULTERIORMENTE RAMMENTARE CHE QUESTO BLOG NON E' NATO PER CALUNNIARE LE PERSONE ANONIMAMENTE.
L'art. 595 del Codice Penale sancisce che:
Chiunque, comunicando con più persone, offende l'altrui reputazione, E' PUNITO CON LA RECLUSIONE FINO AD UN ANNO.
Se l'offesa consiste nell'attribuzione di un fatto determinato, la pena è della reclusione fino a due anni.
SE L'OFFESA E' RECATA COL MEZZO DELLA STAMPA O CON QUALSIASI MEZZO DI PUBBLICITA' LA PENA E' DELLA RECLUSIONE DAI SEI MESI A TRE ANNI.
Pertanto, se il MORALIZZATORE ANONIMO si assume la paternità di ciò che scrive, io sono disponibile a pubblicare qualunque accusa.
Ma in mancanza di idonea prova, NON POSSO E NON DEVO ASSUMERMI LA RESPONSABILITA' di pubblicare una notizia che offende l'altrui reputazione con l'aggravante dell'attribuzione di un fatto determinato, DA ME SCONOSCIUTO.
TROVO, IN TUTTO CIO', UN IMBARBARIMENTO DELLA LOTTA POLITICA CHE NON PRODUCE ALCUN EFFETTO POSITIVO, ANZI OTTIENE IL CONTRARIO.
Capisco bene l'esigenza di smascherare pubblicamente talune MAGAGNE che SNATURANO la corretta gestione del DENARO PUBBLICO, ossia il NOSTRO DENATO versato sottoforma di DOVEROSE TASSE E SOTTRATTO A MOLTI DI NOI COME RITENUTA ALLA FONTE. Questa è la più grossa palese ingiustizia che non ci rende tutti UGUALI nell'adempimento dei nostri doveri verso la Pubblica Amministrazione che non amministra bene i nostri soldi e che non ci rende servizi ADEGUATI alle risorse prelevate.
In ossequio alla esigenza di TRASPARENZA E DI PUBBLICITA' DI ALCUNI COMPORTAMENTI APPARENTEMENTE POCO VIRTUOSI, pubblicherò, opportunamente moderati, i due commenti in discussione.
CON L'AVVERTIMENTO PER IL FURBETTO E POCO ONESTO ANONIMO CHE LA MIA GENEROSA CONCESSIONE NON LO ESENTA DALL'OBBLIGO DI DENUNZIARE NELLA SEDE COMPETENTE QUANTO DICHIARATO NEL SUO COMMENTO.
Solo in questo modo, oltre a "pulire" la nostra coscienza, possiamo contribuire a perseguire i numerosi DISONESTI infiltrati nelle Pubbliche Amministrazioni.
Riporto il contenuto, moderato, del secondo commento postato alle ore 22.11 del 05 c.m.:

"Sig. Amodeo alcuni giorni fa le ho inviato un commento su come il presidente ........................ elargisce viaggi alle ...................., lei non lo ha pubblicato, la politica del sig. ................ non ci interessa ma lei lo ha coperto con la sua non pubblicazione. personaggi squallidi............ e che ci rappresentano infangando la nostra serietà, e loro si mangiano tuttoooooooooooooooooo".

Il primo commento, postato venerdì 29.10.10, dice:

"il ......... è andato a ........... con i nostri soldi, però stavolta li ha concessi il .................................
Certo ........... si fa la politica e regala viaggi agli amici ed alle ........................ per commerciare i vini della fattoria ................... & ................... . Sig. ............ si vergogni e se ha queste intenzioni speculative e clientelari per mantenere la poltrona si dimetta. quanto ha fatto è già oggetto di indagine della procura competente".-

________________________________________________

MI AUGURO CHE QUANTO SEGNALATO NON SIA VERO. E che, SE MALAUGURATAMENTE FOSSE VERO, chi ne è a conoscenza abbia provveduto a denunciare i fatti lamentati alla Magistratura competente che - come riferisce l'anonimo - ha già avviato le indagini.
IO NON COPRO NESSUNO. NON POSSO COMMETTERE REATI CHE NON MI COMPETONO E CHE NON SERVIREBBERO A RIPULIRE LA SPORCIZIA MORALE DEI MASCHINI MORALISTI ANONIMI.-
Antonio Amodeo

domenica 7 novembre 2010

IL MARESCIALLO AMICO DEI BAMBINI

E' il Maresciallo dei Carabinieri TINDARO GULLO nativo di OLIVERI, primogenito del nostro concittadino Cav. Gaetano Gullo.
Seguendo le orme del padre, nell'anno 1986, giovanissimo, si arruolò nell'Arma dei Carabinieri.
Promosso Vice Brigadiere, venne assegnato alla Legione di Torino.
Nel mese di Giugno 1988 fu trsferito alla Compagnia Carabinieri di Biella.
Oggi egli è il Responsabile della Sezione di Polizia Giudiziaria pressso la Procura di Biella, dove si è distinto per la competenza e l'umanità con le quali ha condotto importantissime e delicate indagini. Molte delle quali riguardano reati a danno di minori e donne vittime di abusi sessuali e maltrattamenti.
Per tale motivo, lo scorso anno, è stato insignito dal Presidente della Repubblica dell'onorificienza di CAVALIERE dell'ordine "al merito della Repubblica Italiana".
Quest'anno è stato scelto, dalla gente, fra i biellesi "SPECIALI" meritevoli del premio "ORSO D'ORO" per l'importante lavoro svolto per il bene della collettività.
Gli altri biellesi scelti sono: Omar Gloria, Cleto Canova, la Dott.ssa Maria Ruggeri, Pasquale Ragno e don Giovanni Perini.
L'Orso d'Oro è una iniziativa dell'associazione Noi Biellesi e del bisettimanale La Nuova Provincia.
Vuole essere un modo significativo per dire GRAZIE e un piccolo INCORAGGIAMENTO a PROSEGUIRE con la stessa forza e coraggio.
La premiazione avverrà domani, lunedì 8 novembre, alle ore 21,00 presso il Teatro Sociale di Biella con ingresso gratuito ed invito esteso a tutti.
I premi verranno consegnati dal Prefetto Pasquale Manzo, dal Presidente della Provincia Roberto Simonetti, dal Sindaco di Biella Dino Gentile, dall'Artista Omar Ronda, dall'Architetto Filippo Chiocchetti e da Massimo De Nuzzo, Direttore de La Nuova Provincia di Biella.

LA COMUNITA' DI OLIVERI E' ORGOGLIOSA DI ANNOVERARE IL MARESCIALLO CAV. TINDARO GULLO FRA I SUOI FIGLI MIGLIORI EMIGRATI IN PATRIA.

CI CONGRATULIAMO CON LUI, CON I SUOI GENITORI E GLI ALTRI FAMIGLIARI.

LO SEGNALIAMO A TUTTI I GIOVANI COME ESEMPIO DA IMITARE.-
Antonio Amodeo

sabato 6 novembre 2010

CENTRI STORICI. CONTRIBUTI DELLA REGIONE PER RECUPERO EDIFICI

Sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana l'avviso pubblico che consente ai proprietari di richiedere un contributo finanziario per la realizzazione di interventi di recupero degli edifici situati nei centri storici.
L'avviso rappresenta l'attuazione della legge regionale n. 6/2009, finalizzata alla valorizzazione del patrimonio edilizio dei centri storici siciliani e alla riduzione del degrado ambientale.
Le agevolazioni sono conseguibili attraverso la stipula di apposite convenzioni tra l'amministrazione regionale e l'istituto di credito per la concessione di mutui con ammortamento ventennale e pagamento dei relativi interessi a totale carico dell'amministrazione regionale.
Gli interventi ammissibili per il finanziamento sono diversi.
VANNO DAL RESTAURO AL RISANAMENTO CONSERVATIVO,
DAL RIPRISTINO FUNZIONALE ALLA MANUTENZINE STRAORDINARIA o agli interventi per l'ADEGUAMENTO ALLE NORME VIGENTI ed alle disposizioni ANTISISMICHE.
Tutti gli interventi devono essere autorizzati con provvedimento formale dell'amministrazione comunale (concessione edilizia o autorizzazione edilizia).
L'istanza di ammissione al contributo deve essere idirizzata all'ASSESSORATO INFRASTRUTTURE E MOBILITA' - DIPARTIMENTO INFRASTRUTTURE MOBILITA' E TRASPORTI a decorrere dal QUINDICESIMO GIORNO SUCCESSIVO dalla pubblicazione dell'AVVISO sulla Gazzetta Ufficiale. EVENTUALE ISTANZE PRESENTATE PRIMA DI QUELLA DATA NON SARANNO PRESE IN CONSIDERAZIONE.
Le istanze saranno valutate in base all'ordine cronologico di ricezione, fino ad esaurimento della disponibilità finanziaria.
Le risorse finanziarie messe a disposizione per il recupero degli edifici nei centri storici ammontano a 12 milioni e 500 mila euro.-

Fonte: Ufficio Stampa Presidenza Regione Siciliana.-
____________________________________________

Oliveri ha un vastissimo Centro Storico sul quale insistono alcuni edifici privati che potrebbero beneficiare dei predetti contributi regionali.
Ritengo che anche il nostro Municipio potrebbe beneficiare di tali provvidenze.
Questa è una valutazione che compete ai nostri Amministratori.
GLI EVENTUALI INTERESSATI DOVRANNO OSSERVARE LA DATA DI PUBBLICAZIONE DELL'AVVISO SULLA GURS.
FINO AD OGGI NON E' STATO PUBBLICATO.-
Antonio Amodeo

venerdì 5 novembre 2010

MAFIA: APPALTI ALLUVIONE 2008 NEL MESSINESE, SETTE ARRESTI

CARABINIERI DEL ROS SCOPRONO RAPPORTI TRA CLAN E AMMINISTRATORI

Alle ore 08.57 di oggi 05 novembre c.a., il sito internet dell'Agensia ANSA ha pubblicato la seguente notizia:

(ANSA) - MESSINA, 5 NOV. - Sette persone sono state arrestate da carabinieri per associazione mafiosa e intestazione fittizia di beni è stata da carabinieri nel messinese.
Indagini del Ros avrebbero accertato che gli indagati, indicati come appartenenti al clan mafiso dei Mazzarroti, erano riusciti ad inserirsi in alcuni appalti pubblici in territori colpiti dall'alluvione del 2008, che ha interessato i comuni di Mazzarrà Sant'Andrea e Furnari.
Secondo l'accusa erano riusciti ad ottenere appalti servendosi dell'appoggio di alcuni amministratori pubblici. (ANSA).

__________________________________________________

Secondo notizie di Stampa, in mattinata i Carabinieri avrebbero dovuto tenere in mattinata una Conferenza Stampa a Messina.-
Antonio Amodeo

IL TAR LAZIO ANNULLA TICKET PER TIR IN TRANSITO A MESSINA

LA TASSA ECOLOGICA ERA STATA ISTITUITA DAL COMUNE DI MESSINA.

Alle ore 17.42 di ieri 04 novembre c.a., il sito internet dell'Agensia ANSA ha pubblicato la seguente notizia:

VITTORIA (Ragusa), 4 NOV - Il Tar del Lazio ha annullato un'ordinanza del Sindaco di Messina che aveva istituito un ticket ecologico per gli automezzi e i tir diretti agli imbarchi.
Il Tribunale amministrativo ha accolto il ricorso del Comune di Vittoria e della Cna.
Il ticket, chiamato "eco-pass", era di 1,50 euro per le auto private, di 5 euro per gli autobus e i mezzi di trasporto pubblico e di 10 euro (18 per il traffico di andata e ritorno) per gli autoarticolati. (ANSA).

____________________________________________

L'ILLUMINATO ORIGINALE SINDACO DI OLIVERI - CONFORTATO DALLA SUA COESA GIOVANE GIUNTA A PREVALENTE COLORE ROSA - PUO' PREPARARE L'ORDINANZA CON LA QUALE SI ISTITUISCE IL LEGITTIMO PAGAMENTO DEL TICKET ECOLOGICO PER I TURISTI CHE VENGONO AD ONORARCI DELLA LORO PRESENZA LASCIANDOCI QUALCHE CENTESIMO ASSIEME A QUALCHE SACCHETTO DI RIFIUTI.
I TURISTI NON HANNO IL DIRITTO DI LASCIARE I RIFIUTI.
I NOSTRI CONCITTADINI HANNO IL DIRITTO DI RIEMPIRE I CASSONETTI DI ERBACCE ESTIRPATE NEI CAMPI E DI OGNI ALTRO TIPO DI RIFIUTI DI GENERE VIETATO.-
Antonio Amodeo

giovedì 4 novembre 2010

L'ATTUALE SITUAZIONE DELLA SAIA CANNITATA

Un anonimo commentatore, alle ore 18.57 di ieri 03.11.10, ha postato il seguente commento:

"Sig. Amodeo, cosa ne pensa della saia forse di S.Leo, ostruita dalla strada mai ripristinata? se non sbaglio doveva sfociare a mare accanto al chiosco del Sig. Scardino. Può dare notizie in merito a questa situazione? Il maltempo prima o poi arriverà anche da noi, non si dovrebbe prevenire? saluti".-
____________________________________________

La saia cannitata era un torrentello che conduceva a mare le acque meteoriche provenienti dai valloni dei monti sovrastanti il nostro paese.
Durante i lavori di costruzione dell'autostrada A20 detta saia venne soppressa fino al rilevato della nuova arteria e trasformata in una pubblica strada di accesso ai terreni attraversati.
Dal rilevato dell'A20 fino a via Stazione, esiste un cunettone di raccolta delle acque provenienti dalle due aree di servizio e dai parcheggi adiacenti.
Detto cunettone riversa l'acqua raccolta in una conduttura interrata che, apparentemente, attraversa l'area recitanta dal Condominio Atena fino a raggiungere il ponticello ferroviario.
Il quale ponticello, nel periodo estivo, è NOTORIAMENTE a servizio "ESCLUSIVO" dei condomini del complesso Athena quale strada di collegamento con la spiaggia.
Superato il predetto ponticello l'acqua incontra un primo ostacolo costituito da un fabbricato SICURAMENTE ABUSIVO. Dopo una deviazione a destra, continua la sua corsa su un'area privata BEN RECINTATA fino a raggiungere l'ultimo ostacolo costituito dalla SP 106, ossia la strada litoranea che conduce alla frazione Marinello del comune di Patti.
Strada denominata dal comune di Oliveri Corso Cristoforo Colombo.
E' CHIARO ED EVIDENTE CHE LA SAIA CANNITATA NON PUO' SFOCIARE A MARE.
Va precisato che nel PRG di Oliveri non esiste traccia della saia Cannitata.
Ritengo che tale omissione debba essere imputata, in primo luogo ai Redattori del PRG.
Ma non può essere neppure giustificata la DISATTENZIONE di tutti i Professionisti TECNICI locali e di tutti gli Amministratori - ME COMPRESO - succedutisi nel tempo.

A seguito dell'alluvione dell'11.12.2008 una nota Professionista locale, intervistata da una TV privata, segnalò l'anomalia della saia Cannitata che avrebbe dovuto sfociare a mare, come dimostrato da planimetrie e documentazione in suo possesso.
A seguito di tale pubblica segnalazione, mi sono premurato di eseguire qualche accertamento.
Ho potuto verificare che la predetta saia è riportata sia sulla planimetria catastale della zona, sia sulla cartografia dell'IGM.

In data 22 aprile 2009, dopo una prima segnalazione verbale, inviai la seguente nota protocollata col numero 2942:
Dist.mo Commissario Avv. Salvatore Vernaci - Comune di Oliveri
Con spirito di proficua collaborazione fra Cittadini ed Istituzioni, desidero segnalare l'avvenuta sottrazione al demanio fluviale del torrentello che raccoglie e dovrebbe condurre a mare le acque piovane provenienti da ben quattro valloni insistenti sulla montagna soprastante il territorio di Oliveri.
Infatti, detto bene demaniale risulta, in massima parte, coperto, recintato, ed interrotto in corrispondenza della SP 106 ossia lungomare Cristoforo Colombo in località Marinello.
Invece, nella planimetria catastale e nella cartografia dell'IGM, è rappresentato a cielo aperto fino a mare.
TALE ANORMALITA' HA GIA' CAUSATO INGENTI DANNI IN OCCASIONE DELL'ALLUVIONE DELL'11.12.2008.
Poichè il pericolo di ulteriori danni è REALE ED INCOMBENTE, rappresento la necessità e l'urgenza di procedere ad immediati accertamenti tendenti ad individuare i provvedimenti di competenza e quelli competenti ad altri Enti ai quali va subito richiesto l'intervento.
Ringraziandola per la cortese attenzione porgo distinti saluti.
Oliveri, 22.04.2008
Antonio Amodeo

I numerosi "CONSIGLIORI" indirizzarono in Commissario verso altri più importanti provvedimenti. Fra questi la riedizione - RIVEDUTA - del libro Oliveri di ieri e di oggi. PER LA SAIA CANNITATA NON VI E' STATO ........ TEMPO !.

In data 23 ottobre 2009 inviai al neo Sindaco di Oliveri la seguente nota, protocollata al n. 9166:

SIG. SINDACO DEL COMUNE DI OLIVERI

Oggetto: Segnalazione pericolo idrogeologico.

In data 22.04.09, con nota protocollata al n. 2942 della quale allego copia, segnalai al Commissario, Avv. Salvatore Vernaci, il pericolo di una possibile ripetizione dell'alluvione avvenuta l'11.12.08 in contrada Marinello.
Segnalai la possibile causa di tale disastro rappresentando la necessità e l'urgenza di procedere ad immediati accertamenti tendenti ad individuare i provvedimenti di competenza del Comune di Oliveri e quelli competenti ad altri Enti.
Poichè dopo 180 giorni dalla segnalazione non si ha notizia di concreti provvedimenti, Le sarei grato se volesse organizzare una pubblica conferenza stampa nella nostra Aula Consiliare per illustrare lo stato della pratica ossia i provvedimenti già adottati e quelli da adottare.
In particolare, i Cittadini di Oliveri sono interessati a conoscere per quale GIUSTIFICATO motivo non si è provveduto ad emanare l'ordinanza di demolizione di quel fabbricato (abusivo?) costruito subito dopo il ponticello ferroviario.
Detto fabbricato, COSTRUITO SUL GRETO DELLA SAIA CANNITATA, costituisce - a mio avviso - un consistente ostacolo per il regolare deflusso delle acque meteoriche.
Mi perdoni se mi permetto rammentarle che quest'ultimo provvedimento rientra nell'ordinaria amministrazione del Comune e non richiede ulteriore stanziamento nel Bilancio corrente per spese aggiuntive.-Oliveri, 23.10.2009
Ringraziandola per la cortese attenzione, porgo distinti saluti.-
Antonio Amodeo

IL SINDACO IMPEGNATISSIMO IN MILLE ALTRE "CAVOLATE" PIU' IMPORTANTI NON HA RITENUTO DI DOVERE INFORMARE I CITTADINI SU QUESTO DELICATISSIMO ARGOMENTO.

In data 28 gennaio 2010 inviai all'Ing. Nunziato Chiofalo la seguente nota, protocollo n. 699:

Dott. Ing. NUNZIATO CHIOFALO
Presso Ufficio Tecnico del Comune di OLIVERI

Oggetto: Richiesta notizie su espletamento incarico conferito dal Commissario Vernaci.

In data 22.04.09, con nota protocollata al n. 2942, segnalai al Commissario Avv. Salvatore Vernaci il rischio concreto di una possibile ripetizione dell'alluvione avvenuta l'11.12.08 in contrada Marinello a causa di irregolarità esistenti nella naturale saia di raccolta delle piogge.
Costui, prima della scadenza del mandato, mi assicurò di avere conferito a Lei l'incarico di studiare possibili soluzioni per il prolungamento della saia fino a mare e di verificare la compatibilità della concessione in sanatoria dell'autorizzazione richiesta alcuni anni prima dal proprietario dell'immobile abusivo.
In data 23.10.09, con nota n. 9166, sollecitai il Sindaco di Oliveri a volere riferire pubblicamente per quale giustificato motivo non si era provveduto ad emanare l'ordinanza di demolizione di quel fabbricato costruito sul greto della saia CANNITATA.
Detto fabbricato ostruisce il regolare deflusso delle acque meteoriche provenienti dai monti soprastanti il centro abitato di Oliveri convogliate nell'unica possibile sopradetta saia.
Trascorso inutilmente tutto questo tempo abbondantemente sufficiente per adottare opportuni provvedimenti e PERSISTENDO i temuti pericoli di ulteriori allagamenti con conseguenti danni, volendo proseguire le mie sollecitazioni presso i competenti Uffici Provinciali, ritengo propedeutico conoscere lo stato degli atti di Sua competenza.
Gradirei, pertanto, conoscere l'esito dell'incarico conferito dal Commissario Vernaci.
Oliveri, 28 gennaio 2010
Distinti saluti.
Antonio Amodeo

NEPPURE L'ING. CHIOFALO HA RITENUTO DOVEROSO DARE UNA RISPOSTA !
Sollecitato verbalmente, si è impegnato a darmi notizie. Non ha mantenuto l'impegno.

______________________________________________

IN BARBA ALLA "PROGRAMMATA TRASPARENZA" IL SINDACO, TRADENDO L'ESIGUO MANDATO POPOLARE RICEVUTO, CALPESTA DISINVOLTAMENTE FONDAMENTALI DIRITTI DEI CITTADINI E TRASCURA GLI INTERESSI GENERALI PRIORITARI PER PRIVILEGIARE INSIGNIFICANTI ATTIVITA' DILETTANTISTICHE DI SCARSISSIMO VALORE E DI MOLTO DUBBIA UTILITA' COLLETTIVA.

IL "MIRACOLATO" DIPENDENTE COMUNALE ING. NUNZIATO CHIOFALO SI PERMETTE IL LUSSO DI TRASGREDIRE UN SUO PRECISO DOVERE D'UFFICIO.
Grazie al ferreo STATO GIURIDICO DEI PUBBLICI DIPENDENTI che tutela anche i cosidetti "LAVORATORI" che non fanno il proprio "DOVERE" e che non rispettano i diritti dei propri DATORI DI LAVORO ossia noi CITTADINI che paghiamo i loro stipendi.
E grazie, anche, ad una Amministrazione comunale incapace di impedire simili abusi.
In una qualsiasi Ditta Privata non sarebbe consentito tale comportamento, SCORRETTO NON SOLO SOTTO IL PROFILO DELLA LEGALITA' MA ANCHE E SOPRATTUTTO SOTTO IL PROFILO DELL'EDUCAZIONE CIVICA.

GLI ABITANTI A RISCHIO ALLUVIONE, I CONSIGLIERI COMUNALI TUTTI ED I CITTADINI DI OLIVERI PRENDANO ATTO DI QUESTA TRISTE REALTA'.

NESSUNO DI NOI DA SOLO PUO' FARE MIRACOLI. TUTTI ASSIEME POSSIAMO CONTRIBUIRE A MIGLIORARE IL NOSTRO FUTURO.-
Antonio Amodeo